Zrazy di patate

1
417

Tempo di lettura: circa 2 min.


Gli zrazy di patate sono un’altra versione dei più conosciuti zrazy polacchi. Si tratta di una pietanza economica, ma molto gustosa e stuzzicante.

zrazy di patate

Mentre ero alla ricerca di informazioni per la ricetta degli zrazy polacchi, mi sono imbattuto nelle pagine di un blog russo dove, fra i tanti tipi di zrazy che figuravan, alcuni mi parvero particolarmente curiosi. Questi erano ben lontano dagli involtini di carne di cui la mia amica polacca Wiola mi aveva parlato. Si trattava di zrazy di patate, così ci stava scritto nelle didascalie delle immagini. Guardando queste mi resi conto che avevano qualcosa di familiare!

Cosa sono gli zrazy di patate.

Questi zrazy non sono fatti con la carne arrotolata intorno ad un ripieno, ma hanno la forma di frittelle schiacciate. Sono fatti con una purea di patate che custodisce al suo interno un ripieno che può essere di vari tipi. Leggendo scoprì che gli zrarzy, oltre ad essere diffusi nell’Est Europeo, sono molto conosciuti, come zrazy di patate, in Russia e nei paesi sotto l’influenza dell’ex regime sovietico.

Zrazy di patate
Zrazy alla polacca.

Gli zrazy di patate mi ricordano delle crocché, più grandi e schiacciate, ma sembrano tali! 😉 E poi quel morbido involucro fritto e ripieno di carne, sembra quasi un’arancina :). Non oso dire che gli zrazy di patate sono un “incrocio tra crocché e arancine finite sotto una pressa”, ma certo quel guscio dorato di patate, che racchiude ripieni di ogni sorta, appare appetitoso come crocché e arancine. Proprio come per le arancine, la soluzione classica per il ripieno degli zrazy è quella con la carne macinata e così ho preparato i miei zrazy seguendo (o quasi 🙂 ) la ricetta russa.

Una pietanza, tante farciture.

I ripieni possibili per questo tipo di zrazy sono infiniti, visto che qualsiasi ingrediente può essere usato. Oltre al ripieno classico di carne, molto usato è quello fatto con un semplice soffritto di cipolle e carote, una buona soluzione per una versione vegetariana. Altri ripieni prevedono, formaggi, salumi, uova, pesce e anche funghi. Insomma l’elenco è davvero infinito. In definitiva puoi metterci quello che ti pare trattandosi poi una ricetta economica nata per svuotare frigo e dispense dai rimasugli.

Gli zrazy di patate si possono anche cucinare in forno, ma sono nati per essere fritti!

Ciao, al prossimo esperimento.

Zrazy di patate.

di Biagio Barraco
5 da 4 voti
Gli zrazy di patate sono un’altra versione dei più conosciuti zrazy polacchi. Si tratta di una pietanza economica, ma molto gustosa e stuzzicante.
Preparazione: 25 minuti
Cottura: 1 ora 15 minuti
Riposo: 2 ore
Tempo totale: 3 ore 40 minuti

€ 10,00
Secondo piatto
media

Porzioni: 4 persone

Ingredienti

Istruzioni

  • Lava le patate e lessale in acqua non salata. Ci vorranno almeno 30 minuti.
    Appena saranno pronte, scolale dell'acqua, lasciale intiepidire ed ancora calde schiacciale con l'apposito strumento, quindi metti la purea ottenuta da parte e lasciala raffreddare completamente.
  • In una padella metti a rosolare in 1 cucchiaio di olio la cipolla tagliata a pezzetti, insieme ad un rametto di rosmarino, il coriandolo e un po' di pepe macinato.
  • Non appena la cipolla sarà appassita, aggiungi la salsiccia privata del budello.
  • Rosola la carne sgranandola per bene col cucchiaio e, non appena si sarà "imbianchita", sfuma col vino.
  • Lascia evaporare l'alcol, elimina il rosmarino e condisci con l'aglio disidratato, la paprika (dolce e affumicata) e la salsa Worcester. Mescola e lascia cuocere ancora cinque minuti. Assaggia e aggiusta di sale se è necessario.
  • Per finire, dovrai rendere più denso e lavorabile il ripieno.
    Non avendo trovato indicazioni a riguardo mi sono arrangiato facendo allo stesso modo in cui faccio per le arancine.
    Per rendere più "solido" il ripieno sciogli l'amido a freddo in mezzo bicchiere d'acqua. Quando si è ben disciolto aggiungilo alla carne e mescola lasciando cuocere a fiamma molto bassa per altri cinque minuti. Quindi spegni il fornello e lascia raffreddare il composto in modo che al momento di utilizzarlo non scivola via da tutte le parti.
  • Mentre hai preparato il ripieno, certamente il passato di patate si sarà raffreddato, quindi puoi preparare l'impasto per gli Zrazy.
    In una ciotola ben capiente metti le patate passate, l'uovo, la farina e un pizzico di sale e impasta per bene fino a quando non ottieni un composto omogeneo e solido.
  • Spiana porzioni di composto a più riprese su un foglio di carta forno. Dovrai ottenere un rettangolo di circa 1 cm di spessore.
  • Da questo rettangolo con un coppa-pasta ritaglia dei dischi da circa 12 cm di diametro.
  • Sistema i dischi su un piano infarinato e farciscili con il ripieno. Chiudi con attenzione ai bordi e riponili da parte con delicatezza.
  • Cospargi la superficie degli zrazy con dell'olio quindi passali sul pangrattato. Una volta finito trasferisci gli zrazy in frigorifero e lasciali stare almeno due ore a raffreddare.
  • Trascorso il tempo necessario per il raffreddamento e il consolidamento degli zrazy, scalda l'olio in padella e portalo ad una temperatura di 160°C. Friggi pochi zrazy alla volta girandoli rapidamente per evitare che si brucino.
  • Metti gli zrazy a scolare su carta assorbente man mano che sono cotti.
  • Servi gli zrazy ben caldi con un contorno di verdure crude condite con pinzimonio.
Calorie: 560kcal
Zrazy
Russa
Ti piace questa ricetta? Provala e condividi il risultatoMenziona @qdratatouille o tagga #quellidellaratatouille!

Foto di Holger Detj da Pixabay

Grazie per aver visitato il mio blog. Che ne pensi dare un voto alla ricetta che hai appena letto? 

Farlo è molto semplice basta cliccare sulle stelline che trovi nella scheda della ricetta, oppure dentro i commenti in fondo alla pagina. Usali pure per esprimere un giudizio su quello che hai letto, oppure per chiedere maggiori dettagli sulla ricetta.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Vota questa ricetta!




Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.