Zrazy di Slesia – involtini di carne macinata

Lo Zrazy di Slesia è una particolare versione del famoso Zrazy Polacco. Come questo ha la forma attorcigliata di un involtino, ma fatto, anziché con le classiche sottilissime fette di carne di manzo, con carne macinata mista di manzo e maiale, farcita con verdure varie. Questo post contiene link di affiliazione Amazon. Quando acquisti un prodotto utilizzando i link in […]

Lo Zrazy di Slesia è una particolare versione del famoso Zrazy Polacco. Come questo ha la forma attorcigliata di un involtino, ma fatto, anziché con le classiche sottilissime fette di carne di manzo, con carne macinata mista di manzo e maiale, farcita con verdure varie.

Questo post contiene link di affiliazione Amazon. Quando acquisti un prodotto utilizzando i link in qualità di Affiliato Amazon ricevo un guadagno dagli acquisti idonei. Ciò contribuisce al mantenimento di questo blog senza costare nulla in più per te. Grazie in anticipo!

Lo zrazy è un piatto diffusissimo in tutti i paesi dell’Est Europa tra cui Polonia, Lituania, Bielorussia e Ucraina. A seconda dell’area geografica, questo piatto esiste in numerosissime varianti locali di cui ho già parlato in occasione della ricetta degli zrazy polacchi.

Zrazy di Slesia

Nella cucina polacca gli zrazy erano un piatto tipico della cucina di caccia. Si trattava di un piatto, a base di involtini preparati con sottilissime fettine di carne di cervo, per lo più riservato alle tavole nobiliari. La versione con manzo tritato, conosciuta come una versione tipica della Slesia, nacque invece dalla necessità della cucina popolare di utilizzare avanzi di carne o tagli di carne meno pregiati.

Anche gli Zrazy di Slesia, dopo essere stati fritto, vengono stufati a fuoco lento con sedano, cipolla, spezie e brodo caldo. Il fondo dello stufato è usato per guarnire gli involtini. Lo zrazy si accompagna con un contorno di cereali, solitamente grano saraceno, riso, o orzo.

Preparazione 45 minuti
Cottura 1 ora
Tempo totale 1 ora 45 minuti

Zazry di Slesia.

di Biagio Barraco
Deliziosi involtini di carne macinata tipici della cucina dell’Est Europa.
5 da 1 voto

Vota anche tu questa ricetta!

Commenta! Stampa ricetta
PortataSecondo piatto
DifficoltàMedia
Porzioni 6 persone
Calorie a porzione 560 kcal

I dati sono forniti al solo scopo informativo e non sostituiscono la consultazione di un medico o di un professionista qualificato. In particolare: il dato delle calorie non è da ritenersi un consiglio alimentare o nutrizionale, i valori indicati sono puramente indicativi; si prega di consultare le etichette degli alimenti per informazioni su allergeni e intolleranze.

Attenzione agli allergeni presenti.

Ingredienti

Istruzioni

  • Monda per bene carote cipollotti e sedano. Non gettare gli scarti, mettili in pentola con un litro d’acqua, la foglia di alloro e un po’ di sale, quindi fai bollire per almeno 45 minuti per ottenere un brodo vegetale.
  • Ricava da metà degli ortaggi mondati dei bastoncini da sbianchire in acqua leggermente salate.
    Trita l’altra metà degli ortaggi finemente e mettili da parte. Pela le patate e tagliale a tocchetti, quindi lasciale a bagno in acqua fredda per 30 minuti
  • Mescola insieme le carni, le uova, il pangrattato, il grana padano, la maggiorana, la santoreggia, il timo, la paprika, sale e pepe. Impasta per bene quindi stendi molto sottilmente il composto, pressandolo tra due fogli di carta forno con un mattarello.
  • Ricava con un coltello delle strisce dal composto pressato. Farcisci con i bastoncini di sedano, cipollotto e carota e arrotola chiudendo i bordi laterali, quindi passa nel pangrattato e metti da parte. Termina gli ingredienti a disposizione facendone tanti involtini che “impanerai” ad uno ad uno.
  • In abbondante olio di arachidi friggi gli involtini fino a farli dorare per bene. Scolali, passali in carta assorbente e mettili da parte.
  • Scola le patate per bene dall’ammollo e soffriggile nella padella dove hai appena fritto gli involtini. Metti le patate da parte e lascia scolare l’olio in eccesso. Metti in padella, pulita dall’olio precedente, l’olio d’oliva e fai soffriggere la dadolata di ortaggi.
  • Quando il soffritto si sarà appassito aggiungi un mestolo di brodo e le patate soffritte, quindi abbassa la fiamma al minimo.
  • Aggiungi in padella gli involtini fritti e cuoci a fiamma bassa con padella coperta per 20 minuti. Di volta in volta che il fondo si asciuga aggiungine dell’altro.
  • Servi con le patate come contorno e un riso bianco. Usa il fondo di cottura come salsa per guarnire.

Avviso ai lettori.

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il nostro blog interessante, aiutaci a mantenerlo con una piccola donazione. La nostra unica forza sono i lettori come te. Il tuo sostegno è importante per noi, effettua qui una donazione con paypal!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vota questa ricetta!




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto