Tabulè di verdure alla siciliana

Il tabulè di verdure alla siciliana è una versione isolana del noto piatto di cucina mediorientale, una ricetta molto gustosa dove gli ortaggi estivi vengono fritti separatamente prima di essere mescolati con erbe, spezie aromi.

tabulè di verdure alla siciliana

Il tabulè di verdure alla siciliana è una versione isolana del noto piatto di cucina mediorientale, una ricetta molto gustosa dove gli ortaggi estivi vengono fritti separatamente prima di essere mescolati con erbe, spezie aromi.

Questo post contiene link di affiliazione Amazon. Quando acquisti un prodotto utilizzando i link in qualità di Affiliato Amazon ricevo un guadagno dagli acquisti idonei. Ciò contribuisce al mantenimento di questo blog senza costare nulla in più per te. Grazie in anticipo!

Il tabulè è un’insalata di grano tipica dei paesi arabi di levante, del Libano e della Siria in particolare, che si è diffusa in tutta l’area del Mediterraneo. Questa pietanza è presente anche nella tradizione gastronomica siciliana, soprattutto in quella della parte occidentale dell’isola, molto vicina alla cultura araba.

In Sicilia, per via della maggiore “confidenza” con il cous cous, il tabulè si prepara come quello francese, cioè con la semola da cous cous piuttosto che con il bulgur come invece vuole la tradizione della cucina levantina. Il motivo di questa scelta è sostanzialmente di natura pratica: nell’isola è consuetudine che le massaie in estate recuperino la semola avanzata dalla preparazione del cùscusu di pesce per farne delle insalate da portare in spiaggia per uno spuntino in riva al mare.

tabulè di verdure alla siciliana

La nostra ricetta del tabulè di verdure alla siciliana.

Noi non avendo semola avanzata dal giorno prima, abbiamo scelto di utilizzare un bulgur bio, la cui cottura tra l’altro è più semplice di quella della semola da cous cous.

Secondo l’uso delle massaie siciliane, le verdure devono essere fritte un tipo alla volta, lasciate scolare, raffreddare e poi aggiunte al cous cous freddo. Oggi una più diffusa cultura alimentare salutista fa preferire il tabulè con i vegetali grigliati.

La nostra ricetta è una versione a metà strada tra quella tradizionale siciliana, cioè con gli ortaggi estivi rigorosamente fritti e quella originaria libanese con bulgur, spezie ed erbe aromatiche. Il risultato è assolutamente da provare!

Se gli ortaggi fritti rendono il piatto goloso, sebbene non leggerissimo, il profumo inebriante delle spezie orientali (cumino, curcuma e pepe nero) e le note “fresche” della scorza di limone verde e della menta, ne fanno un piatto dal profilo aromatico davvero interessante.

tabulè di verdure alla siciliana

Il nostro tabulè di verdure alla siciliana sarebbe un piatto facile da preparare se non richiedesse una lunga preparazione degli ingredienti. Questi sono fritti singolarmente, o grigliati a seconda della preferenza, tuttavia rimane una pietanza pratica che si può preparare in anticipo.

Conclusioni.

Valida alternativa alla classica insalata di riso, il tabulè di verdure alla siciliana è il piatto freddo ideale per le tue cene estive!

Come la versione classica libanese, è questo un piatto adatto a vegani e vegetariani.

Preparazione 35 minuti
Cottura 1 ora 15 minuti
Riposo 45 minuti
Tempo totale 2 ore 35 minuti

Tabulè di verdure alla siciliana

di Biagio Barraco
Una versione siciliana della pietanza araba preparata con verdure fritte e spezie orientali.
5 da 2 voti

Vota anche tu questa ricetta!

Commenta! Pin Ricetta Stampa ricetta
PortataPiatto unico
DifficoltàBassa
Porzioni 6 persone
Calorie a porzione 425 kcal

I dati sono forniti al solo scopo informativo e non sostituiscono la consultazione di un medico o di un professionista qualificato. In particolare: il dato delle calorie non è da ritenersi un consiglio alimentare o nutrizionale, i valori indicati sono puramente indicativi; si prega di consultare le etichette degli alimenti per informazioni su allergeni e intolleranze.

