Pulled pork sottovuoto: una delizia morbida e succosa.

Il pulled pork è una specialità del BBQ americano, consiste in sfilacci di carne di maiale, immersi in deliziosa salsa barbecue, una golosità che puoi realizzare in casa utilizzando la tecnica di cottura sottovuoto a bassa temperatura.

La nostra ricetta del pulled pork sottovuoto è la rielaborazione del conosciuto e apprezzato piatto della cucina americana, un modo fantastico per ottenere un pulled pork perfetto. La tecnica di cottura sottovuoto consente di trattenere i succhi della carne e di concentrare al massimo i sapori. Inoltre, il aiuta a mantenere la carne tenera e succosa durante il lungo periodo di cottura.

Questo post contiene link di affiliazione Amazon. Quando acquisti un prodotto utilizzando i link in qualità di Affiliato Amazon ricevo un guadagno dagli acquisti idonei. Ciò contribuisce al mantenimento di questo blog senza costare nulla in più per te. Grazie in anticipo!

Pulled pork, di cosa si tratta.

Il pulled pork, letteralmente “maiale sfilacciato”, è un piatto iconico della cucina americana meridionale. Originario della Carolina del Nord, la ricetta risale all’epoca coloniale grazie alla diffusione dell’uso di cuocere carne alla brace. Tradizionalmente la pietanza si prepara con la lunga cottura nel BBQ della spalla di maiale, con una tecnica di cottura indiretta detta Low&Slow. La carne diviene talmente morbida che può essere agevolmente sfilacciata e condita con abbondante e deliziosa salsa barbecue. La carne così preparata viene impiegata, insieme all’insalata coleslaw, per farcire i tacos e soprattutto i classici panini americani.

La ricetta del pulled pork sottovuoto.

Cucinare il pulled pork sottovuoto significa ottenere una cottura precisa e uniforme a bassa temperatura, La carne, posta in un sacchetto sottovuoto sigillato, viene cotta in acqua per un tempo abbastanza lungo. Questo processo garantisce una serie di vantaggi:

  • Morbidezza senza precedenti. La bassa temperatura e la cottura prolungata favoriscono la disidratazione del collagene presente nella carne, trasformandolo in gelatina. Il risultato è una carne tenerissima che si sfilaccia facilmente con due forchette.
  • Succosità impareggiabile. La cottura sottovuoto evita la dispersione dei succhi naturali della carne, preservandone la morbidezza e il sapore.
  • Nessun spreco. La cottura in sacchetto sottovuoto evita la perdita di peso della carne, garantendo una resa ottimale.
  • Cottura personalizzabile. È possibile aromatizzare la carne in diversi modi, utilizzando un rub (marinatura a secco), una marinatura liquida o una salamoia.
  • Cottura senza supervisione. Impostate la temperatura e il tempo di cottura il processo avviene senza bisogno di controllarne l’andamento.
  • Preparazione del piatto in anticipo. Il pulled pork può essere cotto in anticipo e conservato in frigorifero per 3-4 giorni o congelato per un massimo di 3 mesi.

La cottura sottovuoto è un argomento complesso e molto ampio da trattare. In questo articolo abbiamo scritto alcune informazioni utili, ma se vuoi approfondire questo metodo di cottura ti consiglio di cominciare con la lettura di questo libro di Marco Pirotta. Uno scritto completo, esaustivo dove le cose sono spiegate in modo semplice con un linguaggio comprensibile a chiunque.

Che taglio di carne impiegare.

Per la nostra ricetta abbiamo impiegato la coppa di maiale, un taglio grasso di basso costo, che corrisponde alla parte del collo del maiale, ottimo per gli arrosti e perfetto, insieme alla spalla di suino, per la ricetta del pulled pork sottovuoto.

Coppa, o spalla di maiale, o entrambi, l’importante che si tratti di carne di alta qualità. Assicurati che sia ben marmorizzata, in modo da ottenere una carne più saporita e morbida.

Diverse opzioni per conferire il gusto affumicato.

La nostra ricetta prevede una procedura semplificata, senza l’affumicatura della carne. Cosa che invece caratterizza la pietanza preparata con la tradizionale cottura nel BBQ. Tuttavia si può implementare questa caratterizzazione ricorrendo a un affumicatore a freddo portatile, come abbiamo fatto nella versione preparata con la Slow Cooker. Puoi ottenere risultati simili aggiungendo un aroma liquido affumicato al sacchetto sottovuoto prima di sigillarlo, o insaporendo la carne prima della cottura con un rub a base di paprika affumicata.

La salsa barbecue.

Il Pulled Pork si sposa meravigliosamente con la salsa barbecue. Dolce, o piccante, o affumicata è il condimento fondamentale per questa preparazione. Puoi utilizzare una salsa barbecue pronta, se ne trovano di ottima qualità con diverse note aromatiche e sapori, oppure se hai tempo puoi prepararne una in casa seguendo la nostra ricetta.

Contorni ideali per il pulled pork.

Ci sono molti contorni deliziosi che si abbinano perfettamente al Pulled Pork, tra questi l’insalata Coleslaw, un’insalata di cavolo la cui freschezza e croccantezza contrastano perfettamente con la morbidezza della carne. Qui la nostra ricetta!

Anche le classiche patatine fritte rappresentano un contorno ideale, scopri qui come prepararle alla perfezione.

