Pulire gli asparagi e cuocerli bene

Originari dell'Asia occidentale, gli asparagi vengono coltivati dai tempi più remoti. Sono degli ortaggi estremamente versatili, si possono utilizzare per sfiziosi antipasti, oppure per primi piatti deliziosi.

Originari dell’Asia occidentale, gli asparagi vengono coltivati dai tempi più remoti. Sono degli ortaggi estremamente versatili, si possono utilizzare per sfiziosi antipasti, oppure per primi piatti deliziosi. Si possono lessare e condire semplicemente con olio e limone, oppure si possono gratinare in forno con pan grattato da consumare croccanti con un filo d’olio d’oliva. Sposano perfettamente con le uova e data la loro stagionalità, gli asparagi sono perfetti per i menu di Pasqua. Sfiziosa è sicuramente la crostata Pasqualina di asparagi con uova.

Questo post contiene link di affiliazione Amazon. Quando acquisti un prodotto utilizzando i link in qualità di Affiliato Amazon ricevo un guadagno dagli acquisti idonei. Ciò contribuisce al mantenimento di questo blog senza costare nulla in più per te. Grazie in anticipo!

Riconoscere il prodotto migliore.

Per la riuscita di un piatto con gli asparagi è fondamentale la scelta di prodotti freschi e di qualità perché dal punto di vista organolettico, gli asparagi surgelati lasciano parecchio a desiderare.

Foto di Reginal da Pixabay

Un asparago fresco lo riconosci da questi particolari:

  • deve essere duro, quindi non piegarsi ma spezzarsi, se è troppo flessibile significa che non è fresco;
  • non deve apparire legnoso e di colore spento, segni che indicano un ortaggio vecchio;
  • la punta del germoglio, deve essere integra e compatta, senza segni di apertura o essere rovinata.

Sarebbe buona norma acquistare asparagi con un fusto abbastanza spesso. Gli asparagi più sottili possiedono meno parte edibile. Tuttavia gli asparagi più piccoli si caratterizzano per un gusto e un aroma superiori.

La conservazione dell’asparago fresco non è consigliata. Una volta comprato, prima si consuma meglio è.

Le nostre ricette con gli asparagi.

[dr_recipe_archives taxonomy=”recipe-tag” terms=”asparagi” num_posts=12 carousel=true]

Pulire gli asparagi e cuocerli al meglio.

“Celerius quam asparagi cocuntur – in meno tempo di quanto ne impieghiamo a cuocere gli asparagi”

Imperatore Augusto

Per pulire gli asparagi occorre eliminarne l’estremità legnosa e nel caso di asparagi particolarmente grandi, bisogna togliere la pelle bianca fino a sotto il germoglio. Se si desidera conservarne il gambo perché abbastanza tenero si può raschiarlo un po’ col coltello o con un normale pelapatate.

L’asparago per essere consumato deve essere prima lessato a fiamma alta con acqua molto salata e per breve tempo. Il tempo di cottura di è 12 – 18 minuti a seconda dello spessore.

Dato che il germoglio è più delicato della base dello stelo, i risultati migliori si ottengono legando gli steli insieme. Così solo la parte inferiore rimane a contatto con l’acqua bollente, mentre i germogli cuociono col vapore che fuoriesce dalla pentola.

Più comodo è l’impiego dell’asparagiera, una piccola pentola di forma cilindrica alta e stretta e dotata di cestello per scolare gli asparagi una volta cotti.

In alternativa si possono cuocere gli asparagi nel cestello di una vaporiera.

Asparagi: Protagonisti In Cucina E Alleati Del Benessere.

Di asparagi ne esistono circa 200 varietà. Per i Greci avevano proprietà afrodisiache, invece per i Romani fungevano da anticoncezionale.

... altre informazioni e ricette qui.

Avviso ai lettori.

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il nostro blog interessante, aiutaci a mantenerlo con una piccola donazione. La nostra unica forza sono i lettori come te. Il tuo sostegno è importante per noi, effettua qui una donazione con paypal!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto