Taganu di Aragona: pasticcio della tradizione pasquale siciliana

Un ricco timballo di pasta al forno che è un autentico capolavoro culinario della Pasqua siciliana, un vero trionfo di prodotti contadini dai sapori genuini che si fondono armoniosamente in un piatto tipico unico e delizioso.

Taganu di Aragona, conosciuto anche come Tianu di Aragona

Il Taganu di Aragona, conosciuto anche come Tianu di Aragona, è un goloso pasticcio di pasta al forno caratterizzato da una farcitura ricca a base di carne, formaggio e uova. Tipico di Aragona, una cittadina siciliana che si trova nella provincia agrigentina. Questo sontuoso timballo di pasta deve il suo nome alla sua caratteristica preparazione in un tegame di terracotta, comunemente detto in lingua siciliana taganu o tianu.

Questo post contiene link di affiliazione Amazon. Quando acquisti un prodotto utilizzando i link in qualità di Affiliato Amazon ricevo un guadagno dagli acquisti idonei. Ciò contribuisce al mantenimento di questo blog senza costare nulla in più per te. Grazie in anticipo!

Si tratta di un piatto di sostanza, ricco di gusto e tipico del periodo di Pasqua. Nel paese di Aragona ogni anno, la prima domenica successiva alla Pasqua, si svolge la Sagra del Taganu, un’importante manifestazione che da rilievo a questo prodotto alimentare unico nel suo genere e per questo inserito tra i prodotti agroalimentari territoriali tradizionali della Regione Siciliana.

Origini della ricetta.

La leggenda narra che il Principe d’Aragona introdusse questo piatto per festeggiare la Pasqua con i suoi contadini, ma le origini di questa pietanza sono da ricercare nella cucina no-spreco tipica dei centri rurali, dove non era raro che le massaie, mettendo insieme i pochi ingredienti disponibili, creassero piatti così eccellenti da divenire col tempo tradizionali.

Taganu di Aragona, conosciuto anche come Tianu di Aragona

Anticamente il Taganu di Aragona si preparava sigillando gli ingredienti dentro dei contenitori di terracotta a perdere. Questi dopo essere stati posti a cuocere nei forni a legna, venivano rotti per estrarre il delizioso contenuto. Questa antica pratica è diventata col tempo una tradizione del Sabato Santo, quando tutta la famiglia si riunisce per preparare il Taganu per poi consumarlo insieme nelle giornate di Pasqua o Pasquetta

Taganu di Aragona, un gusto che conquista.

Il Taganu di Aragona si distingue per il suo sapore intenso. La carne del ragù, impreziosita dalla cannella, si sposa perfettamente con la ricchezza delle uova e del formaggio grattugiato a cui lo zafferano dona un aroma inconfondibile. La sua consistenza e i sapori arricchiti dalla lenta cottura nel tegame di terracotta, rendono Il Taganu un’esperienza gastronomica straordinaria per il suo gusto intrigante, capace di conquistare anche i palati più esigenti.

Taganu di Aragona, conosciuto anche come Tianu di Aragona

La ricetta del Taganu di Aragona.

Non esiste una ricetta autentica del Taganu di Aragona, poiché ogni famiglia detiene la propria versione “vera e autentica”. Tuttavia, gli ingredienti di base includono sempre pasta (preferibilmente rigatoni), uova, formaggio e, talvolta, carne tritata semplicemente rosolata con della cipolla o delle polpettine. La nostra ricetta propone un ragù arricchito con piselli, preparato con il supporto di un robot da cucina per una cottura impeccabile. Ti consigliamo di prepararlo il giorno prima in modo che riposando i sapori si armonizzino al meglio.

Le indicazioni che riportiamo nella nostra ricetta possono essere utilizzate con qualunque altra marca di robot da cucina. Se non hai un robot da cucina, il ragù puoi prepararlo secondo la ricetta tradizionale.

La cottura nel coccio richiede accortezza e il mantenimento delle temperature non troppo alte, soprattutto nella fase iniziale. La scelta della terracotta non è solo legata al rispetto della tradizione, ma è questo un materiale che, trasmettendo il calore in modo più dolce di quanto non farebbe una teglia in metallo, agevola la cottura lenta del pasticcio che diversamente cuocerebbe troppo rapidamente.

Preparazione 20 minuti
Cottura 3 ore 10 minuti
Riposo 30 minuti
Tempo totale 4 ore

Taganu di Aragona

di Biagio Barraco
Un ricco timballo di pasta al forno che è un autentico capolavoro culinario della Pasqua siciliana, un vero trionfo di prodotti contadini dai sapori genuini che si fondono armoniosamente in un piatto tipico unico e delizioso.
5 da 2 voti

Vota anche tu questa ricetta!

Commenta! Pin Ricetta Stampa ricetta
PortataPiatto unico
DifficoltàBassa
Porzioni 4 persone
Calorie a porzione 810 kcal

I dati sono forniti al solo scopo informativo e non sostituiscono la consultazione di un medico o di un professionista qualificato. In particolare: il dato delle calorie non è da ritenersi un consiglio alimentare o nutrizionale, i valori indicati sono puramente indicativi; si prega di consultare le etichette degli alimenti per informazioni su allergeni e intolleranze.

Attenzione agli allergeni presenti.

