Sfinci di patate marsalesi

Deliziosi bocconcini di pasta fritta zuccherata, sono i tradizionali dolcetti delle feste,

Post simili a questo

Farcitura alla carne per rosticceria palermitana

La farcitura alla carne è una sorta di ragù con carne e piselli, un "preparato" utilizzato nelle gastronomie e rosticcerie della città, oltre che per confezionare le famose arancine, per realizzare diverse ricette di rosticceria tipica meno note: ravazzate, rizzuole, spiedini ecc...

Coda alla vaccinara

La coda alla vaccinara è il piatto tipico della...

Calamari ripieni dell’isola di Salina

Calamari ripieni dell'isola di Salina, alla fine ho deciso di chiamarli così i calamari ripieni che preparava la Signora Maria nella stupenda isola dell'Eolie. La Signora, che ci aveva affittato la casa per le vacanze, cucinava ogni giorno piatti semplici, ma straordinari. Eccellenti e genuini erano gli ingredienti che utilizzava e le sue mani ossute compivano gesti di sapienza millenaria, nel preparare quei deliziosi manicaretti.

Wok pentola multiuso sorprendente

Cosa sia il wok, penso che un po' tutti, appassionati di cucina o meno, lo sanno. Se però pensi che questa sorta di padella fonda e di forma semisferica serva solo per preparare "pietanze esotiche", ti stai sbagliando! In effetti, non tutti sanno che questo strumento può essere di grandissima utilità anche nella cucina occidentale.

Ultimi articoli

Condividi

Le sfinci di patate marsalesi sono dei deliziosi e morbidi bocconcini dolci che si preparano con pochi e semplici ingredienti. Si tratta di semplici palline di pasta fritte e cosparse con zucchero e cannella. Un dolce povero della tradizione siciliana che si prepara in famiglia in grandi quantità per fare festa nei periodi di Carnevale e di Natale.

In tutta la Sicilia esistono diverse varianti di queste morbide frittelle. La ricetta che ti propongo è quella tipica di Marsala dove si preparano con farina, latte e patate lesse.

L’impasto fritto a cucchiaiate nell’olio bollente è una vera leccornia. Le massaie lilibetane sono molto esigenti per ciò che riguarda la loro preparazione, un’operazione non proprio semplicissima.

Sfinci di patate marsalesi

Molta attenzione viene posta per ottenere tante paline, della stessa dimensione, “a misura di vucca“ (grandi quanto un boccone). In pratica, secondo gli usi marsalesi, le sfincette a regola d’arte sono quelle che possono essere mangiate in un sol boccone.

Da non confondere con le palermitane Sfinci di San Giuseppe, le sfinci di patate marsalesi si gustano normalmente semplicemente cosparse di zucchero. Sono anche ottime farcite di crema pasticcera, o di crema di ricotta. Mentre farcite di nutella sono una vera ghiottoneria per grandi e piccini!

Sfinci di patate marsalesi

5 from 1 vote
Recipe by Biagio Barraco Course: Pasticceria e DessertCuisine: Cucina sicilianaDifficulty: Media
Pezzi

80

servings
Preparazione

25

minutes
Cottura

35

minutes
Calorie

62

kcal
Lievitazione

3

hours 
Total time

4

hours 

Deliziosi bocconcini di pasta fritta zuccherata, sono i tradizionali dolcetti delle feste,

Cook Mode

Tieni sempre acceso lo schermo del tuo dispositivo mentre cucini

Ingredienti

  • 400 g 400 patate gialle

  • 350 g 350 farina 00 per dolci

  • 350 g 350 semola di rimacinato

  • 6 g 6 lievito secco Caputo

  • 1 cucchiaio 1 scorza di limone bio, grattugiata

  • 550 ml 550 latte

  • 3 g 3 sale marino fino

  • 120 g 120 zucchero semolato

  • 1 cucchiaino 1 cannella in polvere

  • 500 ml 500 olio di arachidi, per friggere

Utensili necessari

Preparazione

  • Prima di tutto lessa le patate, sbucciale e passatele nello schiaccia-patate mentre sono ancora calde.
  • Metti le patate in una ciotola molto capiente, aggiungi le farine, il lievito di birra secco, la scorza di limone grattugiata, il latte e il pizzico di sale. Impasta con un cucchiaio finché non avrai ottenuto un impasto omogeneo piuttosto molle, ma non liquido.
  • Copri la ciotola con l’impasto con una pellicola alimentare e uno strofinaccio, quindi lascia lievitare a temperatura ambiente fino a quando l’impasto non sarà triplicato e pieno di bollicine in superficie. Ci vorranno circa 2 – 3 ore.
  • Quando la lievitazione è compiuta puoi cominciare a friggere le sfinci.
    Metti l’olio in una padella con bordi alti e portalo a 160 °C.
    Sgonfia l’impasto e prendilo con una mano. Stringendo col pugno fai fuoriuscire, tra pollice e indice, una piccola pallina che e raccoglierai con un cucchiaino bagnato di olio in modo che scivoli in padella senza che si formino le fastidiose e antiestetiche strisce di pasta. Il cucchiaino va bagnato ogni volta!
  • Friggi le palline fino a doratura, quindi scolale e lasciale qualche minuto su carta assorbente per eliminare l’eccesso di olio.
    Successivamente, prima di servirle, passa le sfinci nello zucchero semolato mescolato con la cannella.

Hai provato questa ricetta?

Tagga @qdratatouille su Instagram e usa l’hashtag #qdratatouille

Ti piace questa ricetta?

Segui il nostro Pinterest @qdratatouille

Unisciti al nostro gruppo Facebook!

Follow us on Facebook

Grazie per aver visitato questo blog, che ne pensi dare un voto alla ricetta che hai appena letto? Farlo è molto semplice basta cliccare sulle stelline che trovi nella scheda della ricetta, oppure dentro i commenti in fondo alla pagina. Usali pure per esprimere un giudizio su quello che hai letto, oppure per chiedere maggiori dettagli sulla ricetta.

Le ricette più commentate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Commenti recenti