Trenette e triglie d’autunno

6
173

Tempo di lettura: circa 1 min.


Trenette e triglie d’autunno è un saluto alla stagione autunnale. Un primo piatto con i sapori dell’autunno, di mare e di terra, della mia Isola.

Trenette e triglie d'autunno

Triglie d’autunno …

La triglia è un pesce che annuncia l’inizio della primavera e la fine dell’estate. Nel periodo pre-autunnale i banchi delle pescherie sono affollate da questa specie ittica, ed anch’io non mi sono sottratto al rito dell’acquisto delle triglie di stagione.

Per le triglie, certamente il periodo primaverile è quello migliore per assaporare questo pesce. Ti ricordi le linguine con le triglie di primavera?

In primavera il pesce viene pescato nei fondali sabbiosi lontano dalla costa, e le femmine sono piene di uova.

La pesca delle triglie è però più ricca a fine estate e all’inizio d’autunno, quando è possibile pescarlo in grandi quantità sotto costa ad una profondità di 10/50 m. Il suo costo in questo periodo è nettamente inferiore a quello d’inizio stagione.

Photo by John Cameron on Unsplash

… mandorle e melagrane.

Photo by Laura on Unsplash

Altro ingrediente di questo primo piatto sono le mandorle siciliane, di cui ti ho già parlato in altre ricette, ed un’altro prodotto agricolo tipico dell’area mediterranea: la melagrana.

Oggi il consumo di questo frutto è incoraggiato per via delle sue proprietà benefiche.

Quella del melograno è una delle antiche “colture riscoperte” in Sicilia, che sta registrando un enorme successo tra i coltivatori dell’isola.

Proprieta delle melagrane.

La melagrana appartiene al gruppo degli alimenti più ricchi di vitamina C, acqua, fibre, sali minerali, fruttosio e antiossidanti, e pare che sia uno dei “frutti-anticancro“. Tale proprietà anticancerogena pare da attribuibire all’acido ellagico, in grado, almeno in teoria, di favorire il processo di distruzione di cellule cancerogene.

Trenette con triglie d’autunno

di Biagio Barraco
4.89 da 9 voti
Un saluto alla stagione autunnale. Nel piatto vivono i sapori dell'autunno di mare e di terra della mia Isola.
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 20 minuti
Tempo totale: 40 minuti
Difficoltà

€ 15,00
Primo piatto
linguine con le triglie


Porzioni: 4 persone
Calorie per porzione 470 kcal

Ingredienti

Istruzioni

  • Come prima cosa prepara gli ingredienti per la ricetta. Ti consiglio di farti preparare i filetti di triglia dal tuo pescivendolo di fiducia, perché è questo un pesce delicato che richiede molta abilità per essere sfilettato a dovere.
    Sgrana la melagrana e metti i chicchi da parte, monda l'aglio e trita finemente il prezzemolo.
  • Pela le mandorle, se sono ancora con il loro tegumento esterno, quindi passane poco meno della metà in padella, con ½ cucchiaio d'olio, un pizzico di peperoncino e lo zucchero. Scaldale fin quando non avranno un bel colore ambrato, quindi mettile da parte.
  • Metti a bollire l'acqua per la pasta e in un ampio tegame metti l'olio e l'aglio insieme ai filetti di triglia. Aggiungi sale e pepe a tuo piacere e cuocile per due minuti sul lato della pelle.
  • Una volta cotte le triglie, mettile da parte a riposare col succo dei chicchi della melagrana spremuti per bene.
  • Sfuma il fondo del tegame col vino, quindi aggiungi un po' di prezzemolo e due cucchiai d'acqua. Adesso "puoi calare la pasta".
  • Filtra il fondo e passalo al mixer insieme alle mandorle pelate e due cucchiai di acqua di cottura della pasta.
  • Rimetti in tegame un po' di fondo di cottura, qualche triglia (magari di quelle che si sono spezzetate) e aggiungi del prezzemolo. Quindi scola la pasta al dente e maneggiala in tegame col fondo delle triglie e il "frullato di mandorle".
  • Impiatta e guarnisci con le mandorle caramellate, qualche chicco di melograno e naturalmente con qualche bel filetto di triglia intero. Ovviamente spruzzatina di pepe e prezzemolo alla fine.

Valori Nutrizionali

Calorie: 470kcal (24%)

Sulle triglie.

Le triglie sono pesci di mare appartenenti alla famiglia Mullidae che comprende oltre 80 specie di pesci d'acqua salata, conosciuti comunemente come triglie. Ne esistono sostanzialmente di due tipi. Una di colore bruno rossastro, detta triglia di scoglio (mullus surmuletus) è la migliore sotto il punto di vista organolettico. Il suo gusto fu decantato già da Plinio il Vecchio (23-79 d.C.) che scriveva:

” … le più pregiate hanno sapore di conchiglia”.

La triglia di scoglio abita fondali rocciosi a differenza dell'altra tipologia detta triglia di fango (mullus barbatus) che prefrisce fondali sabbiosi o melmosi. Il sapore di questa triglia dai colori più tenui e meno intensi, è buono, ma non paragonabile alla prima considerata ben più pregiata e per questo sensibilmente più costosa.

Le due specie sono difficili da distinguersi ed è facile incappare nella truffa di qualche pescivendolo spregiudicato. Meglio affidarsi al proprio fornitore di fiducia per acquistarle in tranquillità e magari già sfilettate visto che si tratta di un pesce delicato.

Altre ricette con le triglie.


Grazie per aver visitato il mio blog. Che ne pensi dare un voto alla ricetta che hai appena letto? 

Farlo è molto semplice basta cliccare sulle stelline che trovi nella scheda della ricetta, oppure dentro i commenti in fondo alla pagina. Usali pure per esprimere un giudizio su quello che hai letto, oppure per chiedere maggiori dettagli sulla ricetta.

6 Commenti

  1. Mareeeee ! La triglia principessa dei sapori del mare abbinata al sapore della mandorla tostata e al gusto del melograno !!!! Nienteeeee !!! Buonissima e semplice come ricetta ! Al più presto la faccio ???5 stars

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Vota questa ricetta!




Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.