La pita è una tipologia di pane diffusa nell’area del Mediterraneo e del Medio Oriente. In uso nei Balcani, in Grecia soprattutto, così come in Siria o nel Libano, questo pane lievitato, basso e tondo, è conosciuto anche come pane arabo.

Tempo di lettura: circa 2 min.


Pita farcita e arrotolata.

La cottura tradizionale della pita è quella fatta nel forno a legna a temperature superiori ai 370°C. Questo consente al pane di gonfiarsi e creare la classica tasca da farcire nei modi più svariati. La pita costituisce la base fondamentale dei panini farciti con carne arrostita, come gyros e kebab.

In particolare la gyros pita, domina lo street food della cucina greca. Si tratta di una pita farcita e arrotolata, che prevede carne di maiale cotta su un grosso spiedo e tagliata a pezzetti condita con dello tzatziki, la famosa salsa a base di yogurt, cetrioli e aglio. A questi ingredienti base si aggiungono a piacere insalata, pomodori, cipolla e patatine fritte.

Photo by Joni Gutierrez on Unsplash

Consigli per la preparazione della pita greca.

Per fare in casa un buon pane greco è sufficiente preparare un impasto da pizza sporzionarlo e cuocere i dischi ottenuti uno alla volta su una piastra in ghisa caldissima. Alternativo è l’uso del forno statico dove la cottura avviene alla massima temperatura per circa 5 minuti, ovvero il tempo di formarsi la bolla in cui inserire la farcitura.

Photo by Vaibhav Jadhav on Unsplash

A fine cottura metti a riposare le pite coperte con un panno e impilate una sull’altra, così che restino morbide. Le pite vanno consumate appena fatte, morbidissime si possono aprire a metà e farcire o arrotolare. Nel caso si volesse consumare la pita senza farciture, per evitare che si gonfi si possono spennellare con l’acqua i dischi di pasta prima di cuocerli.

Pita greca (detta anche pane arabo)

Per fare in casa una buona pita greca è sufficiente preparare un impasto da pizza, sporzionarlo e cuocere i dischi ottenuti uno alla volta nel forno o meglio su una piastra in ghisa caldissima.
5 da 1 voto
Ricetta di Biagio Barraco
Cucina: Greca
Portata: Paste lievitate
Difficoltà: facile
Costo: € 2.00
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 10 minuti
riposo e lievitazione: 5 ore
Tempo totale: 5 ore 40 minuti

Ingredienti

Porzioni: 6
calorie per porzione: 310kcal

Istruzioni
 

Preparazione dell'impasto

  • Prepara l'impasto e lascialo lievitare seguendo le istruzioni della ricetta per l'impasto pizza napoletana.
  • Quando l’impasto sarà raddoppiato, dividilo in 6 – 7 palline di circa 100 grammi ciascuno, pirlandole sul piano cosparso di farina. Coprile con pellicola per alimenti e lasciale lievitare ancora per 1 ora.
  • Al termine di questo tempo i panetti si saranno raddoppiati di volume. Stendili con i polpastrelli sul piano di lavoro cosparso di farina, fino ad ottenere un disco spesso 5 – 6 millimetri.

Cottura in forno

  • Per la cottura con il forno di casa impostalo in modalità cottura statica alla massima temperatura. Lascia cuocere un massimo di due pezzi alla volta per 10 minuti, cioè fino a quando non saranno ben gonfi e dorati. Lascia riscaldare nuovamente per bene il forno per cuocere gli altri pezzi perché altrimenti verrà bene solo la prima fornata.

Cottura sulla piastra di ghisa

  • Una piastra in ghisa preriscaldata sul fornello del gas semplifica le cose e ottimizza il risultato. Una volta riscaldata la piastra a 300°C, adagiavi la pita e copri con un coperchio in pirex, in modo che il calore si diffonda uniformemente.
    Dopo circa 1 minuto, cioè quando vedrai formarsi delle piccole bollicine sulla superficie, gira la pita e cuocila per 30 secondi sull’altro lato, quindi, girala nuovamente e lascia cuocere ancora un po' sempre con il coperchio su. Dopo un paio di minuti la pita si gonfierà come un palloncino, è il segno che già è cotta.
    Una volta cotta, metti la pita impilata alle precedenti per mantenere il pane morbido e umido.
Keywords : Pane in casa | Pita

Grazie per aver visitato il mio blog. Che ne pensi dare un voto alla ricetta che hai appena letto? 

Farlo è molto semplice basta cliccare sulle stelline che trovi nella scheda della ricetta, oppure dentro i commenti in fondo alla pagina. Usali pure per esprimere un giudizio su quello che hai letto, oppure per chiedere maggiori dettagli sulla ricetta.

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Vota questa ricetta!




Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.