Scialatielli con le zucchine fritte

La ricetta degli scialatielli con le zucchine fritte, celebra una memoria della mia infanzia. Una ricetta povera della tradizione palermitana, un piatto semplice, ma buonissimo che abbiamo voluto rivisitare.

La ricetta degli scialatielli con le zucchine fritte è la nostra reinterpretazione di un tipico primo piatto della cucina casalinga palermitana. Si tratta di un piatto che unisce la pasta fresca fatta in casa con saporite zucchine fritte. È una ricetta semplice ma gustosa, perfetta per l’estate e per chi ama i sapori mediterranei.

Questo post contiene link di affiliazione Amazon. Quando acquisti un prodotto utilizzando i link in qualità di Affiliato Amazon ricevo un guadagno dagli acquisti idonei. Ciò contribuisce al mantenimento di questo blog senza costare nulla in più per te. Grazie in anticipo!

Pasta con le zucchine fritte, un piatto della memoria.

Gli scialatielli con le zucchine fritte, nascono da un ricordo della mia infanzia, un piatto povero, semplice e buonissimo, della cucina semplice e familiare di una volta. A casa, ogni anno all’inizio dell’estate, la mamma non mancava mai di preparare ‘a pasta ‘ca cucuzza fritta. La zucchina bianca estiva, tagliata a rondelline e fritta in olio d’oliva era disposta sopra gli spaghetti cotti al dente. Completava il piatto, a seconda del gradimento personale, una bella spolverata di caciocavallo grattugiato e qualche fogliolina di menta, o basilico.

Zucche e zucchine nella cucina palermitana.

Le zucchine sono ortaggi molto usati e apprezzati nella cucina palermitana, dalla “zucchina per friggere” a quella napoletana, da quella “genovese” a quella lunga dei tenerumi, cioè la zucchina serpente, fino alla zucca rossa, ogni tipologia nella cucina palermitana ha una sua ricetta specifica.

Scialatielli con le zucchine fritte

Primo piatto
Un primo piatto ispirato alla pasta con la zucchina fritta, tipico della cucina popolare palermitana.
5 da 2 voti
Prova questa ricetta!

Zucca rossa in agrodolce alla palermitana.

Antipasto / Contorni / Secondo piatto
Una ricetta di cucina tradizionale palermitana, facile, da fare e versatile in cucina.
5 da 2 voti
Prova questa ricetta!

Pasta con i tenerumi

Primo piatto
Un classico della cucina palermitana, una vera e propria icona culinaria che racchiude in sé tradizione, gusto e l'essenza della Sicilia, ma anche una vera stranezza culinaria, trattandosi di una minestra calda che si consuma in estate.
4.86 da 21 voti
Prova questa ricetta!

Nonostante zucche e zucchine siano vegetali molto apprezzati è curioso come nei detti popolari le zucchine non vengano poi elogiate dai palermitani che ne parlano come alimenti insapori paragonandoli alle peggiori banalità. Eccone alcuni:

Tiesta co ‘n parra si chiama cucuzza.”

Chi non parla ha la testa vuota come la zucca.


“Cuanzala comu vuoi è sempri cucuzza!”

Condiscila come ti pare, ma sempre zucchina rimane. Termine di paragone riferito a qualcosa che risulta insapore nonostante l’impegno del cuoco.

Scialatielli con le zucchine fritte.

Negli scialatielli con le zucchine fritte, l’aggiunta delle zucchine genovesi a quelle “classiche bianche da friggere”, da aromaticità al piatto e completa il gusto particolarmente dolce delle zucchine bianche. Per esaltare il sapore del piatto un po’ di menta e del basilico sono gli aromi ideali. Un condimento quello delle zucchine fritte che a nostro parere si sposa bene con un particolare tipo di pasta fresca che in casa amiamo particolarmente, gli scialatielli.

L’ideale sarebbe preparare gli scialatielli in casa alla maniera tradizionale secondo la ricetta dello chef napoletano che li ha inventati. Se ne hai voglia prova la ricetta degli scialatielli che trovi in questo blog.

Preparazione 20 minuti
Cottura 18 minuti
Tempo totale 38 minuti

Scialatielli con le zucchine fritte

di Biagio Barraco
Un primo piatto ispirato alla pasta con la zucchina fritta, tipico della cucina popolare palermitana.
5 da 2 voti

Vota anche tu questa ricetta!

Commenta! Pin Ricetta Stampa ricetta
PortataPrimo piatto
DifficoltàBassa
Porzioni 4 persone
Calorie a porzione 370 kcal

I dati sono forniti al solo scopo informativo e non sostituiscono la consultazione di un medico o di un professionista qualificato. In particolare: il dato delle calorie non è da ritenersi un consiglio alimentare o nutrizionale, i valori indicati sono puramente indicativi; si prega di consultare le etichette degli alimenti per informazioni su allergeni e intolleranze.

Attenzione agli allergeni presenti.

Ingredienti

Istruzioni

  • Lava e affetta le zucchine molto sottilmente.
    Dagli strati esterni, quelli con la buccia, ricavane dei “fiammiferi” e mettili da parte.
    Metti l’olio in padella con lo spicchio d’aglio “in camicia”, quando è ben caldo, friggi per bene i “fiammiferi” di zucchina.
  • Elimina l’aglio dalla padella e procedi con la frittura delle fettine di zucchina. Appena queste sono ben dorate lasciale scolare e aggiungi un pizzico di sale.
    Metti l’acqua per la pasta a bollire e quando è il momento “butta giù” la pasta. Questa cuoce in 5-6 minuti, quindi regolati con i tempi tenendo conto che la tirerai fuori dalla pentola a mezza cottura.
  • Una volta fritte le zucchine, metti a ravvivare, nell’olio rimasto sul fondo della padella, una macinata abbondante di pepe, quindi versa dentro gli scialatielli con un mestolo della loro acqua di cottura.
    Spolvera con la menta e aggiungi il formaggio. Maneggia per bene fino a quando non si sarà formata una crema traslucida sul fondo.
  • Disponi le fettine alla base, metti la pasta con un po’ di salsa di fondo e guarnisci con i “fiammiferi di zucchina” e le foglie di basilico.

Note

Per i primi “maneggiati” in padella è consigliato di utilizzare una padella saltapasta in alluminio di capacità tale da contenere condimento e pasta comodamente.
 

Avviso ai lettori.

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il nostro blog interessante, aiutaci a mantenerlo con una piccola donazione. La nostra unica forza sono i lettori come te. Il tuo sostegno è importante per noi, effettua qui una donazione con paypal!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vota questa ricetta!




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.