Orata al cartoccio con erbe aromatiche

Il pesce cotto al cartoccio racchiude tutte le proprietà nutritive per un secondo piatto salutare

0
136

Tempo di lettura: circa 2 min.


L’orata al cartoccio con erbe aromatiche è un secondo di pesce leggero e gustoso, ideale per una cena importante e adatto a tutti: da chi segue una dieta sana e completa, a chi non ama i pesci dal gusto troppo deciso.

L’orata è tra i pesci più apprezzati in assoluto. Ricco di Vitamine e Omega 3, utili al corretto funzionamento del nostro organismo, è il pesce ideale per realizzare un secondo piatto completo e salutare come quello di questa ricetta, in cui si può assaporare tutta la delicatezza delle sue carni. La cottura delicata al cartoccio, ben preserva aroma e sapore di questo pesce dalle carni bianche e morbide.

L’orata si trova in pescheria tutto l’anno, sia pescata in mare, che allevata. Il pesce allevato è più economico, ma ha caratteristiche organolettiche meno interessanti rispetto agli esemplari pescati che sono invece pesci di grande pregio. In pescheria li puoi trovare sullo stesso banco, ma è bene imparare a distinguerli per evitare frodi.

Come distinguere un pesce di allevamento da uno pescato in mare?

La taglia è un buon indizio.

Se le dimensioni dei pesci sul bancone sono uniformi, è quasi certo che si tratta di pesce allevato, visto che la taglia del pescato è più variabile.

Osserva i colori.

La livrea del pesce allevato ha colori più scuri e meno brillanti. Invece l’orata pescata in mare ha colori più vividi, gli occhiali d’oro più pronunciati e una caratteristica macchia rossa-arancio ai lati della testa, come quelle che puoi notare nella foto qui a fianco.

Altri aspetti.

I denti dell’animale selvaggio sono più sviluppati e appuntiti, visto che si nutre di mitili, piccoli molluschi e crostacei. Inoltre, quello allevato ha la pelle più spessa, carni meno sode e una maggior quantità di grasso attorno alle viscere. Questo è dovuto al fatto che il pesce in gabbia si muove meno ed è alimentato con mangimi. Purtroppo in questi sono presenti oli vegetali, di conseguenza gli omega 3 nel pesce allevato sono presenti in quantità inferiore rispetto a quello pescato. Inoltre, le carni dei pesci selvaggi sono generalmente più consistenti.

La mia ricetta dell’orata al cartoccio.

L’orata si presta a molte ricette purché questa non sia abbinata a sapori troppo forti. Esistono molte maniere di cuocerla al cartoccio, o almeno di condirla per cuocerla al cartoccio. La variante che ti propongo, pur rimanendo semplice da fare, è particolarmente curata nella sua preparazione. Piccole attenzioni e semplici passaggi nel rispetto di un prodotto ittico di alta qualità e dal sapore unico.

Aromatizzata con tante profumate erbe aromatiche fresche di raccolto e adagiata su un letto di finocchio tagliato a fette sottili, lattughino fresco e fette di limone maturo appena raccolto, l’orata al cartoccio così preparata è un successo garantito!

Orata al cartoccio, con erbe aromatiche

di Biagio Barraco
5 da 1 voto
Il pesce cotto al cartoccio racchiude tutte le proprietà nutritive per un secondo piatto salutare!
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 25 minuti
Tempo totale: 55 minuti

€ 25,00
Secondo piatto
facile
| Allergeni

Porzioni: 4 persone

Ingredienti

Istruzioni

  • Se non ha provveduto il tuo pescivendolo, pulisci l'orata eliminando le squame raschiandole con l'apposito desquamatore. Eviscera l’orata, elimina le branchie e ripulisci con cura il ventre.
  • Pela gli spicchi d’aglio e dividili per la lunghezza in due o tre parti e tienili da parte. Lava anche le erbe aromatiche e rimuovi gli arbusti più duri. Asciugale e tritale al coltello.
    In una ciotola unisci ad un paio di cucchiai di olio, l’aglio, un pizzico di sale e il trito di erbe aromatiche ben mescolate. Lascia riposare l’intingolo per almeno 15 minuti coperto con una pellicola.
    Intanto lava accuratamente il limone, asciugalo e dividilo in due. Lava le foglie di lattuga e il finocchio tagliato a fette sottili. Lascia i vegetali in un bagno di acqua fredda acidulata con il succo di metà del limone, fino al momento di usarli. Dell’altra metà del limone ricavane delle fettine e mettile da parte.
  • Accendi il forno in modalità termo-ventilata e imposta la temperatura a 200° C.
    Intanto che il forno arriva a temperatura e si scalda per bene, comincia a condire il pesce e a confezionare i cartocci.
    Taglia un foglio di carta stagnola di grandezza abbondante rispetto la dimensione del pesce. Disponi, sul foglio disteso sul piano di lavoro, un letto composto da una foglia di lattuga, poche fettine di finocchio e una o due fette di limone, quindi spolvera con un po’ di sale.
    Prendi il pesce e metti al suo interno un cucchiaio di olio e erbe aromatiche e uno o due filetti d’aglio. Adagia il pesce sul letto di verdure e spennellalo con l’intingolo aromatico da entrambi i lati.
  • Chiudi il cartoccio, avendo cura di sigillare bene i bordi. È importante che il cartoccio non si chiuda stringendo troppo l'orata, che altrimenti non cuocerebbe bene. Trasferisci i cartocci in una ampia teglia e inforna per 25 minuti.
    Trascorso il tempo, controlla la cottura aprendo uno dei cartocci e sezionando il pesce nella parte più spessa, per verificare che non ci sia sangue vicino la lisca centrale. Se è necessario lascia cuocere per altri cinque minuti.
    Con la cottura al cartoccio, se si dovesse andare un po’ avanti, il pesce rimane comunque ben umido e sempre gradevole da gustare. Attento, se utilizzi la carta forno per fare i cartocci il tempo di cottura diminuisce!
  • Intanto che il pesce cuoce, prepara un'insalata con il finocchio, le fettine di limone e la lattuga rimasti. A questi aggiungi le olive, condisci con sale, olio, le scorze di agrumi e i semi di papaya (eventualmente macinati come se fosse pepe). Come guarnizione metti a fianco un cucchiaio di maionese e poche gocce di salsa sriracha.
  • Impiatta mettendo il cartoccio aperto sul piatto con a fianco l’insalata.
Calorie: 275kcal
cartoccio, orata
Italiana
Ti piace questa ricetta? Provala e condividi il risultatoMenziona @qdratatouille o tagga #quellidellaratatouille!

Grazie per aver visitato il mio blog. Che ne pensi dare un voto alla ricetta che hai appena letto? 

Farlo è molto semplice basta cliccare sulle stelline che trovi nella scheda della ricetta, oppure dentro i commenti in fondo alla pagina. Usali pure per esprimere un giudizio su quello che hai letto, oppure per chiedere maggiori dettagli sulla ricetta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Vota questa ricetta!




Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.