Tagliatelle alla boscaiola

Buonissime e veloci da preparare, le tagliatelle alla boscaiola sono un classico della cucina italiana, un primo piatto ideale per dare il benvenuto all’autunno. Questo primo piatto rustico e saporito è una buona soluzione per quando hai voglia di qualcosa di sfizioso, ma non hai abbastanza tempo da passare davanti ai fornelli.

Buonissime e veloci da preparare, le tagliatelle alla boscaiola sono un classico della cucina italiana, un primo piatto ideale per dare il benvenuto all’autunno. Questo primo piatto rustico e saporito è una buona soluzione per quando hai voglia di qualcosa di sfizioso, ma non hai abbastanza tempo da passare davanti ai fornelli.

Questo post contiene link di affiliazione Amazon. Quando acquisti un prodotto utilizzando i link in qualità di Affiliato Amazon ricevo un guadagno dagli acquisti idonei. Ciò contribuisce al mantenimento di questo blog senza costare nulla in più per te. Grazie in anticipo!

L’aggettivo “alla boscaiola” nella cucina italiana è riferito a del cibo cucinato con funghi, con particolare riferimento a una salsa a base di funghi con cui si condisce diversi tipi di piatti, tra cui la pasta asciutta, piatto immancabile nei menu delle trattorie.

La pasta alla boscaiola è una ricetta di cucina casalinga diffusa e apprezzata in tutta Italia e di cui esistono infinite versioni e varianti.

Tagliatelle alla boscaiola

Versioni di boscaiola.

Sebbene alcuni fanno risalire le origini di questo piatto alla cucina dell’appennino tosco-emiliano, non esiste di questo una ricetta originale codificata.

La ricetta della pasta alla boscaiola più comune prevede un sugo di porcini cotti con olio e cipolla, pancetta affumicata e pomodoro, ma non mancano versioni dove sono presenti olive nere o piselli, salsiccia o prosciutto cotto. Nella nostra ricetta delle tagliatelle alla boscaiola abbiamo aggiunto al gusto sapido e speziato della salsiccia le note affumicate dello speck!

Di boscaiola esistono, oltre alla versione rossa con pomodoro, una versione bianca con panna e una “macchiata” con pomodoro e panna, come nel caso della ricetta che stai leggendo.

Il tipo di funghi impiegato varia a seconda della ricetta e della disponibilità. Sebbene si preferiscano i porcini e i finferli freschi perché particolarmente profumati e carnosi, spesso l’alternativa sono i meno costosi e più facilmente reperibili funghi champignon. Per la nostra ricetta abbiamo scelto dei funghi cremini, una versione più matura dei funghi champignon, caratterizzati da una tonalità più scura e un gusto più pronunciato. L’utilizzo di funghi coltivati, così come dei porcini congelati, consente la preparazione fuori stagione di questo piatto.

Anche la scelta della pasta è piuttosto libera, tuttavia il formato preferito risulta essere quello corto: penne rigate, caserecce, rigatoni, mezze maniche, ma questo sugo ricco e cremoso rende al meglio se abbinato a della pasta porosa, come ad esempio delle tagliatelle all’uovo fresche.

 

Preparazione 18 minuti
Cottura 30 minuti
Tempo totale 48 minuti

Tagliatelle alla boscaiola

di Biagio Barraco
Un piatto che negli anni ottanta aveva successo nella cucina casalinga così come nei menù di molte trattorie.
5 da 1 voto

Vota anche tu questa ricetta!

Commenta! Pin Ricetta Stampa ricetta
PortataPrimo piatto
DifficoltàBassa
Porzioni 4 persone
Calorie a porzione 620 kcal

I dati sono forniti al solo scopo informativo e non sostituiscono la consultazione di un medico o di un professionista qualificato. In particolare: il dato delle calorie non è da ritenersi un consiglio alimentare o nutrizionale, i valori indicati sono puramente indicativi; si prega di consultare le etichette degli alimenti per informazioni su allergeni e intolleranze.

Attenzione agli allergeni presenti.

Ingredienti

Istruzioni

  • Monda e taglia a piccoli pezzetti i cipollotti e i gambi di sedano.
  • Pela la carota quindi tagliala a dadini piccolissimi.
    Monda lo spicchio di aglio, dividilo in due per la lunghezza e privalo del germoglio interno.
    Raggruppa gli ingredienti per il soffritto in una scodella.
  • Pulisci i funghi eliminando l’eccesso di terra con un coltellino, quindi strofinali con un panno umido e tagliali a fette sottili.
  • Elimina il budello della salsiccia e raccogli la carne in una ciotola.
  • Taglia lo speck a fette spesse, quindi ricava delle strisce e tagliandole ricava infine dei cubetti.
  • Metti due cucchiai di olio in padella e lascia rosolare gli ingredienti del soffritto a cui aggiungerai una foglia di salvia.
    Quando il soffritto si è appassito aggiungi la salsiccia e lasciala rosolare per 5 minuti.
  • Quando la salsiccia si è sbianchita aggiungi lo speck a cubetti. Lascia rosolare ancora per 5 minuti.
  • Alza la fiamma e sfuma con vino rosso e quando l'alcol è completamente evaporato aggiungi i funghi affettati.
    Lascia rosolare per qualche minuto a fuoco dolce.
  • Aggiungi il concentrato di pomodoro e stemperalo con mezzo bicchiere d'acqua. Infine aggiungi la panna, mescola e amalgama il tutto.
  • Lascia insaporire la salsa per qualche minuto a fiamma molto bassa. Aggiusta di sale e intanto lessa le tagliatelle fresche, ci vogliono 4 - 5 minuti.
    Scola la pasta ben al dente e aggiungila al condimento in padella.
    Spolvera con il formaggio grattugiato e maneggia per qualche istante, quindi servi in porzioni individuali spolverate con poco prezzemolo tritato.

Avviso ai lettori.

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il nostro blog interessante, aiutaci a mantenerlo con una piccola donazione. La nostra unica forza sono i lettori come te. Il tuo sostegno è importante per noi, effettua qui una donazione con paypal!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vota questa ricetta!




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto