La salsa tzatziki è una salsa a base di cetriolo, aglio e yogurt facile da preparare. Può essere servita come dip insieme a dei crostini di pane per un antipasto sfizioso, o come contorno di secondi a base di carne, pesce e verdure.

Tempo di lettura: circa 1 min.


In Grecia, dove la ricetta pare abbia le sue origini, a tavola è sempre presente. L’uso di questo condimento non è perà esclusivo del Peloponneso, ma è anche molto diffuso nei Balcani meridionali e nelle aree influenzate dalla dominazione ottomana, oltre che in buona parte dei paesi del medio oriente. Ciò lascia pensare che probabilmente la pietanza fu introdotta in Grecia proprio dai turchi. In effetti la parola greca Tzatziki deriva dal turco Cacık, nome con il quale i turchi chiamano questa salsa.

Ottima alternativa alla maionese, rispetto alla quale è molto più leggera perché non contiene uova, la salsa tzatziki è perfetta per insaporire la farcitura della pita, il kebab o i falafel, oltre che come contorno di carne, pesce o verdure. In Grecia, viene spesso servita con olive nere.

tzatziki

In Bulgaria lo tzatziki è chiamato snejanka (снежанка). Qui un tipo di tzatziki più liquido prende il nome di tarator (“Таратор”). La stessa salsa è chiamata in Iraq jajik e a Cipro talaturi.

La ricetta base si prepara con yogurt di pecora o di capra, cetrioli grattugiati o finemente spezzettati, aglio, sale e olio d’oliva. Alcune erbe aromatiche sono aggiunte a seconda della ricetta locale, tra queste le più usate sono l’aneto e la menta.

Per apprezzarlo meglio lo tzatziki va servito freddo. Tienilo quindi in frigorifero. Qui messo in un contenitore di vetro lo puoi conservare un paio di giorni al massimo.

Tzatziki

Biagio Barraco
Una salsa a base di cetriolo, aglio e yogurt versatile e facile da preparare.
5 da 2 voti
Preparazione 15 min
riposo in frigo 1 h
Tempo totale 1 h 15 min
Portata Contorno
Cucina Greca
Porzioni 4
Calorie 22 kcal

Strumenti

Ingredienti
  

Istruzioni
 

  • Lava e spunta il cetriolo. Con le punte rimosse sfrega l’estremità del cetriolo sezionato con un movimento circolare. Questa operazione elimina il sapore amarognolo. Dividi il cetriolo in due metà e privane una della buccia.
  • Grattugia grossolanamente le due metà, quella con la buccia e quella senza. Raccogli la polpa grattugiata in un colino, spolvera con un po’ di sale e lascia per un’ora a riposare di modo che possa deporre l’acqua di vegetazione.
  • Trita l’aglio con uno schiaccia aglio e uniscilo al cetriolo, già scolato e posto in una terrina. Aggiungi la menta tritata finemente e il succo di limone.
  • Mescola il tutto e unisci alla miscela di vegetali lo yogurt e l’olio. Mescola la salsa con un cucchiaio, aggiusta di sale e guarnisci con delle olive e qualche fogliolina di menta.

Video

Note

Guardare la ricetta nel video per altri dettagli.

Ulteriori informazioni.

Grazie per aver visitato il mio blog. Che ne pensi dare un voto alla ricetta che hai appena letto? 

Farlo è molto semplice basta cliccare sulle stelline che trovi nella scheda della ricetta, oppure dentro i commenti in fondo alla pagina. Usali pure per esprimere un giudizio su quello che hai letto, oppure per chiedere maggiori dettagli sulla ricetta.

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Vota questa ricetta!




Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.