Risotto con palombo, gamberi e zucchine

Un saporito e cremoso primo piatto mare e terra

Post simili a questo

Vermicelli di soia con manzo e verdure

I vermicelli di soia con manzo e verdure costituiscono...

Parmigiana bianca prosciutto e besciamella

La parmigiana bianca prosciutto e besciamella è un piatto...

Chicken tikka masala

Il chicken tikka masala è un piatto costituito da...

Paella a la valenciana.

La paella a la valenciana non è solo un piatto tipico del territorio agricolo di Valencia, ma una tradizione che si tramanda da tempo di padre in figlio, divenuta vero e proprio punto di riferimento dell’intera gastronomia spagnola.

Ultimi articoli

Condividi

Il risotto con palombo, gamberi e zucchine è un primo piatto dove i sapori marini e intensi del palombo e dei gamberi incontrano quelli dolci e delicati dei prodotti di terra come il riso e la zucchina verde.

Questa domenica, nonostante la stagione estiva ancora in corso, ho preparato un risotto, piatto che per me ha una collocazione stagionale nei periodi più freddi dell’anno. Un primo di mare e di terra cremosissimo e dai sapori intensi creato mettendo insieme del pesce palombo, qualche coda di gambero e delle zucchine verdi. In questo risotto con palombo, gamberi e zucchine ho cercato di addolcire il gusto particolarmente spiccato del pesce impiegando le zucchinette verdi (sia fritte che stufate) e il riso Vialone Nano Veronese IGP. Un riso molto versatile adatto a qualsiasi preparazione, ma soprattutto apprezzato per la preparazione di risotti. Lo caratterizzano un’ottima tenuta di cottura e la capacità di assorbire i sapori dei condimenti che si esaltano proprio con i risotti mantecati.

Risotto con pesce palombo e zucchine

Informazioni sul Pesce Palombo (Mustelus mustelus).

Il palombo è un pesce di mare cartilagineo (senza lische) riconoscibile per le fattezze tipiche degli squali. Ha il manto grigio, scuro sul dorso e chiaro o biancastro sul ventre. Il muso affusolato, con il cranio appiattito e la bocca, piuttosto ampia, caratterizzata da una dentatura da predatore ma non troppo sviluppata. Le fessure branchiali sono cinque e presenta due pinne dorsali, la prima delle quali grande e triangolare. La coda ha il lobo inferiore meno sviluppato del superiore.

È un predatore e si nutre di altri pesci, crostacei e molluschi cefalopodi. Come molti altri squali non pericolosi per l’uomo il palombo è un prodotto ittico molto diffuso come alimento. Vive nell’Atlantico orientale, nel Mare de Nord e nel Mar Mediterraneo, soprattutto lungo le coste siciliane dove si pesca in qualsiasi stagione dell’anno. Può raggiungere i due metri di lunghezza ma sono comunemente pescati esemplari di 40 – 100 cm circa.

Proprietà nutritive.

Il palombo fornisce 80 calorie ogni 100 g. Contiene proteine dall’alto valore biologico e una piccola parte di grassi, inoltre non ha colesterolo. Le vitamine presenti sono quelle del gruppo B e la A. Tra i sali minerali ricordiamo buone quantità di fosforo, calcio e ferro. Si tratta di un alimento piuttosto magro e adatto a coloro che seguono diete ipocaloriche. Le sue carni, estremamente digeribili, sono adatte all’alimentazione di anziani, bambini, e persone che presentano problemi al sistema digerente.

Impiego in cucina.

Il pesce che ho impiegato nella ricetta del risotto con palombo, gamberi e zucchine, è apprezzato per le sue carni tenere e del tutto prive di lische. È un pesce piuttosto economico che spesso in pescheria viene venduto a tranci in alternativa al pesce spada, che riesce a sostituire egregiamente per sapore e consistenza. Il palombo può essere arrostito se opportunamente marinato per evitare che si secchi troppo.

Il palombo è ideale per la frittura e per comporre insieme ad altri pesci delle saporite zuppe, ad esempio non manca mai nel caciucco livonese. Nella burrida cagliaritana può sostituire tranquillamente il pesce gattuccio.

Risotto con palombo, gamberi e zucchine

5 from 2 votes
Recipe by Biagio Barraco Course: Primi piattiCuisine: Cucina ItalianaDifficulty: Facile
Porzioni

6

persone
Preparazione

15

minutes
Cottura

25

minutes
Calories

330

kcal
Total time

40

minutes

Il risotto con palombo, gamberi e zucchine è un primo piatto dove i sapori marini e intensi del palombo e dei gamberi incontrano quelli dolci e delicati dei prodotti di terra come il riso e la zucchina verde.

