Zuppa di cozze alla trapanese

Una ricetta che ho appreso in un ristorante di Trapani specializzato in cucina a base di molluschi e crostacei. La particolarità è il “sugo alla marinara” arricchito dalle mandorle tritate,

La zuppa di cozze alla trapanese è un piatto davvero buono e decisamente particolare perché caratterizzato dagli eccellenti ingredienti della Sicilia, tra cui le mandorle, un prodotto tipico a cui spesso fa ricorso la cucina trapanese.

Questo post contiene link di affiliazione Amazon. Quando acquisti un prodotto utilizzando i link in qualità di Affiliato Amazon ricevo un guadagno dagli acquisti idonei. Ciò contribuisce al mantenimento di questo blog senza costare nulla in più per te. Grazie in anticipo!

Zuppa di cozze, una specialità tutta italiana!

La zuppa di cozze è praticamente la sorella dell’impepata di cozze e come questa fa parte della tradizione napoletana. Pare che la zuppa di cozze sia nata per volontà di Ferdinando I di Borbone, da sempre un grande estimatore di frutti di mare. Il sovrano, per non disobbedire a tavola ai precetti della Settimana Santa, si fece preparare questo delizioso e appagante piatto.

Oggi la ricetta della zuppa di cozze è divenuta rappresentativa dell’intera cultura gastronomica italiana, una pietanza di cui esistono tantissime versioni locali.

Napoletana, maremmana, tarantina, messinese, solo per citare alcune delle tante versioni, la zuppa di cozze è una ricetta semplice che si caratterizza di volta in volta con gli ingredienti tipici regionali: cozze sarde, o tarantine, o messinesi, pomodorini di Pachino, o pomodori del piennolo, fino al pane per gli immancabili crostini ricavati da fette di pane cafone, di pane toscano, o friselle pugliesi.

Stiamo parlando della grande varietà di eccellenze che la penisola italiana offre e che trovano modo di esprimere la loro peculiarità in una ricetta semplice. Sostanzialmente dietro alle tante versioni e procedimenti abbastanza simili tra loro, la ricetta e quasi sempre la stessa, con gli stessi ingredienti base: cozze, pomodoro, prezzemolo, aglio, olio e pane!

Zuppa di cozze alla trapanese, una vera ghiottoneria!

La nostra ricetta proviene da un ristorante di Trapani specializzato nella cucina di molluschi e crostacei. La particolarità di questa zuppa di cozze alla trapanese è il “sugo alla marinara” arricchito e addolcito con un ingrediente che per molti risulterà insolito: le mandorle tritate! Questo è l’elemento caratteristico che distingue la zuppa trapanese da tutte le altre.

Nei piatti semplici come la zuppa di cozze ciò che fa la differenza è la scelta degli ingredienti, noi abbiamo usato eccellenti ingredienti siciliani:

In particolare le cozze è fondamentale che siano freschissime e soprattutto del tipo “nostrano”. Da evitare le “cozze spagnole”, più grandi ma meno saporite!

La pulizia dei mitili deve essere accuratissima, qui è spiegato come fare.

Come pulire le cozze

1. Per prima cosa mettile in acqua ed elimina tutti i molluschi aperti o col guscio rotto.
2. Sotto l'acqua corrente rimuovi con un coltellino, i cosiddetti denti di cane che possono essere presenti. La presenza di questi crostacei parassiti è un buon segno. Indica che si tratta di mitili di scoglio, più piccoli ma più gustosi.
3. Strappa via il bisso che esce dalle valve tirandolo verso l'alto.
4. Spazzola le cozze con una spazzola di metallo e risciacquale.

Un piatto conveniente, versatile e saporito.

Tra le portate a base di pesce, la zuppa di cozze è una delle più popolari perché presenta diversi vantaggi pratici:

  • Essendo una preparazione facilissima che consente di ottenere sempre un ottimo risultato, è la ricetta ideale per chi non ha molta dimestichezza ai fornelli.
  • Ha un costo basso e con una spesa minima si ottiene un piatto veramente buono.
  • È un piatto estremamente versatile. Non è solo ideale come antipasto in un menu a base di pesce, ma è ottimo anche come sfizioso secondo piatto. In ambedue i casi l’utilizzo del pane è raccomandato per poter gustare il sugo saporitissimo, ma nulla vieta di impiegarlo come sugo per condirci gli spaghetti.
Preparazione 30 minuti
Cottura 20 minuti
Tempo totale 50 minuti

Zuppa di cozze alla trapanese

di Biagio Barraco
Una pietanza resa particolare da un ricco trito di mandorle, un ingrediente tipico della cucina trapanese.
5 da 1 voto

Vota anche tu questa ricetta!

PortataAntipasto / Secondo piatto
DifficoltàBassa
Porzioni 6 persone
Calorie a porzione 374 kcal

Il dato delle calorie riportato non è da ritenersi un consiglio alimentare o nutrizionale, i valori sono puramente indicativi.

Stampa ricetta Pin Ricetta Commenta!

Ingredienti

Attenzione agli allergeni presenti.

Istruzioni

  • Dopo aver lavato le cozze attentamente, come indicato sopra la ricetta nel post, dovete far aprire i mitili.
    In una pentola, abbastanza capiente da contenerli una volta aperti, metti 2 spicchi di aglio divisi a metà, i gambi del prezzemolo sminuzzati, 1 cucchiaio di olio e il vino.
    Porta a calore, quindi metti le cozze, chiudi col coperchio e lascia cuocere a calore medio per 10 minuti, cioè il tempo che i gusci si aprano, indice che le cozze sono cotte al punto. Importante non farle cuocere troppo o troppo poco!
  • Metti le cozze da parte, in un contenitore di ceramica abbastanza ampio, e filtra la loro acqua di cottura.
    Passa al mixer le mandorle e tieni da parte anche questi ingredienti.
  • In un tegame fai rosolare, in 2 cucchiai di olio, un soffritto preparato con l'aglio rimasto, il prezzemolo e il peperoncino tritati finemente.
    Quando il soffritto non si è colorito ancora aggiungi l'acqua di cottura delle cozze e lascia cuocere per 2 minuti a fuoco medio. Poi aggiungi i pomodorini e la passata di pomodoro.
  • Mescola per bene e lascia restringere la salsa per 6 minuti circa a fiamma vivace. Infine aggiungi le mandorle tritate, mescola e lascia insaporire per 2 minuti. Quindi spegni e con a salsa ancora bollente condisci le cozze.
    Mescola il tutto e servi la zuppa calda insieme al pane tostato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vota questa ricetta!




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto