Spaghetti Perciasacchi cardoncelli e guanciale

Gli spaghetti Perciasacchi cardoncelli e guanciale costituiscono un primo piatto genuino e sostanzioso, ma anche delizioso. Una pietanza che unisce insieme il sapore intenso della pasta di semola di grani antichi, a quello corposo del guanciale addolcito dal delicato gusto dei cardoncelli. Questo post contiene link di affiliazione Amazon. Quando acquisti un prodotto utilizzando i […]

spaghetti perciasacchi cardoncelli e guanciale

Gli spaghetti Perciasacchi cardoncelli e guanciale costituiscono un primo piatto genuino e sostanzioso, ma anche delizioso. Una pietanza che unisce insieme il sapore intenso della pasta di semola di grani antichi, a quello corposo del guanciale addolcito dal delicato gusto dei cardoncelli.

Questo post contiene link di affiliazione Amazon. Quando acquisti un prodotto utilizzando i link in qualità di Affiliato Amazon ricevo un guadagno dagli acquisti idonei. Ciò contribuisce al mantenimento di questo blog senza costare nulla in più per te. Grazie in anticipo!

I funghi cardoncelli, molti lo sanno ormai, sono tra quelli che preferisco di più perché rimangono consistenti dopo la cottura e perché il loro sapore delicato riesce a legare con ogni sorta d’ingrediente, e anche in questo caso l’accoppiata guanciale – cardoncelli non tradisce le aspettative.

Una pasta davvero speciale

Gli spaghetti di Perciasacchi di Molini del Ponte completano l’opera. Questi hanno caratteristiche speciali che li rendono perfetti per questo condimento rustico a base di guanciale e cardoncelli. Ti dico subito che si tratta di spaghetti spessi e rustici, quasi degli spaghettoni direi. Questi sono trafilati al bronzo, quindi abbastanza ruvidi ed hanno il pregio di essere essiccati lentamente ad una temperatura mai superiore ai 38°C.

Elemento d’importantissima rilevanza è che si tratta di una pasta di semola di Perciasacchi, un grano antico siciliano di altissima qualità che dona a questi spaghetti Perciasacchi cardoncelli e guanciale un profumo intenso e un sapore di altri tempi.

spaghetti perciasacchi cardoncelli e guanciale

Grano Perciasacchi, di cosa si tratta?

Tra i grani antichi siciliani il Perciasacchi è il più pregiato, e il suo nome, che in dialetto siciliano significa letteralmente buca sacchi, deriva dalla forma appuntita della cariosside che bucava i sacchi di juta in cui era contenuto per il trasporto.

Caratteristiche

Si tratta di un grano molto resistente alla siccità che si presta molto bene alla produzione biologica, poiché grazie al suo patrimonio cromosomico non richiede fertilizzanti chimici. Inoltre, la sua altezza (1,5- 1,8 m), riesce ad avere la meglio sulle erbe infestanti senza l’ausilio di erbicidi.

Le caratteristiche di questo grano autoctono siciliano sono simili a quelle del grano Khorasan, dopotutto si tratta dello stesso tipo di grano, cioè il Triticum turgidum ssp. Turanicum. Le proprietà salutistiche del Khorasan, meglio conosciuto col suo nome commerciale "Kamut", si ritrovano identiche nel grano Perciasacchi.

Ottima è la pasta secca che si produce con la farina integrale di questa varietà di grano. Il suo indice glicemico è più basso rispetto ai prodotti derivati da frumento tenero.

Preparazione 18 minuti
Cottura 25 minuti
Tempo totale 43 minuti

Spaghetti Perciasacchi cardoncelli e guanciale

di Biagio Barraco
Dalla sana e genuina cucina mediterranea, un primo piatto ricco e gustoso.
5 da 2 voti

Vota anche tu questa ricetta!

Commenta! Pin Ricetta Stampa ricetta
PortataPrimo piatto
DifficoltàBassa
Porzioni 4 persone
Calorie a porzione 467 kcal

I dati sono forniti al solo scopo informativo e non sostituiscono la consultazione di un medico o di un professionista qualificato. In particolare: il dato delle calorie non è da ritenersi un consiglio alimentare o nutrizionale, i valori indicati sono puramente indicativi; si prega di consultare le etichette degli alimenti per informazioni su allergeni e intolleranze.

Attenzione agli allergeni presenti.

Ingredienti

Istruzioni

  • Come prima cosa recidi la base dei gambi dei fungi e puliscili dal terriccio strofinandoli delicatamente con un panno umido. Quindi tagliali a strisce non troppo sottili e mettili da parte.
  • Lava per bene il prezzemolo e tritalo finemente, quindi mettilo da parte a scolare e asciugare.
    Taglia il cipollotto finemente e uniscilo all'aglio diviso per la lunghezza e privato del germoglio interno. Aggiungi anche il peperoncino sminuzzato e la scorza d'arancia e metti il tutto in una larga padella a rosolare nell'olio d'oliva.
    Accendi il fuoco alla pentola con l'acqua per cuocere gli spaghetti e portala a bollore,
  • Quando il soffritto si è appena imbiondito aggiungi il guanciale tagliato a listarelle. Mescola e quando diviene trasparente aggiungi i funghi al condimento e lasciali appassire.
    Puoi calare gli spaghetti nell'acqua bollente opportunamente salata.
  • Aggiungi un po' di acqua di cottura della pasta e lascia cuocere il condimento ancora per un po'. Assaggia e aggiustalo di sale se occorre.
    Scola la pasta al dente e trasferiscila nella padella col condimento. Aggiungi il prezzemolo tritato e maneggiala per un po' (se occorre aggiungi un mestolo d'acqua di cottura degli spaghetti). Impiatta e servi ben caldo.

I cardoncelli sono funghi non solo eccellenti sotto il profilo organolettico, ma anche facili da coltivare in casa, basta acquistare dei panetti di substrato seguire le poche e semplici indicazioni e il gioco è fatto.

Istruzioni per la coltivazione qui.

Avviso ai lettori.

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il nostro blog interessante, aiutaci a mantenerlo con una piccola donazione. La nostra unica forza sono i lettori come te. Il tuo sostegno è importante per noi, effettua qui una donazione con paypal!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vota questa ricetta!




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.