Linguine cozze e pomodori secchi

4
2413
Tempo di lettura: 1 minuti circa

Le linguine cozze e pomodori secchi sono la ricetta ideale per chi ama i primi a base di pesce. Un piatto che profuma di mare, arricchito dal sapore sapido e deciso dei pomodorini secchi sott’olio. Insomma una festa per il palato, poi io per le cozze ci vado matto e devo dire che il loro sapore esce rafforzato ed esaltato in questa preparazione.

L’aroma dei pomodorini secchi, quelli siciliani, esalta il sapore dei molluschi come pochi altri ingredienti, non potrei farne a meno per preparare le linguine cozze e pomodori secchi.

Le cozze, tra i prodotti ittici quelli più economici in assoluto, hanno un sapore unico e caratteristico che non può mancare in una zuppa o in un condimento per la pasta asciutta a base di pesce. Se poi ti capitano delle cozze superlative come quelle che ho trovato nella mia solita pescheria di fiducia, è impossibile non avere successo in cucina con un piatto che ne prevede un sapiente impiego.

Le linguine ritengo che sia il formato di pasta perfetto per i condimenti a base di molluschi con guscio o senza, e questo non fa eccezione!

Linguine cozze e pomodori secchi.

di Biagio Barraco
5 da 7 voti
La ricetta ideale per chi ama i primi a base di pesce. Un piatto che profuma di mare, arricchito dal sapore sapido e deciso dei pomodorini secchi sott'olio.

Preparazione: 20 minuti
Cottura: 15 minuti
Tempi di attesa: 30 minuti
Tempo totale: 1 ora 5 minuti
Difficoltà

€ 7,00

Utensili suggeriti


Porzioni: 4 persone
Calorie per porzione 495 kcal

Ingredienti

Istruzioni

  • Prima di tutto dovrai pulire accuratamente le cozze. Raschia il loro guscio per eliminare eventuali residui e asporta loro il bisso, quindi mettile cozze in una bacinella d’acqua con un po’ di sale e tienile li fino al momento di cucinarle

  • Rosola nell'olio l’aglio tritato, non appena si colora appena aggiungi il peperoncino e i pomodori secchi ben scolati dall'olio di conserva e tagliati a piccoli pezzi. Lascia scaldare qualche minuto ancora a fiamma bassa.

    .
  • Sciacqua per bene le cozze sotto acqua correte e aggiungile al soffritto. Attendi che i molluschi si aprano del tutto.
  • Appena i molluschi saranno aperti, alza la fiamma e sfuma con del vino bianco, quindi metti del pepe nero macinato al momento e attendi che l'alcol evapori del tutto. Intanto puoi accendere il fornello sotto la pentola con l'acqua per la pasta.
  • Quando l'alcol sarà evaporato spegni la fiamma e togli i molluschi dal loro guscio per unirli al fondo di cottura nella padella. Il fondo è necessario filtrarlo con un colino. Ti consiglio di tenere qualche cozza con il suo guscio per la guarnizione.
  • Riaccendi la fiamma al condimento, mettila bassissima, e nel frattempo che cuoce la pasta lascia restringere la salsa. Appena la pasta ha raggiunto la metà della cottura, scolala e trasferiscila nella padella insieme al condimento al quale avrai unito qualche attimo prima il prezzemolo tritato.
  • Termina la cottura della pasta in padella e maneggiala fin quando non avrà assorbito il fondo di cottura.
  • Impiatta guarnendo con le cozze in guscio e una spolverata di paprika dolce e pepe nero

Valori Nutrizionali

Calorie: 495kcal (25%)

La mia ricetta delle linguine cozze e pomodori è un po’ piccantina, se non ti piace il peperoncino o il sapore della paprika affumicata puoi omettere questi ingredienti.

A proposito di pasta …

… sei sicuro che la stai cucinando nel modo giusto?

La pastasciutta, alimento fondamentale della dieta mediterranea, è un piatto facile da preparare: metti l'acqua nella pentola, aggiungi il sale ed appena bolle, butti la pasta. Sarà davvero così facile?

Per la tua dieta gluten free

… questa ricetta può essere modificata facilmente

Puoi sostituire la normale pasta di grano duro con quella specifica senza glutine, oppure preparare tu una pasta fresca senza glutine seguendo le mie indicazioni.

Tutte le ricette di pastasciutta

Le cozze sono facili da preparare. Molti cuochi le considerano una manna; cuociono in due minuti, in pochi secondi sono nel piatto e, voilà, un cliente in meno di cui occuparsi Anthony Bourdain

A proposito di cozze

Cozze è il nome comune dei mitili (Mytilus galloprovincialis), dei molluschi che assorbono contemporaneamente l’ossigeno e il nutrimento tramite le loro branchia a lamelle (lamellibranchi). Si hanno testimonianze del consumo di cozze già nel Paleolitico e l’allevamento dei mitili ha origini antiche. Pare che il primo allevamento sia stato realizzato in Francia nell’VIII secolo.

In Italia l'attività di miticoltura era inizialmente praticata in Puglia, ma oggi è diffusa praticamente in tutte le regioni che affacciano sul mare e regolamentata da precise regole igienico-sanitarie.

La tradizione popolare suggerisce di non consumare le cozze nei mesi nel cui nome è contenuta una “R”, quindi: marzo, aprile, settembre; ottobre, novembre, dicembre. In effetti si tratta dei mesi in cui la cozza, nel suo periodo fertile, è meno saporita. Le femmine, che si distinguono per il mollusco di un arancione vivo, hanno un gusto migliore degli esemplari maschi che hanno invece colore giallo spento.

Tutte le ricette con le cozze protagoniste

Grazie per aver visitato il mio blog. Che ne pensi dare un voto alla ricetta che hai appena letto? 

Farlo è molto semplice basta cliccare sulle stelline che trovi nella scheda della ricetta, oppure dentro i commenti in fondo alla pagina. Usali pure per esprimere un giudizio su quello che hai letto, oppure per chiedere maggiori dettagli sulla ricetta.

4 Commenti

  1. Anche io come te adoro le cozze. Questa ricetta mi sembra spettacolare, fatta di sapori “pieni” che arrivano immediatamente al palato e lo fanno gioire.5 stars

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Vota questa ricetta!




Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.