Pollo allo spiedo fatto in casa

Una ricetta per un pollo allo spiedo succoso e tenerissimo all’interno, con una pelle golosamente croccante fuori.

Post simili a questo

Orecchiette pesce spada e melanzane

Un accostamento insolito con un condimento tipico della Sicilia orientale. Per questo sugo ricco, dove si sente il sole e il mare di Sicilia, il formato corto e ruvido delle orecchiette è certo quello più adatto.

Panini ai semi misti

Preparare il pane in casa è sempre una grande...

Pasta alla Norma.

La pasta alla Norma è uno dei piatti più conosciuti della cucina Siciliana. Non è una semplice pasta con pomodoro e melanzane.

Polpo, gambero rosso e verdure al BBQ

Ho preparato questo squisito piatto unico composto da polpo, gambero rosso e verdure al BBQ in occasione della recente festa di compleanno di mia moglie. Una festa estiva tra amici dove il BBQ è stato di grande aiuto per la sua riuscita.

Ultimi articoli

Condividi

Il pollo allo spiedo, ovvero il pollo al girarrosto è un secondo molto apprezzato, tanto che la vendita di polli cotti con questo sistema è diffusa anche nelle rosticcerie dei supermercati. Ovviamente un pollo allo spiedo fatto in casa ha un valore diverso, sia in termini di sapore che di salubrità. In particolare, quelli in vendita a pochi euro è certo che hanno carni di scarsa qualità e sono molto unti perché possano stare a lungo sul banco senza perdere morbidezza.

pollo allo spiedo fatto in casa

Il pollo allo spiedo fatto in casa non è solo saporito, ma anche leggero e salutare. Ti servirà pochissimo olio e durante la cottura il grasso della pelle si scioglierà completamente. Con la mia ricetta, il pollo allo spiedo è venuto davvero molto gustoso: succoso e tenerissimo all’interno, con una pelle golosamente croccante fuori. A proposito, nonostante sia demonizzata perché ritenuta una bomba calorica, la pelle si può tranquillamente mangiare se è ben cotta. Mangiarla insieme alla carne magra non è reato!

La cottura nel girarrosto.

Quella del pollo allo spiedo è una tradizione gastronomica presente in quasi tutte le cucine del mondo. Risale ai periodi più remoti dell’epoca preistorica, quando le prede di caccia venivano infilzate con un bastone per essere poste sopra un fuoco a cuocere.

Il pollo allo spedo cuoce su un girarrosto, un sistema costituito da uno spiedo e da un motore che lo fa girare. La cottura avviene utilizzando il calore diretto di una fonte posta a una certa distanza dal pezzo da cuocere. Lo spiedo deve girare di continuo in modo da garantire un cottura uniforme. Il calore dolce, insieme alla rotazione, danno luogo a una magia culinaria. La cottura allo spiedo non secca la carne, anzi conferisce quella doppia consistenza impossibile da ottenere con altri metodi di cottura: croccante fuori, succulento dentro!

Regole per il pollo allo spiedo fatto in casa.

Per preparare il pollo allo spiedo fatto in casa si può utilizzare il girarrosto di un forno elettrico domestico o quello di una moderna friggitrice ad aria, ma indubbiamente la cottura sulle braci nel BBQ è l’opzione da preferire per i risultati davvero eccellenti.

Se possiedi un barbecue kettle basterà munirti dell’apposito anello dotato di spiedo e motore. Io nel mio dancook ho utilizzato questo che vedi in figura, ma se ne trovano di diversi tipi.

Interessanti i diversi accessori di cui un girarrosto può essere dotato. Ad esempio, i cestini permettono di esporre ai benefici del girarrosto anche ingredienti impossibili da innestare in uno spiedo. In questi le patate tagliate a spicchi, con la buccia, speziate, cuociono con un risultato identico a quello del pollo, cioè una crosticina croccantissima fuori, e un interno morbido e fondente.

pollo allo spiedo fatto in casa

La ricetta del pollo allo spiedo per essere eseguita alla perfezione non basta un BBQ e una buona brace di legna, ma necessità soprattutto del rispetto di alcuni elementi fondamentali.