Cook Mode

Tieni sempre acceso lo schermo del tuo dispositivo mentre cucini

Ingredienti

Utensili necessari

Preparazione

  • Come prima cosa prepara tutti gli ingredienti per la cottura cominciando dalle zucchine verdi. Lavale per bene affetta sottilmente la metà e taglia a cubetti la rimanente parte.
  • Pela e taglia finemente lo scalogno, quindi pela l’aglio e dividi gli spicchi in due metà. Trita il timo al coltello e uniscilo insieme ai primi due ingredienti del soffritto.
    Priva delle cartilagini il pesce e dividilo a cubetti di uguale dimensione.
  • Friggi in olio di arachidi a 170 °C le zucchine a fette fino a quando non saranno dorate e croccanti. Lasciale a scolare su una griglietta o retina metallica. Sala solo alla fine quando si saranno intiepidite.
  • Metti a scaldare acqua leggermente salata in un tegamino a parte e in un altro, idoneo alla preparazione del risotto, lascia rosolare con l’olio di oliva il trito del soffritto insieme a un pizzico di sale e una macinata di pepe.
    Quando il soffritto si sarà appassito un po’, aggiungi le zucchine a cubetti, un altro pizzico di sale e ancora del pepe.
    Dopo qualche minuto, quando le zucchine si saranno ammorbidite, aggiungi il pesce palombo. Rimesta un po’ per non farlo attaccare e aggiungi la paprika affumicata.
  • Quando l’insieme di verdure e pesce si sarà stufato appena, aggiungi il riso, mescola bene per fargli assorbire i liquidi e l’olio, quindi sempre mescolando sfuma col vino bianco.
  • Aggiungi una buona quantità di acqua e lascia cuocere il risotto mescolandolo continuamente. Aggiungi altra acqua quando la prima frazione sarà assorbita. Continua così fino al completamento della cottura.
    Solo al termine aggiungi le code di gambero, lascia cuocere ancora 2 minuti sempre mescolando.
  • A fine cottura, spegni e aggiungi il mascarpone per mantecare il risotto. Assaggia per vedere se devi aggiustare di sale e servi il piatto con le zucchine fritte e una generosa spolverata di pepe.

Hai provato questa ricetta?

Tagga @qdratatouille su Instagram e usa l’hashtag #qdratatouille

Ti piace questa ricetta?

Segui il nostro Pinterest @qdratatouille

Unisciti al nostro gruppo Facebook!

Follow us on Facebook

A proposito di risotto.

Il risotto è un primo piatto tipico della cucina italiana. Non si tratta di una ricetta, ma di un metodo di cottura, applicato al riso, esclusivo della cucina italiana. La sua caratteristica principale è il mantenimento dell’amido che, gelatinizzando con la cottura, lega i chicchi tra loro in un composto di consistenza cremosa.

A VERCELLI LE SPIGHE DI RISO SI ESIBISCONO COME I FIORI A SANREMO.

MARIO SOLDATI

Classificazione del riso italiano.

Il riso si semina in aprile, a giugno si procede alla pulitura delle risaie dalle erbe infestanti, poi tra settembre e ottobre si passa alla raccolta. Il «risone», va essiccato e poi sbramato e sbiancato. L’operazione di pulitura del riso è necessaria per renderlo commestibile. I risi italiani sono classificati in:

  • Comune, dal chicco corto e tondo, ricco di amido e poco resistente alla cottura. Questo è adatto per fare minestre e dolci. Le varietà più note sono l’Originario, il Pierrot, il Balilla ed Elio.
  • Semifino, con chicco tondeggiante di media grandezza, adatto per minestre e risotti. Tra questi i più conosciuti sono il Vialone nano, il Maratelli, il Padano.
  • Fino, che presenta chicco lungo e affusolato con un basso contenuto di amido. È un riso adatto per risotti, timballi e bollito. Le varietà più note sono il Ribe, l’Europa, il Sant’Andrea.
  • Superfino, dal chicco grosso e lungo, per questo il migliore per i risotti. Le varietà più note sono il Carnaroli, l’Arborio, il Roma.

Sul mercato si trovano anche il riso Parboiled, sottoposto a una parziale precottura al vapore e poi essiccato e il riso Integrale, il cui chicco è privato solamente dalla lolla esterna per conservare più integre le sue qualità.

Grazie per aver visitato questo blog, che ne pensi dare un voto alla ricetta che hai appena letto? Farlo è molto semplice basta cliccare sulle stelline che trovi nella scheda della ricetta, oppure dentro i commenti in fondo alla pagina. Usali pure per esprimere un giudizio su quello che hai letto, oppure per chiedere maggiori dettagli sulla ricetta.

Le ricette più commentate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Commenti recenti