Kushiyaki di pomodorini porri e pancetta

I kushiyaki di pomodorini porri e pancetta sono una delle tanti varianti dei celebri spiedini della cucina giapponese. Il loro nome in lingua nipponica dovrebbe essere cherītomato to negi no bēkon-maki チェリートマトとネギのベーコン巻き.

I kushiyaki di pomodorini porri e pancetta sono una delle tanti varianti dei celebri spiedini della cucina giapponese.

Questo post contiene link di affiliazione Amazon. Quando acquisti un prodotto utilizzando i link in qualità di Affiliato Amazon ricevo un guadagno dagli acquisti idonei. Ciò contribuisce al mantenimento di questo blog senza costare nulla in più per te. Grazie in anticipo!

Kushiyaki è la parola giapponese che si riferisce a tutti i cibi infilzati in uno spiedo e grigliati. Una tradizione del paese del Sol Levante iniziata con i primi contatti con i viaggiatori provenienti dal mondo occidentale e oggi molto popolare.

Gli chef giapponesi sperimentano costantemente i diversi tipi di carne e verdure per creare nuove ricette kushiyaki. Gli spiedini di questa ricetta sono realizzati con l’impiego alternato di porri e pomodorini avvolti nella pancetta di maiale.

Cosparsi di pepe e Salsa Tare gli spiedini li ho grigliati sotto il grill del forno di casa, ma meglio sarebbe l’impiego di un barbecue per un sapore più autentico.

Kushiyaki e Yakitori.

I giapponesi usano le parole “yakitori” che “kushiyaki” per riferirsi alla carne allo spiedo, ma rimane il fatto che il termine “yakitori” è specificatamente utilizzato per gli spiedini di carne di pollo.

Negi, il cipollotto giapponese.

Se il pomodorino ciliegino è un prodotto introdotto dall’America più recentemente nella cucina nipponica, il Negi (ネギ) è un ingrediente invece tipicamente giapponese. Si tratta di una sorta di cipollotto più spesso e più lungo di quello che conosciamo con un bel gambo bianco.

È una delle verdure più apprezzate nella cucina giapponese in quanto il gusto è perfetto per esaltare i sapori in molti piatti. Il gambo bianco ha il sapore intenso della cipolla, ma dopo la cottura diventa più dolce e leggero rendendo la pietanza molto appetitosa. La parte verde del Negi aggiunge al piatto un sapore fresco e saporito con una consistenza leggermente croccante.

Poiché fuori dal Giappone è difficile trovare l’autentico Negi giapponese ho utilizzato dei porri che possono essere un buon sostituto, ma per raggiungere un sapore simile a quello orientale ho guarnito gli spiedi con la parte verde dei cipollotti.

Foto di Frank from 5 AM Ramen su Unsplash

In Giappone si usa la parola negima (ねぎま) per i piatti a base di carne e cipollotto giapponese. La versione più famosa di negima è lo Yakitori Negima (ねぎま焼き鳥), uno spiedino alla griglia composto da bocconcini di carne di pollo intervallati da cipollotti, ma il negi è usato anche in piatti caldi come nabe (鍋) e soba (蕎麦).

Teriyaki - la cottura perfetta di kushiyaki e yakitori.

In Giappone kushiyaki e yakitori sono cotti sulla brace di binchōtan ( 備長炭 carbone bianco), un carbone vegetale che ha la particolarità di non rilasciare pericolosi inquinanti. Se cucini all’aperto, puoi usare il grill con il carbone vegetale, però se devi cucinare in casa dovrai adattarti con altri sistemi.

Una piastra elettrica risulta comoda solo se è possibile regolarne la temperatura. Ad esempio le piastre da tavolo strette e lunghe sono particolarmente adatte per cuocere gli spiedini.

Una soluzione sofisticata per cuocere i kushiyaki è il mini grill giapponese, da impiegare esclusivamente con carbone bianco.

Per la cottura indoor degli spiedini molto pratica e facile da usare è il barbecue da interno che non rilascia fumo.

Un'alternativa a tutti i sistemi di cottura che ti ho descritto, è il forno domestico.
Puoi cuocere gli spiedini in modalità ventilata per i primi 5 minuti e poi il grill 3 minuti per lato.

Questo post contiene link di affiliazione Amazon. Quando acquisti un prodotto utilizzando i link noi riceviamo delle commissioni che ci permettono di mantenere questo blog, ma a te non costa nulla in più. Grazie in anticipo!

Preparazione 15 minuti
Cottura 6 minuti
Riposo 2 ore
Tempo totale 2 ore 21 minuti

Kushiyaki di pomodorini porri e pancetta

di Biagio Barraco
Dalla gastronomia orientale un'idea sfiziosa per le tue grigliate estive.
5 da 2 voti

Vota anche tu questa ricetta!

Commenta! Pin Ricetta Stampa ricetta
PortataSecondo piatto
DifficoltàBassa
Porzioni 4 persone
Calorie a porzione 640 kcal

I dati sono forniti al solo scopo informativo e non sostituiscono la consultazione di un medico o di un professionista qualificato. In particolare: il dato delle calorie non è da ritenersi un consiglio alimentare o nutrizionale, i valori indicati sono puramente indicativi; si prega di consultare le etichette degli alimenti per informazioni su allergeni e intolleranze.

Attenzione agli allergeni presenti.

Ingredienti

Istruzioni

  • Prepara i porri pulendoli e tagliandoli a sezioni regolari, quindi lava i pomodorini e privali del picciolo.
  • Arrotola la pancetta attorno ai pezzi di porro e al pomodorino.
  • Rimuovi gli spiedini dall’ammollo e infilza con questi gli involtini alternandoli tra loro.
    Spolvera con del pepe nero macinato fresco.
  • Spennella i kushiyaki con la salsa e grigliali sul barbecue o nel grill elettrico del forno. Ci vogliono due – tre minuti per parte.
    Quando li giri cospargi il lato da esporre al calore con ulteriore salsa.
    Servi cospargendo gli spiedini con i gambi di cipollina tagliati a pezzetti e i semi di sesamo.

Note

  • Gli ingredienti sono sufficienti per confezionare otto spiedini, cioè due per porzione costituiti da quattro bocconcini ciascuno.
  • Se non vuoi utilizzare la salsa Tara commerciale, puoi preparala in anticipo seguendo la nostra ricetta qui.
  • Un consiglio: per evitare che gli spiedi di bambù brucino durante la cottura, immergili per più tempo possibile in acqua, o vino, o una miscela dei due, comunque non meno di due ore. Una buona cosa è immergere gli spiedi nel liquido e surgelarli in modo di averli pronti all’uso all’occorrenza.
 
 
 
 

Avviso ai lettori.

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il nostro blog interessante, aiutaci a mantenerlo con una piccola donazione. La nostra unica forza sono i lettori come te. Il tuo sostegno è importante per noi, effettua qui una donazione con paypal!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vota questa ricetta!




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.