1. Una marinata eseguita alla perfezione.

Per prima cosa una buona marinatura è il passaggio importantissimo per rendere il pollo allo spiedo fatto in casa tenero e succoso. Questa deve essere ben saporita e protrarsi lungamente nel tempo, quindi niente fretta.

Ognuno ha i suoi ingredienti preferiti per la marinatura, olio, aceto, vino, e spezie di vario tipo per potenziare il sapore. Io ho utilizzato due tipi di condimenti, uno per la marinatura, che poi ho gettato via per ragioni igieniche, e l’altro per inumidire la carne durante la cottura. Fai attenzione, è pericoloso utilizzare la stessa marinata del pollo anche per la cottura, poiché potrebbe permettere la diffusione di pericolosi batteri.

2. Calore dolce per mantenere la succulenza delle carni.

Per preservare la succulenza interna della carne, il calore deve essere dolce (non superare i 180 °C ) e la cottura condotta lentamente. Io ho impiegato poco meno di tre ore per raggiungere la temperatura al cuore di 75 °C. Tieni conto che maggiore è la quantità di calore a cui viene sottoposto un pezzo di carne, maggiore è la contrazione delle fibre e quindi la perdita di liquidi.

3. Spennellare dei grassi per rendere la superficie croccante.

Poiché il calore dolce e i tempi lunghi disidratano la superficie del pollo nel creare la croccante crosticina esterna, è fondamentale spennellare la carne con dei grassi (anche con i liquidi in caduta opportunamente raccolti).

Pollo allo spiedo fatto in casa

5 from 3 votes
Recipe by Biagio Barraco Course: Secondo di CarneCuisine: Grill e BBQDifficulty: Media
Porzioni

4

persone
Preparazione

30

minutes
Tempo di cottura

2

hours 

25

minutes
Calories

600

kcal
Marinata

6

hours 
Total time

8

hours 

55

minutes

Una ricetta per ottenere un pollo allo spiedo succoso e tenerissimo all’interno, con una pelle golosamente croccante fuori.

Cook Mode

Tieni sempre acceso lo schermo del tuo dispositivo mentre cucini

Ingredienti

Utensili necessari

Preparazione

  • Prima di preparare il pollo per la marinata riunisci le spezie che dovrai miscelare, se occorre passale ad un macinaspezie separatamente. Una volta che hai ottenuto quello che ti serve miscela erbe e spezie con il sale grosso, quindi tieni da parte il miscuglio.
  • Premesso che il pollo non andrebbe lavato, per evitare che schizzi d’acqua contaminata da microrganismi nocivi quali il Campylobacter rimossi dalla carne possano contaminare pericolosamente utensili e altri alimenti, la cosa da fare assolutamente è quella di fiammeggiare il polo per eliminare eventuali piume ancora presenti.
  • Posiziona il pollo all’interno di un contenitore capiente, spennellalo con olio extravergine d’oliva e cospargilo con il trito aromatico e massaggia per bene. Inserisci anche una manciata abbondante di aromi all’interno del busto di pollo.
    Aggiungi al pollo, posto nel contenitore ben cosparso di aromi, il vino bianco. Lascia che il liquido bagni ogni parte del pollo, quindi chiudi il contenitore con una pellicola alimentare e lascia a riposare in frigo per almeno sei ore.
  • Prepara per tempo il condimento necessario per bagnare il pollo durante la cottura mettendo insieme i cipollotti tritati, la scorza di limone e il prezzemolo mescolandoli per bene col vino e l’olio.
  • Prepara il set per la cottura caricando il carbone di legna solo ai due lati del BBQ, lasciando il pollo al centro in cottura indiretta. Nell’area centrale lasciata libera posizionerai delle vaschette in allumino da forno, Queste serviranno per la raccolta dei liquidi che coleranno dal pollo durante la cottura.
    Una volta passate le sei ore togli il pollo dalla marinata e buttala via (avrà un’alta carica batterica).
    Sgocciola il pollo dal liquido di marinatura e sistema il pollo sullo spiedo bloccando le ali in modo che non penzolino durante la cottura, Non fare come me se vuoi evitare che si brucino!
    Assicurati che il BBQ, una volta acceso e coperto con gli sfiati completamente aperti, abbia raggiunto la temperatura di 180° C, quindi posiziona lo spiedo col pollo sul girarrosto e comincia la cottura sempre a BBQ coperto e tenendo d’occhio la temperatura. Durante la cottura bagna periodicamente il pollo con il condimento preparato in precedenza in modo che la carne si mantenga morbida e sugosa.
  • Procedi così fino ad ottenere una carne ben cotta e misurando di tanto in tanto la temperatura al cuore che dovrà superare i 75 *C
  • Quando il pollo allo spiedo sarà cotto, liberalo dallo spiedo del girarrosto, taglialo con le apposite forbici (io ho usato il coltello) quindi cospargi di sale grosso e servilo in un vassoio con insalata (più salutare delle classiche patate fritte).

