La moussaka (si pronuncia mussacà) è un conosciutissimo piatto della cucina greca, diffuso in varie declinazioni in tutta l’area balcanica e medio-orientale. La versione greca è composta da ricchi strati di melanzane, patate, ragù di carne e cremosa besciamella.

Uno squisito piatto che può considerarsi un’ottima alternativa alla nostrana parmigiana o alla lasagna. In effetti si presenta in modo assai simile alla lasagna, ma è fatta, anziché con strati di pasta, con degli strati di ortaggi. Oltre alle patate e alle melanzane si possono adoperare per questa preparazione anche le zucchine.

Origini della Moussaka Greca.

Il piatto ha chiare origini Turche, infatti il termine greco μουσακάς (mousakàs) deriva dalla parola turca musakka che indica un piatto assai simile dove però non sono presenti le patate e la salsa besciamella. Probabilmente il piatto, come molti altri della Cucina Turca, venne “incorporato” da quella Greca durante il periodo della dominazione ottomana della penisola ellenica. La salsa besciamella, che poco ha a che vedere con la cucina mediorientale essendo un’invenzione del francese François Pierre (de) La Varenne (1615 – 1678), venne aggiunta alla ricetta dal famoso chef greco, Nicholas Tselementes (1878 – 2 Marzo 1958). Così è giunta a noi la “versione greca della moussaka”, così come la conosciamo e che tanto amiamo, grazie all’estro del celebre cuoco ellenico che la rese col suo tocco un piatto internazionale.

Se la ricetta della moussaka turca differisce da quella greca per l’assenza non solo della besciamella, ma anche delle patate, nei Balcani la moussaka bulgara, quella rumena e quella serba, si preparano solamente con le patate. Sono invece senza carne quelle che si preparano in Egitto e nel Libano.

Per cuocere la moussaka il contenitore ideale è la pirofila rettangolare in ceramica.

La Moussaka di Popi.

Nella ricetta tradizionale della moussaka si impiega la carne di agnello, il formaggio greco kefalotyri e uno strato di besciamella arricchita con tuorlo d’uovo. Questa che leggi qui è una versione “alleggerita” della ricetta originale ellenica che mi ha gentilmente concesso Popi, una generosa amica di Atene.

Popi mi consiglia di non friggere le patate e le melanzane, ma di spruzzarle di olio e di passarle in forno. Mi dice anche di sostituire la carne di agnello con un misto di carne bovina e di maiale, e infine di alleggerire la salsa besciamella omettendo il tuorlo d’uovo. Per il formaggio ho impiegato un pecorino siciliano stagionato, che è quanto di più simile si possa reperire in Italia al posto dell’introvabile kefalotiri, quindi niente parmigiano. Nonostante queste modifiche, mirate a rendere il piatto meno pesante, il risultato ti garantisco è ugualmente “peccaminoso”!

Moussaka con patate e melanzane.

Biagio Barraco
L’apprezzato e conosciuto piatto della cucina greca, in una versione ateniese più leggera e moderna, ma ugualmente goduriosa.
4.80 da 5 voti
Preparazione 2 ore
Cottura 5 ore
Tempo totale 7 ore
arrostire in forno, brasare o stufare, cuocere alla piastra, gratinare
PREPARAZIONE Media Difficoltà
STAGIONE MIGLIORE estate
Ingredienti per6 persone
Piatto unico
Primo piatto

Ingredienti

Istruzioni

  • Trita al mixer la cipolla, la carota e il sedano e mettili a soffriggere in un tegame abbastanza capiente. Quando il soffritto è divenuto trasparente aggiungi la carne macinata. Mescola e sgranala bene con un cucchiaio di legno. Lascia cuocere a fiamma sostenuta.
  • Quando la carne è ben rosolata aggiusta di sale e pepe, metti la foglia di alloro, i chiodi di garofano e la cannella tenuti insieme da uno spaghino, quindi sfuma con il vino e lascia cuocere per venti minuti a fuoco bassissimo. Trascorso questo tempo, rimuovi gli aromi legati insieme e aggiungi il concentrato di pomodoro. Mescola per bene. Subito dopo aggiungi la salsa di pomodoro e cuoci a fuoco bassissimo per circa un'ora e mezza.
  • Intanto che il ragù cuoce affetta le patate, queste vanno tagliate a fette sottili. Una volta fatto, mettile a riposare dieci minuti con olio d'oliva, un po' di sale, pepe macinato, uno spicchio d'aglio schiacciato e un rametto di rosmarino. Accendi il forno e attendi che arriva ad una temperatura di 180°C. Trasferisci le patate sulla leccarda del forno, preventivamente coperta con un foglio di carta forno, quindi inforna per venti minuti.
  • Anche le melanzane vanno affettate con uno spessore non superiore a 6 mm. Queste vanno poste, cosparse di sale, in uno scolapasta con del sale grosso e lasciate riposare per trenta minuti. Per le melanzane adotta lo stesso procedimento delle patate, però anziché di infornarle passale da entrambi i lati in una piastra o su una padella antiaderente.
    Metti da parte le melanzane e le patate e prepara la besciamella seguendo la mia ricetta qui.
  • Comincia a comporre la moussaka. Ungi la pirofila con dell'olio e cospargila di pangrattato. Forma un primo strato di patate e poi coprilo con uno di melanzane. Prosegui con lo strato di ragù, per chiudere con un ulteriore strato di melanzane ed uno di besciamella ben cremosa.
  • Spolvera lo strato finale con il formaggio grattugiato, quindi metti la pirofila in forno ventilato per 60 minuti a 180 gradi.
  • Lasciala raffreddare per trenta minuti prima di servire.

Note

Allergeni presenti
Glutine
Latticini
Sedano

Valori Nutrizionali

Calorie: 620kcal
Keyword moussaka
Ti è piaciuta questa ricetta?Dai un voto e scrivi nei commenti cosa ne pensi!

Biagio Barraco

Arredatore e blogger con la passione per la cucina.

Potrebbe piacerti anche ...

2 Comments

  1. marisa ghiso says:

    Vorrei sapere se volendo prepararla prima si può congelare. Prima del forno o dopo?4 stars

    1. Certo puoi congelarla prima di mettere la besciamella e del passaggio in forno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vota questa ricetta!




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.