Preparazione 40 minuti
Cottura 18 ore 10 minuti
Riposo 1 day 8 ore
Tempo totale 2 days 2 ore 50 minuti

Pulled pork sottovuoto

di Biagio Barraco
Un classico del BBQ americano in versione CBT.
5 da 1 voto

Vota anche tu questa ricetta!

Commenta! Pin Ricetta Stampa ricetta
PortataSecondo piatto
DifficoltàBassa
Porzioni 8 persone
Calorie a porzione 310 kcal

I dati sono forniti al solo scopo informativo e non sostituiscono la consultazione di un medico o di un professionista qualificato. In particolare: il dato delle calorie non è da ritenersi un consiglio alimentare o nutrizionale, i valori indicati sono puramente indicativi; si prega di consultare le etichette degli alimenti per informazioni su allergeni e intolleranze.

Attenzione agli allergeni presenti.
Vedi note

Ingredienti

Per la salamoia
Aromi per condire

Istruzioni

Salamoia e condimento della carne

  • Prepara in una ciotola abbastanza capiente la salamoia sciogliendo con cura nell’acqua tutto il sale e lo zucchero. Adagia dentro il contenitore la coppa di maiale, quindi copri il contenitore con una pellicola per alimenti e trasferiscilo in frigorifero per lasciare riposare la carne 24 ore.
    Trascorse le 24 ore, pela e dividi in due gli spicchi di aglio e con questi, uniti agli aromi per condire la carne, cospargi la coppa con questi dopo averla ben scolata e asciugata dalla salamoia.
    Inserisci la carne in un sacchetto idoneo per la cottura a bassa temperatura e crea il vuoto, quindi sigilla il sacchetto e tienilo a riposo in frigorifero per lasciare insaporire la carne per 4 ore.

Cottura sottovuoto

  • Prendi la carne dal frigo e lasciala riposare almeno un’ora a temperatura ambiente, intanto porta l’acqua del bagno termostatico alla temperatura di 75 °C e quando è raggiunta inserisci il sacchetto con la carne per cuocerla per 18 ore.
    Terminato il processo di cottura in sottovuoto, procedi al completo abbattimento della carne introducendo il sacchetto, prelevato dal bagno termostatico, direttamente in acqua raffreddata con abbondante ghiaccio. Dopo i circa 60 minuti d’immersione in acqua gelida puoi trasferire i sacchetti in frigorifero e li mantenerli fino alla loro apertura per finalizzare la carne, oppure puoi congelare la carne per finalizzarla e servirla in un altro momento.

Finalizzazione del piatto

  • Estrai la carne dal sacchetto e mettila in una pirofila insieme ai liquidi presenti. Tienila a temperatura ambiente per almeno 2 ore. Non appena la carne sarà a temperatura ambiente bagnala con i suoi succhi prima di passarla in forno preriscaldato a 200 °C per 10 minuti. Sfilaccia la carne aiutandoti con i rebbi di due forchette,
  • La carne sfilacciata va mescolata con un la salsa barbecue e servita con un contorno a tua scelta.

Note

La ricetta non presenta ingredienti che possono contenere pericolosi allergeni, ma per sicurezza devi controllare gli eventuali allergeni presenti nella salsa barbecue che utilizzerai.
 
 

Cosa bere con il pulled pork.

Tradizionalmente la bevanda abbinata a questo piatto della cucina americana è la birra. La scelta del tipo dipende principalmente dal tipo di salsa barbecue utilizzata per condire la carne. Se la salsa barbecue è tendenzialmente dolce, è da preferire una birra speziata e fruttata con un finale secco, come una Belgian Saison. Se la salsa barbecue ha un gusto piccante, la birra ideale è una birra ambrata con un corpo medio e un finale caramellato, come un American Amber Ale. Infine se la salsa barbecue è spiccatamente affumicata, meglio una birra scura con un gusto ricco e un finale tostato, ad esempio un American Porter.

Se preferisci abbinare il vino al pulled pork sottovuoto, puoi optare per diverse opzioni:

  • Zinfandel californiano, un vino rosso robusto con note di frutta nera e spezie può complementare bene il sapore ricco e affumicato del pulled pork.
  • Syrah, un vino che con il suo carattere audace e speziato può armonizzarsi bene con la carne succosa e condita.
  • Malbec argentino, un vino che con la sua robustezza e i toni di frutta scura enfatizza i sapori intensi del pulled pork.

Conclusioni.

Il pulled pork sottovuoto rappresenta una vera e propria rivoluzione culinaria. Semplice da preparare, versatile e irresistibilmente gustoso, questo piatto conquista per la sua morbidezza e succosità ineguagliabili.

Lasciati conquistare da questa ricetta con la quale puoi preparare un pulled pork perfetto e portare la tradizione americana sulla tua tavola in modo pratico e irresistibile!

Avviso ai lettori.

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il nostro blog interessante, aiutaci a mantenerlo con una piccola donazione. La nostra unica forza sono i lettori come te. Il tuo sostegno è importante per noi, effettua qui una donazione con paypal!

2 commenti su “Pulled pork sottovuoto: una delizia morbida e succosa.”

  1. Bella idea! prepararlo in anticipo e consumarlo quando serve per una cena improvvisata senza dover ricorrere a quello orribile del supermercato è una cosa fantastica per me5 stars