Patati arrianati, o patate all’origano

Un piatto tipico del sud Italia caratterizzato dal profumo intenso dell'origano.

I patati arrianati, ovvero le patate all’origano, sono un contorno sfizioso e saporito tipico della cucina popolare palermitana. Un piatto spesso consumato anche come delizioso secondo piatto vegetariano, visto la ricchezza degli ingredienti che lo compongono.

Questo post contiene link di affiliazione Amazon. Quando acquisti un prodotto utilizzando i link in qualità di Affiliato Amazon ricevo un guadagno dagli acquisti idonei. Ciò contribuisce al mantenimento di questo blog senza costare nulla in più per te. Grazie in anticipo!

Questa pietanza è molto diffusa in Sicilia e in generale nel Sud della penisola italiana.

Patati arrianati, o patate all'origano

Non esclusive della gastronomia palermitana, i patati arrianati esistono in diverse varianti con diversi nomi regionali. In Lucania, dove il piatto è particolarmente apprezzato, è chiamato patate raganate, mentre in Puglia prende il nome di patate arracanate.

Questi termini, assai simili tra loro, si riferiscono sempre a una pietanza della cucina contadina preparata con patate, pomodori, cipolla, olio extravergine, formaggio grattugiato e tanto origano.

I termini dialettali che denominano il piatto nelle varie declinazioni regionali sono chiaramente riferiti alla presenza di una bella quantità di origano tra gli ingredienti. Col tempo questi nomi sono diventati sinonimi di patate gratinate per via di qualche variazione locale dove il formaggio, formando un’appetitosa crosticina dorata, era divenuto il vero protagonista del piatto. È il caso delle patati arrianati alla palermitana, piatto noto nell’area occidentale dell’Isola che poi si è evoluto nelle cosiddette patate vastase, una versione nata e diffusasi nel Trapanese.

Patati arrianati, come si preparano.

Le patate, tagliate a fette, o a spicchi, o a tocchi vengono condite con olio, sale, pepe e origano. Queste poi vengono unite a degli anelli di cipolla, qualche pomodorino e abbondante formaggio, o pangrattato, oppure con entrambi e cotte in forno.

Patati arrianati, o patate all'origano

A proposito di formaggio, nella ricetta palermitana il caciocavallo è ingrediente essenziale. Si tratta di un formaggio che caratterizza in modo particolare i piatti più emblematici della cucina palermitana, come ad esempio lo sfincione.

Il caciocavallo siciliano.

Il caciocavallo siciliano, a differenza di quello che si produce nel resto del meridione d’Italia, non ha la tipica forma a pera del formaggio appeso, è piuttosto un parallelepipedo di gustosissimo formaggio, uno dei più antichi della Sicilia che affonda le radici nelle culture mussulmana ed ebraica, di cui è permeata la cultura gastronomica, siciliana. Di questo tipo di formaggio esistono due principali varietà: il caciocavallo palermitano P.A.T., prodotto nei comuni di Cinisi e Godrano con il latte di vacche di razza cinisara, e il Ragusano DOP che invece viene prodotto sull’altopiano calcareo dei monti Iblei utilizzando il latte di bovini di razza modicana.

Oltre all’origano, che non può assolutamente mancare, puoi aggiungere timo, maggiorana, rosmarino, ecc… Come vedi le variabili sono tante, non esiste una ricetta sola, questa è la nostra ricetta ri patati arrianati!

Una volta pronte puoi servirle per accompagnare secondi di carne, o di pesce.

Preparazione 20 minuti
Cottura 20 minuti
Tempi di riposo 2 ore 15 minuti
Tempo totale 2 ore 55 minuti

Patati arrianati.

di Biagio Barraco
Un piatto tipico del sud Italia caratterizzato dal profumo intenso dell'origano.
5 da 2 voti

Vota anche tu questa ricetta!

Commenta! Pin Ricetta Stampa ricetta
PortataContorni
DifficoltàBassa
Porzioni 4 persone
Calorie a porzione 235 kcal

I dati sono forniti al solo scopo informativo e non sostituiscono la consultazione di un medico o di un professionista qualificato. In particolare: il dato delle calorie non è da ritenersi un consiglio alimentare o nutrizionale, i valori indicati sono puramente indicativi; si prega di consultare le etichette degli alimenti per informazioni su allergeni e intolleranze.

Attenzione agli allergeni presenti.

Ingredienti

Istruzioni

  • Pela le patate, quindi lava i pomodorini e monda le cipolle.
  • Taglia in quattro i pomodorini, quindi affetta finemente le cipolle.
  • Taglia le patate a fette spesse o a spicchi, l'importante che siano bene o male della stessa dimensione, quindi mettile a bagno in acqua fredda per un paio d'ore. Cambia l'acqua un paio di volte non appena si intorbidisce tanto. Questa operazione serve a togliere un po' dell'amido contenuto nelle patate e a renderle più croccanti a fine cottura.
    In una ciotola capiente, metti l'olio, il sale, il pepe, l'aglio, 1 cucchiaio di origano e un cucchiaino di menta essiccata. Quindi, una volta scolate le patate, mettile dentro insieme ai pomodorini, le fette di cipolle e mescola per bene.
    Disponi il contenuto della ciotola in una teglia di acciaio grande abbastanza, con il fondo rivestito di carta forno.
  • Inforna la teglia a 200 °C e controlla dopo i primi 20 minuti controlla se le patate sono cedevoli alla pressione dei rebbi di una forchetta. In caso positivo sono già pronte.
    Estrai la teglia dal forno e cospargi generosamente la superficie con il formaggio grattugiato, spolvera con l'origano rimasto, quindi prosegui la cottura per altri 5 minuti, ovvero fino a quando le patate non risulteranno ben dorate e croccanti.
    Sforna e lascia intiepidire un po' prima di servirle come contorno alla carne o al pesce arrosto.

Avviso ai lettori.

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il nostro blog interessante, aiutaci a mantenerlo con una piccola donazione. La nostra unica forza sono i lettori come te. Il tuo sostegno è importante per noi, effettua qui una donazione con paypal!

1 commento su “Patati arrianati, o patate all’origano”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vota questa ricetta!




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto