Orecchiette pesce spada e melanzane.

Dalla un piatto ... !

TAG>> , , ,

Perché le orecchiette pesce spada e le melanzane? So bene che è questo un accostamento insolito, ma son convinto che per questo sugo ricco, dove si sente il sole e il mare di Sicilia, il formato di pasta corto e ruvido sia quello più adatto. Certo come detto in fondo a questa pagina non si tratta dell’unica soluzione, ma è bene preferire un formato di pasta piccolo perché facile da maneggiare senza trasformare il tutto in una poltiglia.

Orecchiette spada e melanzane

Tempo di lettura: circa 1 min.


Le melanzane più adatte per questa ricetta sono quelle tonde viola chiaro, più dolci rispetto a quelle classiche più scure. Dolcezza che ben contrasta con la sapidità del pesce spada. Purtroppo però queste, ottime per essere fritte, sono poco resistenti alle cotture lunghe. Per questo motivo per preparare il sugo di pesce spada e melanzane friggo le melanzane a parte (prima non facevo così).

Per far risultare corposa la salsa, alla nota più fresca dei pomodori pelati e tagliuzzati finemente, aggiungo un cucchiaio di passata di pomodoro. Quest’aggiunta la rende piena e sapida perfetta per avvolgere la pasta che “ben rugosa” deve raccogliere bene il sugo e trattenerlo.

La frittura delle melanzane permette di mantenere una piacevole parte croccante alla salsa. Per non ridurre tutto ad un pappone, segui i miei suggerimenti, non tene pentirai! Le melanzane non si spappoleranno nel sugo e il gusto ci guadagnerà.

Orecchiette spada e melanzane

Orecchiette spada e melanzane

5 da 5 voti
Per esaltare i sapori mediterranei, la salsa deve risultare corposa e sapida. Deve avvolgere la pasta che deve raccogliere bene il sugo e trattenerlo.
Portata Primo piatto
Cucina Tradizionale Siciliana
Keyword orecchiete pescespada e melanzane
Difficoltà media
Preparazione 50 minuti
Cottura 40 minuti
Riposo delle melanzane 30 minuti
Tempo totale 2 ore
Porzioni 4 persone
Calorie 385kcal
Cost € 13,00

Utensili consigliati

Ingredienti

Istruzioni

  • Prepara le melanzane tagliandole a dadi non troppo piccoli. Spolvera con il sale i cubetti e mettili in un colapasta a riposare per almeno 30 minuti per fargli perdere l'acqua di vegetazione amarognola.
    In attesa che le melanzane eliminino la loro acqua, prepara gli altri ingredienti a cominciare dal pesce spada. Privalo della pelle e taglialo a quadrucci non troppo piccoli.
  • Pela i pomodori e tagliali in piccoli pezzi. Monda e trita finemente le cipolline.
  • Pela gli spicchi d'aglio e dividili in due per la lunghezza. Trita finemente la mentuccia, il prezzemolo e il basilico e metti tutti gli ingredienti da parte.
  • Una volta che le melanzane sono "spurgate", sciacquale, asciugale per bene con uno strofinaccio e quindi friggile in olio di arachidi ben bollente aromatizzato con 1 spicchio d'aglio e un rametto di rosmarino. Occhio, non deve fare fumo!
    Io adopero il wok per avere una frittura ottimale senza sprechi, senza contare che è molto pratica anche per preparare la salsa dopo.
  • Metti le melanzane a scolare l'olio in eccesso (benché vedrai che con l'olio di arachidi ne assorbiranno davvero poco), quindi metti sul fuoco la pentola per la pasta.
    In attesa che giunga a bollore l'acqua della pentola puoi occuparti del sugo.
  • Elimina dal wok l'olio rimasto dalla frittura delle melanzane. Asciugalo bene con un foglio di carta assorbente, quindi metti dentro l’olio extravergine d’oliva, i 3 spicchi d’aglio divisi in due, la cipollina tritata, un pizzico di peperoncino e un po' di sale. Lascia scaldare a fuoco minimo e attendi che il soffritto imbiondisca appena.
    Metti i "quadretti" di pesce spada e falli rosolare bene da tutti i lati per 5 – 6 minuti a fuoco medio.
  • Quando il pesce spada è ben rosolato sfuma con il vino. Attendi che l'alcol evapori e aggiungi le erbe aromatiche tritate finemente.
  • Lascia cuocere ancora un minuto mescolando bene per amalgamare i sapori. Quindi aggiungi il pomodoro tagliato a pezzetti.
  • Mescola e lascia insaporire il tutto, quindi aggiungi 1 cucchiaio di passata di pomodoro. Lascia cuocere per un minuto e poi aggiungi alla salsa le melanzane fritte.
  • Porta il fuoco al minimo e mescola delicatamente per amalgamare gli ingredienti senza che le melanzane si rompano. Aggiusta di sale se occorre e lascia cuocere la salsa a fiamma bassissima in modo che restringa. Il tempo necessario per far stringere la salsa è di 10 minuti circa, cioè quello altrettanto necessario per lessare la pasta.
    Una volta scolata la pasta al dente maneggiala in pentola con un po' del condimento.
  • Impiatta guarnendo le porzioni individuali con la salsa rimasta e qualche fogliolina di menta.

