Taboulè libanese

Dalla un piatto ... !

>> , , , ,

Il taboulè libanese è un piatto fresco perfetto per una leggera cena estiva o per uno spuntino in spiaggia.  Pur essendo un piatto tipico di questa cucina, come la melitzanosalata greca, fa parte dei mezze (antipasti) più diffusi in tutto il Medio Oriente dove è conosciuto anche con i nomi di tabulètabbouli tamboulì, e spesso servito freddo come street food dagli ambulanti dei Suq.

taboulè libanese

Si tratta di un insalata, piuttosto semplice da fare, dove le erbe aromatiche hanno un ruolo fondamentale. Però il protagonista assoluto del piatto è senza dubbio il bulgur.

Varianti del taboulè.

Il nome della pietanza deriva dall’arabo “taabil” parola che significa “stagionale” e che nello specifico indica un piatto la cui freschezza è ideale per il consumo in Estate.

A seconda del paese, in Medio Oriente esistono diversi modi di preparare la pietanza. L’originale taboulé libanese prevede una quantità di erbe aromatiche proporzionalmente superiore alla quantità di bulgur. Tradizionalmente in Libano si mangia questa pietanza attingendo dal piatto comune con delle foglie di lattuga romana usate come cucchiai.

In Turchia il piatto prende il nome di kisir ed è arricchito da passata di pomodoro e succo di melograno. In Armenia, dove la pietanza viene chiamata eetch, il bulgur si presenta con grana più fine e di colore rossastro dato per via del condimento a base salsa di pomodori, paprika e peperoni.

Taboulè francese.

In Francia il taboulè è divenuto un piatto della cucina nazionale. Ispirato a quello libanese, il piatto transalpino si distingue per l’impiego di semola da couscous proveniente dalle ex-colonie nordafricane e ancora sotto influenza francese: Marocco, Algeria e Tunisia.

Differenza tra bulgur e semola da couscous.

Il bulgur è costituito da semi di grano duro integrale spezzati grossolanamente dopo la germinazione, quindi bolliti ed essiccati, mentre la semola da couscous si produce dalla macinatura grossolana del grano duro.

taboulè libanese

La mia ricetta di taboulé libanese.

In Sicilia per via della conoscenza e attitudine culinaria più specifica con il couscous piuttosto che con il burgul, il taboulè prevalentemente si prepara come quello francese con la semola da couscous. Così io ho fatto. Il risultato è buono ugualmente anche perché ho utilizzato un couscous con chicco abbastanza grosso. Nulla vieta di acquistare una confezione di bulgur e preparalo al posto del couscous.

Come erbe aromatiche ho utilizzato, oltre al prezzemolo e la menta, anche del basilico, ma non in proporzioni libanesi. Oltre ai pomodori (ciliegino di Vittoria) e i cetrioli, ho impiegato anche un gambo di sedano e delle fettine di freschissimo limone bio appena raccolto. Per la cipolla ho scelto una rossa di Tropea, secondo me più adatta ad un consumo a crudo, perché più dolce e delicata.

La ricetta prevede del couscous già cotto la cui ricetta puoi leggerla qui. Puoi utilizzare il burgul (più autenticamente libanese) la cui cottura è più semplice del couscous. Come prepararlo lo trovi indicato all’interno della ricetta.

Taboulè Libanese

un insalata, piuttosto semplice da fare, dove le erbe aromatiche hanno un ruolo fondamentale. Però il protagonista assoluto del piatto è senza dubbio il bulgur.
5 da 1 voto
Preparazione: 15 minuti
Cottura: 15 minuti
Riposo: 2 ore
Tempo totale: 2 ore 30 minuti
Portata: Insalata
Cucina: Mediorientale
Keyword: taboulè
Difficoltà: facile
Porzioni: 6 persone
Calorie: 190kcal
Costo approssimativo: € 5,00

Ingredienti

  • 250 g bulgur in alternativa 500 g di semola di couscous preparata secondo la ricetta che trovi qui.
  • 1 cetriolo
  • 1 cipolla rossa di Tropea
  • 1 mazzetto prezzemolo
  • 1 mazzetto menta fresca
  • 1 mazzetto basilico
  • 1 costa sedano
  • 250 g pomodorini maturi ciliegino o datterino
  • 2 limoni bio
  • 2 cucchiai olio extravergine d'oliva
  • 20 g radice di zenzero
  • 1 cucchiaino cardamomo macinato
  • q.b. sale e pepe

Istruzioni

Cuocere il bulgur.

  • Per mantenere il chicco al dente è consigliato tostare il bulgur saltandolo in padella senza olio e avendo cura di non farlo bruciare.
  • Dopo aver tostato il burgul ricoprilo con acqua fredda di pari volume al burgul. Quando raggiunge il bollore, aggiungi il sale. Quando l’acqua sarà del tutto assorbita il bulgur sarà pronto!
  • Per completare la cottura dovrebbero bastare circa 15 minuti, in ogni caso è raccomandato seguire le indicazioni riportate nella confezione.
  • Lascia raffredare per bene prima di impiegarlo nel taboulè.

Preparazione del Taboulè.

  • Lava per bene il cetriolo ed affettalo molto sottilmente. Non eliminare la buccia! Quindi trasferisci le fettine nel contenitore dove si trova il burgul o couscous già raffreddato.
  • Lava ed affetta una costa di sedano. Anche questa va tagliata molto finemente e trasferita nel contenitore con gli altri ingredienti.
  • Affetta molto sottilmente anche la cipolla. Ti consiglio qualora non usassi una cipolla di Tropea, di mettere le fettine in ammollo con acqua e sale e di strizzarle per bene prima di trasferirle nel contenitore con gli altri ingredienti.
  • Trita finemente le erbe aromatiche e dividi in due i pomodorini, quindi trasferiscili nell'insalatiera.
  • Mescola bene gli ingredienti dell'insalatiera e condisci con una grattuggiata di zenzero, il succo di un limone. l'olio d'oliva, il cardamomo, sale e pepe (peperoncino solo per chi lo desidera).
  • Mescola per bene gli ingredienti e aggiungi anche delle fettine di limone tagliate molto sottili.
  • Lascia raffreddare in frigorifero prima di servire. Il taboulè è più buono se mangiato il giorno dopo.

Video

Commenta e vota questa ricetta

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.