La marmellata di arance fatta in casa non è solo squisita, ma compagna ideale per una merenda, o una colazione, genuina e ricca di vitamine. Conservare in un barattolo il gusto e il profumo di questo meraviglioso agrume siciliano è un esperienza emozionante. La cucina pervasa dall’odore inconfondibile e inebriante dell’arancia che cuoce lentamente, è una sensazione sublime!

La consistenza corposa e il suo colore intenso rendono questa delizia ideale per farcire le crostate, o le crêpes. Gradevole quel piacevole retrogusto amarognolo che la rende super anche semplicemente spalmata sul pane.

marmellata di arance fatta in casa

Marmellata di arance biologiche.

Ho colto l’occasione per preparare questa conserva, quando il mio vicino mi ha portato con se nel suo giardino a raccogliere le arance. Per fortuna qui in Sicilia non è difficile trovare qualche appassionato come il mio vicino che coltiva gli agrumi senza ausilio di alcun fitofarmaco. Fare la marmellata con queste arance tipo Navel, freschissime e biologiche, era doveroso!

La ricetta che abbiamo adoperato è quella classica di Pellegrino Artusi e di questa ti descrivo le fasi per prepararla.

Marmellata di Arance casalinga.

Biagio Barraco
Come conservare in vetro tutto il gusto e il profumo degli agrumi siciliani.
Biologico – Vegan ok
5 da 2 voti
Preparazione 30 minuti
Cottura 1 ora 40 minuti
Riposo 3 days
Tempo totale 3 days 2 ore 10 minuti
sobbollire
PREPARAZIONE Facile
STAGIONE MIGLIORE inverno
Ingredienti per4 vasi da 370 ml
Conserve e liquori

Ingredienti

Istruzioni

  • Lava per bene le arance lasciandole in ammollo con acqua e bicarbonato per un’ora, quindi sciacquale, asciugale con della carta assorbente rimuovendo eventuali depositi scuri sulla buccia, le arance non trattate non hanno un aspetto completamente integro e gradevole. Punzecchia le arance con i rebbi di una forchetta, facendo attenzione a non affondare nella polpa, ma rimanere in superficie fino alla parte bianca della buccia.
  • Metti le arance a bagno con acqua fresca per tre giorni. Ricordati di cambiare l’acqua due volte al giorno: la mattina e la sera. Tieni le arance in luogo fresco e in locali non riscaldati. Questa procedura è necessaria per far perdere il sapore amaro alle bucce.
  • Il quarto giorno, elimina le estremità delle arance, tagliale con tutta la buccia a fette spesse circa mezzo centimetro e togli i semi.
  • Pesa la quantità delle arance pulite e tagliate e mettile in una pentola capiente, insieme ad una quantità d’acqua pari a metà del peso delle arance. Porta a ebollizione e a 10 minuti dall’ebollizione, aggiungi lo zucchero in quantità pari allo stesso peso delle arance.
  • Aggiungi il succo di un limone e mescola accuratamente affinché lo zucchero non si è completamente sciolto. Abbassa la fiamma e lascia sobbollire la marmellata, mescolandola di tanto in tanto.
  • La marmellata sarà pronta quando, mettendone su un piatto qualche goccia, questa raffreddata, inclinando il piatto non cola verso il basso.
    Noi abbiamo ottenuto una marmellata piuttosto soda cuocendola per 100 minuti.
  • Quando la marmellata di arance è pronta, spegni il fuoco e aggiungi il Rum. Mescola e dopo puoi versare la marmellata bollente nei vasetti precedentemente sterilizzati in acqua bollente.
  • Riempi i barattoli fino a mezzo centimetro dal bordo, chiudili per bene e capovolgili poggiandoli su un piano. Lascia raffreddare i vasetti senza muoverli né toccarli, per tutta la notte. Il calore creerà il sottovuoto che sigillerà i vasetti che, in questo modo, potranno essere conservati per diversi mesi.

Note

Se non ami le scorze troppo evidenti e grandi, puoi passare al frullatore la conserva prima di completare la cottura.

Valori Nutrizionali

Calorie: 327kcal
Keyword agrumi di Sicilia, marmellate e confetture
Ti è piaciuta questa ricetta?Dai un voto e scrivi nei commenti cosa ne pensi!

Attenzione ai rischi per la salute!

Fare le conserve non è cosa difficile, ma è questa un'operazione estremamente delicata. Se non segui scrupolosamente le norme igieniche necessarie un barattolo può essere molto pericoloso! Per una corretta preparazione delle conserve fatte in casa è necessario rispettare le linee guida indicate dal Ministero della Salute, un elenco di regole d'igiene della cucina, della persona e degli strumenti utilizzati, da conoscere bene.

Biagio Barraco

Arredatore e blogger con la passione per la cucina.

Potrebbe piacerti anche ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vota questa ricetta!




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.