Tiramisù

Dalla !

>> , ,

Il tiramisù è il dolce più conosciuto della pasticceria italiana. Semplice da realizzare, maestoso e molto goloso. Gli ingredienti principali sono mascarpone, uova, savoiardi e caffè, ai quali se ne aggiungono altri, a seconda di quale delle innumerevoli versioni esistenti si voglia realizzare.

Sulle origini del Tiramisù.

La ricetta del tiramisù, il più classico dei dolci italiani, ha natali recenti, anzi recentissime, a dispetto delle tante paternità rivendicate e che in realtà sono solo delle leggende.

Nonostante al tiramisù siano stati affibbiati spesso nobili natali, da
dolce dedicato a Cosimo III de’Medici, a “conforto” per “tirare su” il conte di Cavour dalle fatiche necessarie per l’Unificazione dell’Italia, in realtà, questo dolce nasce nel 1970 a Treviso.

Fu l’attore, regista e gastronomo Giuseppe Maffioli, alla fine degli anni ’60, a rivelare l’uso veneto di consumare lo zabaione (sbatudin) assieme alla panna montata e ai biscotti secchi. Lo stesso Maffioli sulla rivista Vin Veneto, nel 1981 scrive: “È nato recentemente, poco più di due lustri or sono, un dessert nella città di Treviso, il ‘Tiramesù”.

Il dolce divenne presto popolarissimo, non solo nel Trevigiano, ma anche in tutto il Veneto, e poi, in tutta Italia. Con buona pace di chi ancora si ostina a fa risalire al XVII secolo l’origine di questo piatto.

La mia versione.

In quanto a versioni e procedimenti nel corso degli anni se ne sono prodotte un infinità, ne esistono davvero tantissime! Quella che illustro qui in realtà non è opera mia, ma di mia moglie che mi ha concesso la pubblicazione 😉

tiramisù

Tiramisù

Il tiramisù è il dolce più conosciuto della pasticceria italiana. Semplice da realizzare, maestoso e molto goloso. Gli ingredienti principali sono mascarpone, uova, savoiardi e caffè, ai quali se ne aggiungono altri, a seconda di quale delle innumerevoli versioni esistenti si voglia realizzare.
5 da 5 voti
Preparazione: 1 ora
Riposo: 8 ore
Tempo totale: 9 ore
Portata: Dessert
Cucina: Italiana
Keyword: tiramisù
Difficoltà: facile
Porzioni: 8 persone
Calorie: 635kcal

Ingredienti

Istruzioni

  • Separare i tuorli dagli albumi delle uova, quindi monta a neve prima gli albumi e mettili da parte. Pulisci il contenitore della planetaria e monta la panna.
  • Lava per bene il contenitore che hai utilizzato per la panna, quindi procedi a montare i rossi d’uovo, ai quali avrai aggiunto 80g dello zucchero semolato. Lavorali fino ad ottenere una crema soffice e spumosa.
  • Aggiungi ai rossi montati, il mascarpone, e con la farfalla a velocità minima, amalgama il tutto.
    Unisci al composto così ottenuto la panna montata e, servendoti di un cucchiaio di legno, amalgama gli ingredienti. Procedi lentamente, con movimenti dall’alto  verso il basso, per evitare che la crema si smonti. Infine, sempre mescolando a mano, aggiungi anche gli albumi montati in precedenza.
  • Prepara 8 tazzine di caffè espresso e lasciali raffreddare. Dolcifica con 2 cucchiai di zucchero e aggiungi il marsala secco e 2 cucchiaini di cacao.
  • Assembla il dolce, spalmando sul fondo di una pirofila uno strato di crema, sul quale adagerai i savoiardi affiancati tra loro. 
    Versa la miscela di caffè in una larga ciotola e inzuppa i savoiardi su entrambi i lati, uno alla volta man mano ti occorrono per assemblare il dolce. Questa operazione va compiuta velocemente, per evitare che i savoiardi si inzuppino troppo.
    Procedi per strati cospargendo ognuno di essi di amaretti sbriciolati, cacao amaro e scaglie di cioccolato fondente. 
  • Concludi con un denso strato di crema che spolvererai di abbondante cacao amaro e di amaretti sbriciolati.Servi il Tiramisù dopo un riposo di almeno 8 ore in frigorifero.

Note

Pastorizzazione delle uova.

Se non si ha certezza della freschezza delle uova è bene procedere con la loro pastorizzazione. Ti consiglio di leggere i consigli di La Cucina Italiana riguardo questo argomento.
Commenta e vota questa ricetta

Consigli.

  • Il tiramisù può essere allestito in una pirofila di vetro, oppure puoi preparare delle coppe o delle ciotoline monoporzione, meglio se in vetro trasparente.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.