Ingredienti

Per la pasta
Per il ragù

Istruzioni

Preparazione del ragù di carne (indicazioni per robot da cucina)

  • Robot Mambo 9590 – Accessori impiegati: Brocca Mambo Havana e cucchiaio MamboMix
    Soffriggi la cipolla tritata nell’olio d’oliva per 6 minuti. Velocità 2 – Temperatura 120*C – Potenza 10
    Aggiungi il tritato di carne e fallo rosolare per 10 minuti. Velocità 1 temperatura 100°C – Potenza 8
    Aggiungi l’alloro e le spezie, quindi sfuma con il vino bianco per 5 minuti. Velocità 2 – Temperatura 120°C – Potenza 8.
    Aggiungi il doppio concentrato di pomodoro e mescola il tutto.
  • Aggiungi alla brocca anche la salsa di pomodoro e un po’ d’acqua. Lascia cuocere per 5 minuti Velocità 2 – Temperatura 90° – Potenza 8
    Aggiungi i pisellini e fai cuocere per 1 ora. Velocità 1 – Temperatura 87°C – Potenza 6
    A cottura ultimata fai raffreddare il condimento e poi lascialo riposare in frigorifero fino a quando non dovrai impiegarlo.

Preparazione del “tianu”.

  • Sbatti con la frusta le uova a cui avrai aggiunto il latte, il caciocavallo grattugiato, il prezzemolo, la curcuma, il pepe macinato lo zafferano e 1 cucchiaino di sale.
  • Lessa la pasta per 5 minuti in acqua bollente salata. Tieni conto che deve rimanere ancora abbastanza dura in modo da completare la sua cottura insieme ai condimenti in tegame.
  • Intanto che cuoce la pasta, ungi l'interno del tegame di terracotta con un po' di olio e cospargilo uniformemente di pangrattato.
  • Appena la pasta è pronta, scolala e mescolala ancora calda con il burro. Quando questo si è sciolto per bene aggiungi il formaggio grattugiato e continua a mescolare.
    Successivamente aggiungi un mestolo di ragù freddo e incorporalo alla pasta mescolando bene.
    A questo punto la temperatura della pasta si sarà abbassata e potrai unire a essa un paio di mestoli delle uova sbattute preparate in precedenza.
  • Trasferisci circa un terzo di pasta nel tegame di terracotta, quindi ricoprila con fette di tuma tagliate sottili. Disponi sopra esse un mestolo di ragù, infine completa questo primo strato con un mestolo del composto di uova.
  • Forma altri due strati identici alternati come il precedente. Procedi in questo modo ricordandoti che l’ultimo strato dovrà essere composto da fette di tuma e uno strato finale ottenuto versando il rimanente battuto di uova.
  • Inforna per 20 minuti il tianu, chiuso con il suo coperchio, nel forno preriscaldato a 180°C. Poi togli il coperchio e continua la cottura per altri 40 – 50 minuti facendo attenzione che la superficie si asciughi senza bruciare.
    Lascia riposare il tianu almeno 30 minuti prima di servire le porzioni.

Vino consigliato per il Taganu di Aragona.

Per accompagnare il ricco e saporito Taganu di Aragona, ti consigliamo di optare per un vino rosso robusto e strutturato, in grado di bilanciare i sapori intensi del piatto.

  • Nero d’Avola: un vino rosso DOC siciliano prodotto da uve Nero d’Avola in purezza. Si distingue per il suo colore rosso rubino intenso, il profumo complesso di frutta matura, spezie e liquirizia, e il gusto pieno, caldo e persistente. Il Nero d’Avola ha un tannino robusto e un’acidità ben bilanciata, che lo rendono un vino perfetto per accompagnare carni rosse, formaggi stagionati e piatti strutturati come il Taganu di Aragona.
  • Etna Rosso DOC: un altro vino rosso siciliano DOC prodotto da uve Nerello Mascalese e Nerello Capuana, spesso con l’aggiunta di uve minori come il Frappato e il Catarratto. L’Etna Rosso si distingue per il suo colore rosso granato intenso, il profumo minerale e vulcanico con sentori di frutta rossa, viola e spezie, e il gusto corposo, caldo e persistente, con un tannino deciso e un’acidità ben bilanciata. L’Etna Rosso è un vino perfetto per accompagnare piatti di carne rossa, selvaggina e formaggi stagionati, come il Taganu di Aragona.
  • Syrah Sicilia Doc: un vino del territorio isolano corposo e strutturato, dalle note minerali e sapide che ben si sposano con i sapori intensi del piatto. I tannini presenti aiutano a pulire il palato dalla componente grassa del piatto, lasciando una piacevole sensazione di freschezza.
Taganu di Aragona, conosciuto anche come Tianu di Aragona

Conclusioni.

Il Taganu di Aragona non è solo un piatto, ma un simbolo di convivialità e tradizione che continua a deliziare le tavole siciliane durante le festività pasquali. Con la sua storia affascinante e i suoi sapori irresistibili, questo goloso pasticcio rappresenta l’anima culinaria di Aragona. Se sei alla ricerca di un primo piatto ricco e saporito con cui stupire i tuoi commensali, il Taganu di Aragona è la scelta ideale per un’esperienza culinaria davvero indimenticabile.

Avviso ai lettori.

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il nostro blog interessante, aiutaci a mantenerlo con una piccola donazione. La nostra unica forza sono i lettori come te. Il tuo sostegno è importante per noi, effettua qui una donazione con paypal!

2 commenti su “Taganu di Aragona: pasticcio della tradizione pasquale siciliana”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vota questa ricetta!