Pasticcini di pasta di mandorle

I Pasticcini di pasta di mandorle, tipici di Erice, sono dei piccoli dolcetti delicatamente croccanti fuori e morbidissimi dentro. Perfetti per l’ora del tè o per completare il pranzo domenicale, o quello delle festività di Natale e di Pasqua.

I Pasticcini di pasta di mandorle, sono dei piccoli dolcetti tipici di Erice, delicatamente croccanti fuori e morbidissimi dentro. Perfetti per l’ora del tè o per completare il pranzo domenicale, o quello delle festività di Natale e di Pasqua.

Questo post contiene link di affiliazione Amazon. Quando acquisti un prodotto utilizzando i link in qualità di Affiliato Amazon ricevo un guadagno dagli acquisti idonei. Ciò contribuisce al mantenimento di questo blog senza costare nulla in più per te. Grazie in anticipo!

Semplici da realizzare e gustosi, questi pasticcini si preparano con la pasta di mandorle siciliana, rinomata e apprezzata materia prima della pasticceria.

Un tempo, questi pasticcini di pasta reale biscottata, venivano esclusivamente preparati dalle suore del Monastero di San Carlo della città di Erice. Con lo stesso impasto preparavano diverse tipologie di pasticcini di varia forgia, come i semplicissimi sospiri fatti di pasta “pizzicata” e cosparsi di zucchero a velo, oppure i più sofisticati desirs, guarniti con una mandorla sopra, invece erano ripieni di preziosa marmellata di cedro e i cuscinetti. Oggi queste specialità sono proposte da molte pasticcerie dell’Isola.

Cos’è la pasta di mandorle.

La Pasta di mandorle, chiamata anche Pasta Reale è un impasto dolciario tipico della pasticceria siciliana, benché questa è alla base anche di dolci tradizionali sardi, calabresi, pugliesi e salentini. È però in Sicilia che la pasta di mandorle ha un riconoscimento ufficiale come prodotto agroalimentare tipico (P.A.T.) della regione. Questo grazie alle prelibate mandorle prodotte soprattutto ad Avola.

Si dice che la Pasta Reale sia nata tra il XI e il XII secolo tra le mura del Convento della Martorana, a Palermo e che da lì si sia diffusa nei territori dell ‘Italia Meridionale, facenti parte del Regno di Federico II.

La pasta di mandorle è perfetta anche per la preparazione di crostate super golose farcite con marmellata di arance.

Preparazione 30 minuti
Cottura 10 minuti
Riposo 15 minuti
Tempo totale 55 minuti

Pasticcini di pasta di mandorle

di Biagio Barraco
Deliziosi dolcetti della dimensione perfetta per soddisfare il palato con la fragranza delle mandorle.
5 da 2 voti

Vota anche tu questa ricetta!

Commenta! Pin Ricetta Stampa ricetta
PortataPasticceria e Dessert
DifficoltàBassa
Porzioni 40 pezzi
Calorie a porzione 420 kcal

I dati sono forniti al solo scopo informativo e non sostituiscono la consultazione di un medico o di un professionista qualificato. In particolare: il dato delle calorie non è da ritenersi un consiglio alimentare o nutrizionale, i valori indicati sono puramente indicativi; si prega di consultare le etichette degli alimenti per informazioni su allergeni e intolleranze.

Attenzione agli allergeni presenti.

Ingredienti

Istruzioni

  • Prima di tutto, le mandorle vanno pelate e ridotte in farina. Macina finemente le mandorle con lo zucchero e versa il tutto in una terrina. Ovviamente, se hai la possibilità di acquistare della buona farina di mandorle, questo passaggio puoi saltarlo.
  • Aggiungi gli albumi, il miele, la marmellata e la scorza di limone grattugiata. Impasta bene il tutto fino a ottenere un composto morbido e omogeneo. Se l'impasto ti sembra troppo duro, puoi aggiungere un altro po' di albume
  • Continua a lavorare il composto per un po' su un ripiano cosparso di zucchero fino. Dovrai formare un filoncino spesso circa 3 cm, dal quale ricavare dei tocchetti lunghi 4 cm. Con questi forma delle palline schiacciate.
  • Cospargi di zucchero a velo le palline e disponile su una teglia rivestita con carta da forno a una distanza di 2 cm circa l'uno dall'altro,
    Decorale con una mandorla o un pistacchio o dei canditi, quindi passa in forno preriscaldato a 200°C finché i dolcetti non diventeranno un po' dorati (10 minuti circa).
    Una volta dorati, lasciali riposare sulla teglia per altri 5 minuti, quindi cospargili con abbondante zucchero a velo.

Note

I Pasticcini li puoi tenere fino a 10 – 15 giorni chiusi in una scatola di vetro o di latta. Tieni conto che si induriranno un po’ raffreddandosi.

Avviso ai lettori.

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il nostro blog interessante, aiutaci a mantenerlo con una piccola donazione. La nostra unica forza sono i lettori come te. Il tuo sostegno è importante per noi, effettua qui una donazione con paypal!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vota questa ricetta!




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto