Moussaka greca tradizionale.

La ricetta del piatto della cucina ellenica più conosciuto ed apprezzato al mondo.

0
126

Tempo di lettura stimato: 2 minuti circa

La moussaka greca tradizionale è il piatto tipico greco per eccellenza, dove sono combinati insieme i sapori e profumi dell’estate. La sintesi della cucina greca estiva a cui nessun turista si sottrae. Nelle cucine casalinghe greche è questo il piatto delle occasioni più importanti.

Photo by Constantin Panagopoulos on Unsplash

La moussaka (μουσακάς) è un piatto simile alle lasagne nostrane, dove al posto della pasta si impiegano delle melanzane fritte, o altri ortaggi estivi. Queste vengono ricoperte da uno strato di ragù di carne macinata e quindi si rifinisce il piatto con salsa béchamel ed una spruzzata di formaggio su tutta la superficie in modo da formare una crosta croccante, la vera protagonista di ogni boccone. Non è certo un piatto leggero, tuttavia è così goloso che si mangia facilmente.

Come è nata la moussaka greca tradizionale.

L’introduzione della salsa béchamel nella cucina greca si deve a Nikos Tselementes, un celebre chef ellenico originario dell’isola di Sifnos. Egli ha contribuito con la sua cucina all’internazionalizzazione di molti piatti della tradizione greca. Così la moussaka di origine turca, come molte delle ricette più antiche della cucina greca, divenne l’odierna moussaka greca tradizionale, quella che ha avuto un successo incredibile in tutto il mondo.

Come è nata la moussaka greca tradizionale.

La moussaka contemporanea.

La ricetta di oggi varia da famiglia a famiglia ed esistono diverse varianti di moussaka. Alcune ricette prevedono l’utilizzo di zucchine e melanzane, altre impiegano anche le patate. La carne per il ragù poi dovrebbe essere di agnello, ma sempre più spesso si preferisce un tritato misto di carne di manzo e maiale.

Le nuove generazioni, in particolare, preferiscono le versioni più light della portata, cioè quelle senza uovo aggiunto alla salsa béchamel come si faceva una volta, e con le verdure arrostite nel forno anziché fritte. Una ricetta casalinga per una moussaka light la trovi qui, mentre quella che leggerai in questo articolo è la ricetta di quella che oggi è conosciuta come moussaka greca tradizionale.

La moussaka così come viene servita nelle trattorie turistiche. Foto di ivabalk da Pixabay

Come preparare la moussaka greca tradizionale.

Fare la moussaka in casa è una questione di amore e di pazienza! La sua preparazione è complessa poiché è conta quattro tipi di cottura diversi e quattro diverse fasi di lavoro. Per questo è necessaria una certa organizzazione della linea di preparazione per riuscire ad ultimare la ricetta in circa 2 ore e mezza.

Questa ricetta riguarda una versione gluten free, dosi e quantità sono quelle sufficienti per una teglia 35 x 25 cm.

Moussaka greca tradizionale.

Biagio Barraco
La ricetta del piatto della cucina ellenica più conosciuto ed apprezzato al mondo.
5 da 2 voti

Vota anche tu questa ricetta!

Preparazione 45 min
Cottura 2 h
riposo 1 h
Tempo totale 3 h 45 min
Allergeni
Spesa € 18,00
Difficoltà
Portata
Piatto unico
Cucina
metodi di cottura
cottura in forno
frittura profonda
gratinare
stufare
Porzioni 8 persone
Calorie 1188 kcal
stagionalità

Ingredienti

Per la Moussaka

Per il Ragù

Per la Besciamella

Istruzioni

Preparazione dei vegetali

  • Lava e taglia a metà per lunghezza le melanzane e affettale a mezzo centimetro di spessore, aiutandoti con una mandolina. Sala con abbondante sale grosso e lascia riposare per circa 1 ora poste in uno scola pasta, per fare in modo che l’acqua di vegetazione amara esca fuori.
  • Lava e pela le patate, affettale a circa 5 mm di spessore e lasciale a bagno in acqua fredda per 15 – 20 minuti. Lascia a scolare le patate dalla loro acqua tenendole in frigorifero.

Preparazione del ragù

  • Trita nel macina spezie quelle da mettere nel ragù, quindi adesso puoi cominciare a prepararlo. Monda e lava la cipolla, il sedano e la carota, quindi riducili a pezzi e passali al mixer per ottenere un trito omogeneo.
    Scalda l'olio in un largo e alto tegame (io preferisco un tegame di ghisa smaltata) e soffriggi per 7 minuti circa il trito di cipolla, sedano, carota e aglio.
  • Aggiungi la carne macinata e rosolala per circa 10 minuti. Quando la carne sarà ben rosolata, aggiungi le spezie macinate.
  • Versa il vino e lascia cuocere a fiamma vivace fino a quando l’alcol non è evaporato del tutto. Aggiungi la foglia di alloro.
  • Aggiungi la salsa di pomodoro, dai una buona mescolata e lascia andare la salsa per 45 minuti a fuoco bassissimo e tegame coperto.
    Dopo i primi 45 minuti, assaggia e aggiusta di sale e se necessario aggiungi un po' di zucchero.
    Lascia cuocere sempre a fiamma bassissima, ma con tegame scoperto, per altri 45 minuti, cioè fino a che il ragù non risulta più denso.
    A cottura ultimata spegni il fuoco e lascia raffreddare.

