Pollo alla greca cotto sulla brace

Profumi mediterranei pomodoro e olive nere arricchiscono questa specialità del BBQ estivo.

0
426
Tempo di lettura: 1 minuti circa

Tra tutte le ricette a base di pollo quella del pollo alla greca è una delizia alla brace della cucina all’aria aperta, una specialità ideale da portare in tavola nella stagione calda.

Il pollo alla greca è una ricetta ricca degli irresistibili profumi mediterranei tipici della cucina greca.

aromi per il pollo alla greca

Prepararlo è davvero semplice e veloce, il suo segreto è la marinatura che lo caratterizza. Questa deve rispettare tempi ben precisi ed essere ricca di aromi, tra cui origano, alloro e maggiorana.

Il metodo di cottura è quello indiretto al BBQ chiuso e fori della campana chiusi per metà. Un sistema simile a quello che ho sperimentato per un’altra ricetta della cucina greca: l’Arni kleftiko, ovvero l’agnello arrosto alla greca.

Pollo alla greca cotto sulla brace

di Biagio Barraco
5 da 1 voto
Profumi mediterranei pomodoro e olive nere arricchiscono questa specialità del BBQ estivo.
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 1 ora 30 minuti
Marinatura: 12 ore
Tempo totale: 13 ore 50 minuti
Stagione
Difficoltà

€ 15,00


Porzioni: 4 persone
Calorie per porzione 372 kcal

Ingredienti

Per la marinata

Istruzioni

  • Prima di ogni cosa, per eliminare residui di piume, passa alla fiamma il pollo, quindi lava i pezzi strofinandoli con sale grosso. Risciacquali in abbondante acqua e asciugali per bene.
    Lava i pomodorini e tagliali a pezzi grossolani, affetta la cipolla, pela e dividi gli spicchi d’aglio in due nel senso longitudinale. Prepara tutti gli altri aromi della marinata sminuzzandoli per bene.
  • Metti il pollo in un ampio recipiente insieme agli ingredienti della marinata. Mescola ed amalgama bene gli ingredienti, quindi chiudi con una pellicola e lascia riposare 12 ore almeno in frigorifero.
  • Trascorso il tempo della marinata accendi il BBQ predisponendo una zona senza braci dirette. Metti il pollo insieme ad un po’ della marinata dentro una pirofila di ceramica. Metti il resto della marinata in un pentolino di ghisa o di altro materiale adatto al BBQ.
    Poni il contenitore del pollo sulla griglia del barbecue nella parte senza braci e cuoci per 1 ora a calore moderato e BBQ coperto. Di tanto in tanto bagna il pollo con la marinata per evitare che si asciughi troppo.
  • Trascorso il tempo apri il BBQ metti il pentolino di ghisa sulla griglia in modo che possa sobbollire ed esponi alle braci ardenti i pezzi di pollo in modo che si rosolino per bene. Anche in questo caso bagna il pollo di tanto in tanto con la marinata per evitare che si asciughi troppo. Quando il pollo sarà ben dorato è pronto per essere messo da parte in un piatto grande o una pirofila pulita.
    La marinata ristretta e scolata dai liquidi utilizzala per condire il pollo dopo che si sarà intiepidito. Aggiungi al condimento origano, olio e le olive. Mescola e porta a tavola

Valori Nutrizionali

Serving: 310gCalorie: 372kcal (19%)Carboidrati: 8g (3%)Proteine: 21g (42%)Grassi Totali: 28g (43%)Grassi saturi: 3g (15%)Grassi polinsaturi: 1gGrassi monoinsaturi: 7gSodio: 507mg (21%)Potassio: 209mg (6%)Fibra: 1g (4%)Zucchero: 3g (3%)

VENEQU BBQ SAUCE - Salse gourmet senza conservanti

Le salse Venequ nascono in Veneto con materie prime selezionate senza conservanti, aromi e colori artificiali che garantiscono un’alta qualità e un gusto eccezionale in grado di soddisfare anche i palati più raffinati. La storia dei condimenti in Veneto inizia in epoche remotissime, in cui i commercianti Veneziani, importando spezie dal lontano Oriente, ne favorirono la diffusione nei territori della Serenissima Repubblica di Venezia e in quelli vicini.

Scopri di piùVENEQU BBQ SAUCE

Sul barbecue.

Il nome Barbecue deriva dal termine in lingua arawak delle Antille barbicú. Questo si riferiva ad una griglia di legna verde posta sopra braci ardenti collocate in una fossa. Gli Spagnoli con la conquista delle Antille trasformarono il termine in barbacoa e lo utilizzarono per descrivere il sistema di cottura dei cibi all’interno di una fossa scavata nel terreno.

Oggi il BBQ è uno strumento di cottura estremamente versatile che regala molte soddisfazioni ai suoi utilizzatori.

Ricette per il Grill e il BBQ

A proposito di pollame.

Pollo, dal latino pullus cioè animale giovane, è il nome generico usato invariabilmente sia per il gallo che per la gallina della specie Gallus gallus, un uccello domestico allevato per la sua carne e per le sue uova.

La carne di pollo, come tutte le carni bianche, è caratterizzata da un elevato contenuto proteico, un basso contenuto di grassi e da un contenuto equilibrato di acidi grassi saturi e insaturi. La carne di pollo è molto digeribile ed è adatta a chi vuole mantenersi in forma.

I grassi si trovano soprattutto nella pelle e nel sottocutaneo, per cui volendo, è facile eliminarli. Un etto di pollo è pari a 110 Kcal senza pelle e a 171 con la pelle.

I polli sono allevati in batteria e a terra. Nel primo caso l'animale è posto in gabbie piccole dove ha poca possibilità di movimento; nel secondo caso l'animale vive in recinti spaziosi dove ha facoltà di muoversi liberamente. I polli da allevamento intensivo vengono macellati dai 30 ai 60 giorni di età. A seconda dell'età e del peso il pollo viene definito:

  • pollastro, quando il suo peso non supera i 600 g e la sua età è di 3-4 mesi;
  • pollo di grano, quando il suo peso non supera 1 kg e la sua età non supera l'anno;
  • pollo o pollastra, quando il peso arriva a 1,5 Kg circa;
  • galletto, il maschio giovane di circa 6 mesi;
  • gallo ruspante, il maschio di 10 mesi al massimo;
  • cappone, il maschio castrato all'età di circa due mesi che arriva fino a circa 2,5 Kg.

La conservazione della carne di pollo va fatta in frigorifero, ma fai attenzione a non porla vicino a del cibo già cotto. Questo è necessario evitare pericolose contaminazioni.

Altre ricette con il pollo.

Pensa al tuo benessere ed a quello del pianeta, mangia sano e difendi la natura!

Ricorda, per un consumo sostenibile è preferibile mangiare meno carne, scegliendola tra quella la cui filiera è controllata e garantita e dove gli animali sono trattati con rispetto. Riduci il consumo settimanale di carne e acquistala responsabilmente.

Grazie per aver visitato il mio blog. Che ne pensi dare un voto alla ricetta che hai appena letto? 

Farlo è molto semplice basta cliccare sulle stelline che trovi nella scheda della ricetta, oppure dentro i commenti in fondo alla pagina. Usali pure per esprimere un giudizio su quello che hai letto, oppure per chiedere maggiori dettagli sulla ricetta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Vota questa ricetta!




Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.