Note

Altri formati che ben si adattano a questo tipo di condimento sono gli gnocchetti, le trofie e le eliche.
Pin it! Commenta questa ricetta e non dimenticarti di votare!

Ricetta aggiornata il 2019-10-21 19:22:58

Pasta senza glutine.

La ricetta può essere modificata facilmente sostituendo la normale pasta di grano duro con quella specifica senza glutine. Se hai voglia e tempo puoi preparare da te la pasta fresca che desideri, anche senza uova. Basta seguire i consigli che puoi leggere in questa ricetta.

La natura ci restituisce quello che gli diamo!

Questa ricetta prevede la frittura degli alimenti, se vuoi provarla ricordati di non buttare l’olio nel lavello o nello scarico del WC perché è molto dannoso per la salute dell’uomo e per l’ambiente. Per smaltire l’olio di frittura, procurati un recipiente dove versare l’olio esausto quando si sarà raffreddato. Il contenitore va portato in una delle isole ecologiche che trovi in città o nei distributori di benzina e supermercati che provvedono al ritiro gratuito dell’olio esausto.

Per saperne di più visita questa pagina.

Dai un occhiata alla mia cantina!


Post originale scritto il2019-03-19 16:05:39 da Biagio Barraco.

Su di me ...

Arredatore e blogger con la passione per la cucina. Siciliano, estroverso, creativo, ironico e curioso, amo la cucina tradizionale e casalinga, ma mi piace anche sperimentare la cucina di altre culture.

Conosciamoci meglio …

Ho notato che hai visitato più volte questa pagina e voglio ringraziarti per l'interesse dimostrato. A proposito, che ne pensi dare un voto a questa ricetta? Farlo è molto semplice basta cliccare sulle stelline che trovi nella scheda della ricetta, oppure dentro i commenti in fondo alla pagina. Usali pure per esprimere un giudizio su quello che hai letto, oppure per chiedere maggiori dettagli sulla ricetta.

Licenza di utilizzo, diritti di proprietà dei contenuti di questo blog e divieti di utilizzo.

è espressamente fatto divieto di:

4 commenti su “Orecchiette pesce spada e melanzane.”

  1. Ma sai che ti dico !
    Mi piace l’idea delle orecchiette !
    Almeno con il cucchiaio riesci a gustare più elementi insieme e ben amalgamati !
    Mi piace anche l’aglio ed il rosmarino a friggere con le melanzane ! Aromaticheeee !
    Insomma !!! Buona, mi piace !5 stars

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.