Timballo di anelletti al forno: la ricetta palermitana.

Un tripudio di sapori e profumi che si fondono in un piatto unico e inconfondibile, capace di evocare atmosfere di festa e convivialità.

Gli anelletti al forno, insieme alla pasta con le sarde, sono una vera e propria icona della tradizione culinaria palermitana. Si tratta di un timballo di pasta condita di base con un ragù ricco e sostanzioso, a cui possono essere aggiunti altri ingredienti. È il classico piatto delle feste per il quale non esiste stagione che non sia adatta, che siano le calde giornate ferragostane o il tepore natalizio. Un piatto che sa adattarsi a qualsiasi occasione, regalando sempre un’esperienza culinaria di altissimo livello.

Questo post contiene link di affiliazione Amazon. Quando acquisti un prodotto utilizzando i link in qualità di Affiliato Amazon ricevo un guadagno dagli acquisti idonei. Ciò contribuisce al mantenimento di questo blog senza costare nulla in più per te. Grazie in anticipo!

Anelletti al forno, come è nata la ricetta.

Quale sia la ricetta originaria degli anelletti al forno è difficile da stabilire, certo è che si predilige il cosidetto “tianu rutunnu” per preparala e indubbiamente questa fa parte di tutte quelle preparazioni a “timballo” che gli antenati arabi ci hanno tramandato.

anelletti al forno

Che la ricetta del timballo di anelletti al forno sia nata per riutilizzare gli avanzi, lo dimostra il fatto che nel prepararlo è uso comune metterci dentro di tutto. Alcune versioni prevedono tra gli ingredienti uova sode, scamorza o altri formaggi e rimanenze di salumi tagliati a dadini.

Scientifico è l’impiego del particolare formato di pasta: gli anelletti permettono al condimento di penetrare ogni angolo del timballo!

anelletti al forno

Va specificato che questo tipo di pasta si identifica esclusivamente con il timballo di pasta al forno palermitano. Nelle altre province Siciliane il timballo di pasta al forno, conosciuto come pasta ‘ncasciata, viene preparato in genere con altri formati di pasta, soprattutto rigatoni.

Con il nome di anelli siciliani il formato degli "anelletti" si trova in commercio prodotto da note aziende pastaie.

Questo post contiene link di affiliazione Amazon. Quando acquisti un prodotto utilizzando i link noi riceviamo delle commissioni che ci permettono di mantenere questo blog, ma a te non costa nulla in più. Grazie in anticipo!

Un inno alla convivialità.

La pasta al forno è una preparazione tipica di molte cucine regionali della penisola italiana. In ogni luogo ha una sua specifica caratteristica e connotazione. Se per gli emiliani pasta al forno significa essenzialmente lasagne e cannelloni, a Palermo gli anelletti sono il formato di pasta prediletto per un timballo di pasta al forno tipico.

Gli anelletti al forno sono un piatto che si gusta in compagnia, un momento di condivisione e di gioia. Il profumo del ragù che invade la casa, il suono delle risate in cucina, l’attesa trepidante di gustare con la famiglia questa pietanza simbolo di unione e di amore per la tradizione. Tutto contribuisce a creare un’atmosfera unica e speciale.

Un rito di famiglia.

La stessa preparazione degli anelletti al forno è un rito, ogni famiglia detiene la propria ricetta segreta. Benché quello degli anelletti al forno sia un piatto tradizionale con le sue regole da seguire, la ricetta lascia una certa libertà alla fantasia di chi lo cucina.

Oggetto di competizione fra suocere e nuore, la preparazione di questo piatto senza tempo è affidata alla personale interpretazione della cuoca.

anelletti al forno

La nostra ricetta di famiglia del timballo di anelletti al forno.

A casa nostra la versione di anelletti al forno che preferiamo è quella più “semplice” condita con il classico ragù alla palermitana e una salsa besciamella morbida, cosa che alcuni rifiutano, ma che a nostro parere rende meno asciutto il timballo e gli conferisce un gusto più morbido e armonioso.

Varianti.

C’è chi mette, oltre l’immancabile ragù, anche salumi di vario tipo, formaggi, melanzane fritte e perfino uova. Non sono nemmeno poche le dispute riguardo l’impiego, o meno, di besciamella.

