Orata ripiena ai funghi

Dalla un piatto ... !

TAG>> , ,

L’orata ripiena ai funghi non è solo un gustoso secondo di pesce, dove l’orata sposa il suo sapore “marino” con quello “terrestre” della farcitura ai funghi, ma anche un piatto che può ben figurare nella tavola delle grandi occasioni o delle feste.

orata ripiena

Tempo di lettura: circa 1 min.


  
  

La ricetta dell’orata ripiena ai funghi è facile da fare in casa. L’unica difficoltà vera è la preparazione dell’orata. Basta però richiedere questo delicatissimo lavoro alla propria pescheria di fiducia.

L’orata si presta benissimo a diverse tipologie di cottura, dalla brace, al vapore, la cartoccio, o la classica cottura al forno come nel caso di questa ricetta. Fondamentale è non andare oltre con la cottura, perché si perderebbero gli umori delle carni del pesce che diventerebbe stopposo.

Per realizzare questa ricetta occorre un’orata di mare, cioè non di allevamento, di un kg o poco più. Le orate di allevamento sono meno saporite è necessitano di un condimento e di una cottura specifica, ad esempio si prestano di più per la cottura al cartoccio, opportunamente insaporite.

Come funghi consiglio gli champignon varietà cremino, più gustosi di quelli bianchi, la cui delicatezza secondo me non reggerebbe il confronto con il sapore dell’orata. Tuttavia questi sono comunque utilizzabili.

  
  

Caratteristiche nutrizionali dell’orata.

Il pesce in generale è un alimento importante per una nutrizione equilibrata. L’Orata, ingrediente principe di questa ricetta, è un pesce povero di grassi e di facile digeribilità. Possiede un grande quantità di vitamine minerali (fosforo, ferro, iodio) e acidi grassi polinsaturi, difficilmente riscontrabili in altri cibi.

Per variare la propria alimentazione è consigliato il consumo di almeno 200 grammi di pesce a settimana. Guarda tra le mie ricette per ispirarti nella preparazione di un piatto a base di pesce!

Orata ripiena ai funghi

Orata ripiena ai funghi

5 da 4 voti
L'accostamento orata e funghi è un classico "mari e monti" abbastanza conosciuto, ma se l'orata è di taglia grande con una farcitura a dovere sarà uno spettacolo da portare a tavola.
Portata Secondo piatto
Cucina Italiana
Keyword orata farcita
Difficoltà media
Preparazione 30 minuti
Cottura 1 ora
Tempo totale 1 ora 30 minuti
Porzioni 4 persone
Calorie 315kcal

Ingredienti

Istruzioni

  • Per preparare questo piatto occorre che l'orata (grande e di peso di almeno 1 kg) sia stata deliscata e "aperta a libro", lasciandovi attaccata testa e coda. Essendo questa un operazione difficile da compiere ti consiglio di far compiere questo lavoro in pescheria al momento dell'acquisto.
  • Come prima cosa, dato che dovrai preparare il ripieno, taglia finemente l'aglio, il prezzemolo e i cipollotti. Taglia anche a piccoli pezzetti metà dei funghi. Ti consiglio di impiegare i gambi e quelli più piccoli di taglia.
  • Rosola in un'ampia padella, poco peperoncino, l'aglio, i cipollotti e un pizzico di sale, con 2 cucchiai d'olio. Quando si sarà imbiondito il soffritto, aggiungi i funghi e fai cuocere tutto per 15 minuti a fuoco dolce.
  • Trascorso il tempo, alza la fiamma e sfuma con vino bianco, aspetta che l'alcol evapori e spegni la fiamma, quindi aggiungi a fuoco spento il prezzemolo. Mescola bene e aggiusta di sale se occorre.
  • Aggiungi al composto il pancarrè privato della parte esterna e ben sbriciolato. Amalgama tutto per bene fino ad ottenere una farcitura abbastanza compatta.
  • Disponi sul piano da lavoro un foglio di carta forno della misura adatta alla teglia che utilizzerai per contenere il pesce durante la cottura in forno. Stendi tre gambi verdi di cipollotto (sceglili tra quelli più tenaci ti serviranno da legacci) e adagiavi l'orata aperta in due. Quindi stendi al suo interno delle fettine di patate tagliate molto sottili. Condisci con un pizzico di sale, curcuma e poco pepe macinato al momento.
  • Metti la farcitura sopra le fettine di patate e completa con un ulteriore strato da condire come in precedenza. Quindi chiudi l'orata legandola per bene.
  • Trasferisci il pesce nella teglia, contornalo con delle fette di patate (queste un po' più spesse delle precedenti, cospargi con dell'olio e un po' di sale, del pepe macinato fresco e un po' di origano. Quindi copri con un foglio di carta alluminio e metti in forno preriscaldato a 170°C. Lascia cuocere per 30 minuti.
  • Intanto che il pesce cuoce in forno, prepara il resto dei funghi tagliandoli a fette spesse e lasciandoli rosolare con aglio, olio, peperoncino e un pizzico di sale. Tienili a cuocere per 15 minuti circa a fuoco basso.
  • Trascorsi i primi 30 minuti di cottura del pesce, togli il foglio di alluminio e cuoci per altri 15 minuti. Sforna e trasferisci il pesce nel piatto di portata contornandolo con le fette di patate e i funghi. Guarnisci con del prezzemolo tritato.
    Orata ripiena ai funghi
Pin it! Commenta questa ricetta e non dimenticarti di votare!

Ricetta aggiornata il 2019-10-22 11:46:14

Beviamoci su …

  
  

Ricetta senza glutine.

Questa ricetta può essere modificata facilmente. Pancarrè e/o pangrattato, così come la farina di grano, si possono sostituire facilmente con prodotti specifici senza glutine.

Post originale scritto il2019-05-19 13:04:49 da ….

Biagio Barraco

Arredatore e blogger con la passione per la cucina.

Siciliano, estroverso, creativo, ironico e curioso, amo la cucina tradizionale e casalinga, ma mi piace anche sperimentare la cucina di altre culture. Conosciamoci meglio!

Ho notato che hai visitato più volte questa pagina e voglio ringraziarti per l'interesse dimostrato. A proposito, che ne pensi dare un voto a questa ricetta? Farlo è molto semplice basta cliccare sulle stelline che trovi nella scheda della ricetta, oppure dentro i commenti in fondo alla pagina. Usali pure per esprimere un giudizio su quello che hai letto, oppure per chiedere maggiori dettagli sulla ricetta.

Licenza di utilizzo, diritti di proprietà dei contenuti di questo blog e divieti di utilizzo.

è espressamente fatto divieto di:

5 commenti su “Orata ripiena ai funghi”

  1. Sembra audace ma ricetta davvero interessante che non esiterò a fare e gustare. Oltre alla ricetta in sé è sempre un piacere leggere l’articolo e le informazioni che fornisci. Complimenti.5 stars

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.