Pasta cà fasola ‘ncirata, minestra di borlotti freschi

La pasta cà fasola ‘ncirata, è una minestra di pasta e borlotti freschi che noi palermitani consumiamo in Estate, cioè quando questi ingredienti sono reperibili. Ti ho già raccontato di come amiamo la “pasta chi tinnirumi”, una minestra estiva pazzesca! Questa però non è l’unica pietanza che consumiamo portando la temperatura corporea alle stelle, un’alternativa è appunto la pasta ca fasola ‘ncirata!

A Palermo a fasola ‘ncirata, ovvero i fagioli borlotti freschi in baccello, si trovano al mercato da fine giugno a fine luglio, e si adoperano per preparare questa specialità, spesso con la complicità della “cucuzza longa”, quella dei tenerumi dell’omonima minestra di cui ti ho parlato già.

Pasta cà fasola 'ncirata

La ricetta che ti descrivo qui è come sempre repertorio della cucina di nonna e di mamma. In se la preparazione è molto semplice e prevede soltanto fagioli, cipolla e pomodoro con l’opzione della cucuzza.

Tradizione vuole che i formati di pasta ideali per questa minestra siano, o gli “spaghetti sminuzzati”, oppure gli “attuppatièddi”. Ricordo ancora mia nonna che armata di “mappina”, (canovaccio da cucina), richiudeva dentro di essa la quantità necessaria di spaghetti e li sminuzzava compiendo una gestualità simile a quella di quando impastava il pane. Nonostante questo mio bel ricordo, ho sempre preferito agli spaghetti gli “attuppateddi” cioè ditali lisci dalla dimensione esatta per permettere ai fagioli di insediarsi al loro interno. Una goduria!

Attuppatièddi cà fasola ‘ncirata.

Ancora una minestra estiva palermitana, semplice e buona come le cose di una volta.
5 da 3 voti
Preparazione: 15 minuti
Cottura: 1 ora
Tempo totale: 1 ora 15 minuti
Portata: Minestra
Cucina: Tradizionale Siciliana
Keyword: pasta con i fagioli
Difficoltà: facile
Porzioni: 4 persone
Calorie: 310kcal
Costo approssimativo: € 3,00

Ingredienti

  • 1 Kg fagioli borlotti freschi in baccello
  • 250 g pasta di grano duro del formato preferito
  • 1 cucchiaio olio extravergine d'oliva
  • 200 g pomodori ben maturi e dolci
  • 200 g zucchina lunga detta zucca serpente
  • 1 cipolla rossa
  • q.b. sale e pepe

Istruzioni

  • Per preparare questa minestra devi prima sbucciare i fagioli freschi, non occorrerà metterli in acqua preventivamente come si fa per i fagioli secchi. Una volta sgusciati i fagioli, lavali e mettili in una pentola capiente.
  • Aggiungi acqua fino a coprire i fagioli, la cipolla tagliata minuta e il pomodoro privato della pelle e tagliato a cubetti.
  • Metti un 1 cucchiaio di olio, quindi fai cuocere i fagioli per 15 minuti a fiamma bassa. Intanto pela la zucchina e tagliala a pezzetti.
  • Aggiungi la zucchina e termina la cottura della minestra fino a quando i fagioli non saranno ben cotti. Ci vorranno altri 30 minuti circa, eventualmente se occorre aggiungi dell'acqua e prolunga la cottura.
  • Il sale va messo solo quando i fagioli saranno cotti, quindi porta la minestra a bollore e aggiungi la pasta che preferisci. Lascia cuocere il tempo necessario perché la pasta risulti cotta.
  • Appena pronta, mentre la minestra è ancora calda, se ti piace puoi condire con un filo di olio crudo e una macinata di pepe nero fresco.
    pasta cà fasola 'ncirata
Commenta e vota questa ricetta

Beviamoci sopra.

Per stemperare il caldo che ne dici di un vino fresco e fruttato come un Donnafugata Anthìlia Catarratto

Ricetta aggiornata il 2019-07-25 21:59:22

Un commento su “Pasta cà fasola ‘ncirata, minestra di borlotti freschi”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.