Frittura degli ortaggi

  • Mentre il ragù è in cottura puoi occuparti della frittura degli ortaggi. Riscalda l’olio per friggere in una padella o una friggitrice, aggiungi nell’olio un rametto di rosmarino, uno spicchio di aglio schiacciato e il peperoncino intero, e intanto che raggiunge la temperatura ottimale di 170°C, scola l’acqua delle melanzane e lasciale ad asciugare distese sopra un panno, fai lo stesso per le patate che ormai saranno ben scolate.
  • Elimina gli aromi dall’olio e friggi i vegetali a cominciare dalle patate per poi passare alle melanzane. Le verdure non devono diventare croccanti, ma esse semplicemente ammorbiditi.
  • Terminata la frittura lascia, le patate e le melanzane, ben distesi su carta assorbente a raffreddare.

Preparazione della besciamella

  • Intanto che la frittura si asciuga, prepara la besciamella, ma prima pre-riscalda il forno a 180°C.
    In una casseruola alta, scalda il burro lasciandolo fondere completamente, evitando che inizi a friggere. Aggiungi la farina mescolando velocemente fino a quando non imbiondisce, quindi aggiungi una tazza di latte precedentemente scaldato in un forno a microonde e continua a mescolare per ammorbidire la miscela.
  • Aggiungi adesso il resto del latte poco alla volta e frustando costantemente per circa 10 minuti a fuoco basso fino a che non ottieni una salsa densa e cremosa. Più a lungo la lasci sul fuoco e più densa diventerà.
    Rimuovi dal fuoco e aggiungi sale, pepe e noce moscata a piacere, quindi il formaggio grattugiato. Frusta ancora fino a che questo si sia completamente sciolto nella besciamella.

Assemblaggio della moussaka

  • Prima di tutto devi oliare per bene una teglia 30×20 abbastanza profonda e cospargerla di farina di mais.
    Inizia a realizzare i vari strati: il primo strato di patate, quindi lo strato di melanzane. Quindi, aggiungi il ragù di carne distribuendone uno spesso strato in maniera uniforme.
  • Infine, cospargi lo strato di ragù con qualche cucchiaio di besciamella e rifinisci con alcune manciate di formaggio grattugiato (ottimo un mix di pecorino e parmigiano grattugiato).
    Procedi alternando gli strati fino ad esaurimento gli ingredienti.
  • Concludi con uno spesso strato di besciamella ben densa e colora la superficie con un po’ di salsa rimasta sul fondo del tegame
  • Aggiungi un'ultima spolverata di formaggio grattugiato e metti in forno ventilato per almeno 45 minuti, cioè fino a che la crosta in superficie diventa bella dorata.
    Lascia riposare la moussaka per 20 minuti prima di tagliarla in quadrati e servirla.

Valori Nutrizionali

Serving: 300gCalorie: 1188kcal (59%)Carboidrati: 63g (21%)Proteine: 36g (72%)Grassi Totali: 90g (138%)Grassi saturi: 29g (145%)Grassi polinsaturi: 13gGrassi monoinsaturi: 28gColesterolo: 36mg (12%)Sodio: 1537mg (64%)Potassio: 1613mg (46%)Fibra: 7g (28%)Zucchero: 11g (12%)
Keyword besciamella, melanzane, ragù
Ti è piaciuta questa ricetta?Dai un voto e scrivi nei commenti cosa ne pensi!

Credo che una parte del mio DNA sia composta da molecole di melanzane. Sono troppo siciliana per nutrire dubbi in proposito! Paola Maugeri

Sulle melanzane

Le melanzane fanno parte della famiglia delle solanacee, a cui appartengono anche i pomodori, i peperoni e le patate. Si tratta di ortaggi consumati in tutta la penisola italiana, ma una vera e propria consuetudine nella cucina meridionale. In particolare sono molto amati in Sicilia dove gli ortaggi vennero portati dagli Arabi almeno 400 anni prima che venissero conosciuti dalla civiltà occidentale.

Il termine melanzana significherebbe “mela non sana” nome attribuito a causa della tossicità della solanina in essa contenuta. Generalmente prima di essere cucinate le melanzane devono essere trattate con la “salatura”, utile a far spurgare l’acqua di vegetazione e con essa il gusto amaro talvolta preponderante, ma anche a diminuire il quantitativo di solanina che viene eliminata attraverso la cottura. Per questo motivo è bene non mangiare melanzane crude!

Le melanzane posseggono moltissime proprietà benefiche: hanno, grazie all’alta percentuale di acqua contenuta potere drenante; sono ricche di vitamine A, B e C, di sali minerali, di potassio, di magnesiofosforo, di fibre e posseggono un forte potere antiossidante.

Tutte le ricette con le melanzane

La natura ci restituisce quello che gli diamo!

Come eliminare l'olio esausto

Questa ricetta prevede la frittura degli alimenti, se vuoi provarla ricordati di non buttare l’olio nel lavello o nello scarico del WC perché è molto dannoso per la salute dell’uomo e per l’ambiente. Per smaltire l’olio di frittura, procurati un recipiente dove versare l’olio esausto quando si sarà raffreddato. Il contenitore va portato in una delle isole ecologiche che trovi in città o nei distributori di benzina e supermercati che provvedono al ritiro gratuito dell’olio esausto.

Alcune ricette di alimenti fritti

Grazie per aver visitato il mio blog. Che ne pensi dare un voto alla ricetta che hai appena letto? 

Farlo è molto semplice basta cliccare sulle stelline che trovi nella scheda della ricetta, oppure dentro i commenti in fondo alla pagina. Usali pure per esprimere un giudizio su quello che hai letto, oppure per chiedere maggiori dettagli sulla ricetta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Vota questa ricetta!




Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.