Video

Note

  • È possibile conservare il pollo allo spiedo in frigorifero per massimo 3-4 giorni se posto in un contenitore ermetico per alimenti, qualche giorno in più se il contenitore è del tipo sottovuoto.
  • Per riscaldare il pollo allo spiedo senza seccarlo, devi preriscaldare il forno a 200°, metterlo in una teglia e coprirlo con dei fogli di carta forno per far sì che l’umidità del pollo venga trattenuta dalla carne.

Hai provato questa ricetta?

Tagga @qdratatouille su Instagram e usa l’hashtag #qdratatouille

Ti piace questa ricetta?

Segui il nostro Pinterest @qdratatouille

Unisciti al nostro gruppo Facebook!

Follow us on Facebook

Pollo, alcune informazioni utili.

La carne di pollo, come tutte le carni bianche, è caratterizzata da un elevato contenuto proteico, un basso contenuto di grassi e da un contenuto equilibrato di acidi grassi saturi e insaturi.

La carne di pollo è molto digeribile ed è adatta a chi vuole mantenersi in forma. I grassi si trovano soprattutto nella pelle e nel sottocutaneo, per cui volendo, è facile eliminarli. Un etto di carne di pollo ha 110 Kcal senza pelle e a 171 con la pelle.

Importanti informazioni.

Per il suo sapore delicato, il costo contenuto e la sua versatilità in cucina, la carne di pollo è tra le più vendute e consumate al mondo. In genere viene data ai bambini e agli anziani perché considerata particolarmente leggera e salubre, ma questo è relativamente vero. Le condizioni degli animali negli allevamenti intensivi, comportano l'esecuzione di profilassi antibiotiche e integrazioni alimentari. Il pollo allevato all'aperto con mangimi adeguati ha un gusto e una consistenza totalmente diversi dal pollo allevato in maniera intensiva il cui consumo andrebbe evitato scegliendo produzioni di qualità o certificate.

Il pollo è un alimento da attenzionare dal punto di vista igienico. Il rischio per la salute è legato alla eventuale presenza di batteri che possono moltiplicarsi e propagarsi agli altri alimenti, se non si applicano delle precise regole igienico-sanitarie. La carne di pollo va consumata esclusivamente previa un'accurata e completa cottura raggiungendo una temperatura al cuore adeguata alla sicurezza alimentare (da 72 a 75 °C).

Grazie per aver visitato questo blog, che ne pensi dare un voto alla ricetta che hai appena letto? Farlo è molto semplice basta cliccare sulle stelline che trovi nella scheda della ricetta, oppure dentro i commenti in fondo alla pagina. Usali pure per esprimere un giudizio su quello che hai letto, oppure per chiedere maggiori dettagli sulla ricetta.

Articolo precedenteLa mia ratatouille light
Articolo successivoGnocco fritto emiliano

Le ricette più commentate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Commenti recenti