Preparazione 1 ora
Cottura 2 ore 45 minuti
Riposo 30 minuti
Tempo totale 4 ore 15 minuti

Timballo di anelletti al forno

di Biagio Barraco
Se gli Emiliani possono festeggiare nei loro pranzi domenicali con lasagne e cannelloni, in Sicilia, a Palermo, la domenica è sinonimo di "anillietti o furnu". Una pasta al forno di cui ogni famiglia palermitana detiene la propria ricetta segreta.
4.83 da 17 voti

Vota anche tu questa ricetta!

Commenta! Pin Ricetta Stampa ricetta
PortataPrimo piatto
DifficoltàMedia
Porzioni 6 persone
Calorie a porzione 680 kcal

I dati sono forniti al solo scopo informativo e non sostituiscono la consultazione di un medico o di un professionista qualificato. In particolare: il dato delle calorie non è da ritenersi un consiglio alimentare o nutrizionale, i valori indicati sono puramente indicativi; si prega di consultare le etichette degli alimenti per informazioni su allergeni e intolleranze.

Attenzione agli allergeni presenti.

Ingredienti

Istruzioni

  • Visto che il ragù più riposa più buono è, ti consiglio di prepararlo il giorno prima nelle quantità e modalità indicate in questa ricetta.
    Prima di cominciare preparare e assemblare il timballo prepara la besciamella nelle quantità e modalità indicate qui.
    Cuoci la pasta per un terzo del suo tempo di cottura in acqua bollente e salata, poi scolala per bene e fuori dal fuoco aggiungi a questa il ragù. Mescola il tutto per bene!
  • Aggiungi metà del parmigiano grattugiato previsto nella ricetta e mescola ancora.
  • Infine, aggiungi alla pasta un terzo della besciamella preparata in precedenza. Mescola in modo da amalgamare per bene la pasta con il condimento.
  • Ungi d’olio una teglia rotonda e cospargila di pangrattato, quindi versa al suo interno la pasta condita.
  • Completa il timballo con uno strato spesso di besciamella.
    Spolvera la superficie con un velo di parmigiano grattugiato, quindi metti la teglia in forno ventilato, preriscaldato a 180 °C, per 40 minuti, cioè fino a quando non si forma una bella crosta dorata.
    Lascia riposare 30 minuti prima di servire.

Note

La quantità degli ingredienti è sufficiente per riempire una teglia da 26 – 28 cm di diametro.
 
 

Un invito alla scoperta.

Gli anelletti al forno sono un piatto unico e speciale, capace di racchiudere in sé l’essenza della cucina siciliana. Un’esperienza di gusto da vivere e condividere, un viaggio culinario che ti porterà alla scoperta di una terra ricca di sapori e tradizioni.

Se non hai mai avuto il piacere di assaggiare gli anelletti al forno, questa è l’occasione giusta per farlo!

LA CUCINA DI MONTALBANO

La pasta al forno è una delle ricette citate da Andrea Camilleri nei suoi famosi romanzi che hanno come protagonista il Commissario Montalbano. Precisamente questo piatto è ammuntuatu (come direbbe Camilleri), a pagina 222 del romanzo Il cane di terracotta

Se sei un fan del famoso personaggio di Camilleri dai un’occhiata ai piatti di cucina più amati Salvo Montalbano!

Avviso ai lettori.

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il nostro blog interessante, aiutaci a mantenerlo con una piccola donazione. La nostra unica forza sono i lettori come te. Il tuo sostegno è importante per noi, effettua qui una donazione con paypal!

12 commenti su “Timballo di anelletti al forno: la ricetta palermitana.”

  1. Piatto da rito quasi settimanale per noi Palermitani !
    Concordo con la besciamella per umettare ben bene e arricchirla; ma io non rinuncio alla presenza all’interno delle melanzane fritte!5 stars

    1. Le melanzane di certo arricchiscono ed è una versione che non mi dispiace, ma le preferisco a fette a rivestimento del timballo piuttosto che all’interno, anche per non ridurre la proporzione umido (condimento) / solido (pasta), che come ribadito più volte deve essere 1:1 minimo.

  2. Buonissima Biagio.
    Anche io la faccio così con l’aggiunta di besciamella, come vedi però mio marito ci vuole le melanzane fritte?!!5 stars