Il pesto trapanese è un condimento per la pastasciutta nato nei rioni a ridosso del porto di Trapani. Si tratta di una salsa ottenuta pestando insieme pomodori, aglio, basilico e mandorle.

La tradizione abbina questo condimento alle busiate, un formato di pasta fresca tipico della cucina trapanese, ma è ottimo anche per condire la pasta secca soprattutto nei formati corti e ruvidi, ideali per raccogliere la sua bontà.

Rigatoni con pesto trapanese

Storia del pesto trapanese.

La ricetta del pesto trapanese è il frutto dell’ibridazione della cucina locale con quella genovese le cui ricette giungevano nel porto siciliano con le navi partite dalla città della lanterna. È noto come gli scambi commerciali e culturali tra le due città siano stati sempre frequenti e numerosi, soprattutto tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento del XX secolo.

I trapanesi, appresa dai genovesi la ricetta del pesto ligure, la modificarono aggiungendo gli ingredienti tipici del territorio come le mandorle e i pomodori.

Mambo – Cecotec, un nuovo aiuto in cucina.

Per questa preparazione mi sono avvalso di un nuovo attrezzo che da pochissimo si aggiunto ai tanti che popolano la cucina di casa. Si tratta del Mambo 9590 della Cecotec, una valida alternativa ai tanti robot da cucina e food processor esistenti in commercio. Questo in particola l’ho scelto perché offre tante possibilità di lavorazioni al pari di prodotti più blasonati il cui costo però è nettamente superiore.

Nella ricetta originale non è previsto, ma io ho voluto enfatizzare il gusto delle mandorle di Avola aggiungendo a guarnizione del piatto alcune di queste, tostate e ridotte in granella sempre con il mio nuovo robot.

Se ti è piaciuta questa ricetta ti consiglio di vedere anche quella del pesto trapanese 2.0.

Rigatoni con pesto trapanese

Rigatoni con pesto trapanese

Biagio Barraco
Semplice da preparare grazie al u003ca href=u0022https://amzn.to/3BtsVEvu0022 target=u0022_blanku0022 rel=u0022noreferrer noopener sponsored nofollowu0022u003eMambo di Cecotecu003c/au003e, questo è un condimento per una pastasciutta estiva davvero deliziosa.
5 da 2 voti
Preparazione 15 minuti
Cottura 14 minuti
Tempo totale 29 minuti
PREPARAZIONE Facile
Ingredienti per8 Persone

Ingredienti

Istruzioni

  • Lava i pomodorini e il basilico. Lasciali a scolare per poi asciugali delicatamente.
  • Prendi 2/3 delle mandorle e lasciale per qualche minuto in acqua calda in modo che puoi privarle della pellicina facilmente. Infatti basterà sfregarle con un panno e ai peleranno praticamente da sole.
  • Le rimanenti mandorle con la pellicina integra vanno passate in una padella rovente per pochi secondi, cioè fino a quando la tostatura non inizia a sviluppare i profumi aromatici. Una volta tostate le mandorle vanno sminuzzate nel robot da cucina (1 secondo a velocità 10 indicazioni per Mambo Cecotec)
  • Nel boccale del robot da cucina inserisci lo spicchio d’aglio mondato, i pomodorini tagliati in due, le mandorle pelate e il basilico. Trita per 10 secondi a volcità 6, quindi aggiungi l’olio e aziona la macchina per altri 10 secondi a velocità 6.
  • Alla fine aggiungi il parmigiano e regola di sale e pepe a tuo gusto. Mescola e se occorre aggiungi ancora un cucchiaio di olio.
  • Lessa la pasta, scolala al dente e condiscila con il pesto. Guarnisci i piatti individuali con le mandorle tostate.

Valori Nutrizionali

Calorie: 383kcal
Ti è piaciuta questa ricetta?Dai un voto e scrivi nei commenti cosa ne pensi!

Biagio Barraco

Arredatore e blogger con la passione per la cucina.

Potrebbe piacerti anche ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vota questa ricetta!




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.