Pasta fave pecorino e guanciale

Un golosissimo primo piatto primaverile, ispirato alla cucina romana, con un tocco di Sicilia dentro.

Post simili a questo

Calamari ripieni dell’isola di Salina

Calamari ripieni dell'isola di Salina, alla fine ho deciso di chiamarli così i calamari ripieni che preparava la Signora Maria nella stupenda isola dell'Eolie. La Signora, che ci aveva affittato la casa per le vacanze, cucinava ogni giorno piatti semplici, ma straordinari. Eccellenti e genuini erano gli ingredienti che utilizzava e le sue mani ossute compivano gesti di sapienza millenaria, nel preparare quei deliziosi manicaretti.

Cous cous con lumache e verdure

Il cous cous con lumache e verdure è un piatto tipico del territorio trapanese. Benché sia meno conosciuto del rinomato cous cous di pesce è altrettanto apprezzato non solo nelle tavole dei contadini, dove questo piatto ha le sue origini.

Wioli Zrazy Zawijane, involtini polacchi di Wiola

Una versione italianizzata della famosa pietanza polacca. Una rielaborazione però non troppo distante dalla cucina originaria, poiché mi sono avvalso dei consigli preziosi della mia amica Wiola.

Ultimi articoli

Condividi

La pasta fave pecorino e guanciale è un primo piatto molto saporito. Un tripudio di sapori primaverili, un accostamento collaudato da tempo che ho rielaborato per preparare degli spaghettoni davvero golosi.

Fave e pecorino sono un’accoppiata vincente della cucina tradizionale romana, un grande classico della stagione primaverile. In questa ricetta ho riprodotto proprio questo saporito abbinamento aggiungendovi il saporito tocco del guanciale croccante e profumando il piatto con un po’ della mia Sicilia. In combinazione col pecorino romano ho impiegato un po’ di canestrato siciliano, la scorza di agrumi essiccata, oltre che le immancabili foglioline di menta.

Pasta fave pecorino e guanciale

Le fave.

Le fave sono una gustosa fonte di ferro e altri minerali, oltreché una notevole quantità di vitamine. Non appena si trovano al mercato ne approfitto sempre per utilizzarle freschissime nelle mie ricette preferite, come i falafel di fave fresche o il marò di fave.

Protagoniste della stagione primaverile con il loro colore brillante, le fave sono ottime in purezza, accompagnate solo da pecorino fresco. Nella combinazione con gli altri ingredienti della ricetta per la pasta fave pecorino e guanciale questi vegetali consentono di preparare un primo piatto che porta alla mente i sapori genuini di una volta.

Quali scegliere per questa ricetta?

Per realizzare la pasta fave pecorino e guanciale è fondamentale l’impiego di ingredienti di prima qualità. Per quanto riguarda le fave, visto che va utilizzata soltanto la parte interna privata del tegumento che la riveste, le migliori da impiegare sono quelle freschissime, quelle che solitamente si mangiano crude insieme al pecorino!

Il baccello deve essere turgido, di un verde brillante, lucido e quando si rompe fa uno schiocco. Il frutto all’interno è levigato, croccante e dolce.

Pasta fave pecorino e guanciale

Biagio Barraco
Un golosissimo primo piatto ispirato alla cucina romana, con un tocco di Sicilia dentro.
Dieta mediterranea
5 da 2 voti
Preparazione 20 minuti
Cottura 18 minuti
Tempo totale 38 minuti
bollire o lessare, brasare o stufare, cuocere in umido
PREPARAZIONE Facile
STAGIONE MIGLIORE primavera
Ingredienti per4 persone
Primo piatto

Ingredienti

Istruzioni

  • Prepara gli ingredienti cominciando dalle fave. Queste vanno sgranate (private del baccello) e mondate dalla cuticola che le riveste,
    Lava la menta in acqua fredda e priva il guanciale dalla cotenna, quindi taglialo a striscioline. Infine pela e affetta finemente gli scalogni.
  • Versa il guanciale in una padella ben calda e senza aggiungere ulteriori grassi fallo divenire croccante mescolandolo spesso con una spatola.
    Non appena ha raggiunto la croccantezza desiderata, metti il guanciale da parte, aggiungi 1 cucchiaio di olio in padella e lasciavi soffriggere lo scalogno a fiamma bassissima.
  • Senza bruciare lo scalogno aggiungi subito le fave e lasciale rosolare 1 minuto salandole appena. Sfuma con il vino bianco e quando l'alcol sarà evaporato aggiungi 150 ml di acqua. Abbassa la fiamma al minimo e lascia cuocere per 15 minuti (se occorre aggiungi dell'acqua). Intanto metti a lessare l'acqua per la pasta.
  • A cottura ultimata trasferisci la metà delle fave cotte nel mixer, aggiungi il pecorino, 2 cucchiai di acqua di cottura della pasta, 1 cucchiaio di olio, alcune foglie di menta e ½ cucchiaino di pepe nero macinato al momento. Passa al mixer fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea.
  • Unisci il guanciale alle fave rimaste in padella, quindi scola la pasta molto al dente e trasferiscila in padella con un po' di liquido di cottura.
  • A fiamma bassissima maneggia la pasta prima col condimento della padella, poi aggiungi la crema ottenuta al mixer in precedenza.
  • Mescola per bene in modo da amalgamare completamente gli ingredienti. Impiatta e completa il piatto con un po' di polvere di scorze di agrumi e delle foglioline di menta.
Allergeni presenti
Glutine
Latticini

Valori Nutrizionali

Serving: 125gCalorie: 635kcalCarboidrati: 61gProteine: 24gGrassi Totali: 30gSodio: 1019mgZucchero: 4g
Keyword pastasciutta
Ti è piaciuta questa ricetta?Dai un voto e scrivi nei commenti cosa ne pensi!

Grazie per aver visitato questo blog, che ne pensi dare un voto alla ricetta che hai appena letto? Farlo è molto semplice basta cliccare sulle stelline che trovi nella scheda della ricetta, oppure dentro i commenti in fondo alla pagina. Usali pure per esprimere un giudizio su quello che hai letto, oppure per chiedere maggiori dettagli sulla ricetta.

Le ricette più commentate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Vota questa ricetta!




Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Commenti recenti