Attenzione agli allergeni presenti.

Ingredienti

Istruzioni

Preparazione degli ortaggi

  • Come prima cosa dovrai preparare tutti i vegetali a cominciare dai pomodorini che vanno divisi in due e messi a marinare in olio di oliva, sale, pepe, lo zucchero, 2 cucchiaini di aglio granulare e il timo. Lasciali a riposare fino al momento della loro cottura.
    Lava e affetta le zucchine e lasciale scolare della loro acqua di vegetazione.
  • La melanzana va privata del peduncolo e di un po' di buccia, ma non la togliere del tutto. Tagliala a cubetti non troppo piccoli e lascia anche questi a deporre la loro acqua di vegetazione.
  • Procedi adesso con i peperoni. Questi dopo averli lavati vanno ripuliti dal picciolo, dai semi e dalla parte biancastra al loro interno.
    Affettali a listarelle della stessa dimensione e tienili da parte.

Frittura degli ortaggi

  • La frittura profonda dei vegetali va fatta un tipo di ortaggio alla volta a cominciare dalle zucchine verdi. Friggile in olio di semi di arachidi ben caldo e non appena saranno dorate mettile a scolare sopra una griglietta.
    Quando avrai finito con le zucchine, compi la stessa operazione con le melanzane, ti raccomando di friggerne poco per volta per avere una frittura asciutta e croccante.
    Ricorda di salare gli ortaggi solo alla fine quando saranno asciutti.
  • Alla fine termina con la frittura delle listarelle di peperoni. Lasciale dorare per bene e poi scolale e lasciale a deporre l'olio in eccesso su una griglietta. Condisci con il sale dopo qualche minuto.
  • Pela e affetta per la lunghezza le cipolle di Tropea, quindi lasciale rosolare in olio di oliva per qualche minuto. Aggiungi il peperoncino sminuzzato e un pizzico di sale, quindi attendi che appassiscano.
    Sfuma con il vino bianco e lascia evaporare la parte alcolica, quindi spegni la fiamma e mettile da parte.
  • Adesso è la volta dei pomodorini che avevi lasciato a marinare, mettili in padella ben calda e lascia che appassiscano da tutte le parti muovendoli con un cucchiaio di tanto in tanto. Quando saranno pronti mettili da parte in attessa di utilizzarli per assemblare il piatto.

Preparazione del bulgur e assemblaggio del piatto.

  • In una pentola metti l'acqua a bollire, aggiungi sale come se si trattasse di lessare la pasta, non appena giunge a ebollizione cala il bulgur e lascialo cuocere per il tempo indicato nella confezione, di solito 10 minuti dovrebbero bastare.
    Intanto che attendi la cottura prepara la miscela di spezie per condire il grano spezzato e trita il mazzetto di aromi. In una ciotolina metti insieme 1 cucchiaino di aglio granulare, la curcuma, il cumino e il pepe nero, quindi mescolali tra loro.
  • Scola il bulgur e lascialo riposare per 30 minuti in un ampia ciotola.
    Trascorso il tempo condiscilo con le spezie, il trito di erbe e la scorza di limone grattugiata, quindi dai una bella mescolata.
    Aggiungi le cipolle, i peperoni e i pomodorini, avendo cura ogni volta di dare una bella mescolata.
  • Completa il piatto aggiungendo le melanzane e le zucchine, Anche in questo caso mescola il tutto sempre molto delicatamente.
  • Lascia riposare in frigo per 15 minuti prima di servire le porzioni individuali.

Note

 
 
 
 

Avviso ai lettori.

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il nostro blog interessante, aiutaci a mantenerlo con una piccola donazione. La nostra unica forza sono i lettori come te. Il tuo sostegno è importante per noi, effettua qui una donazione con paypal!