Gratin di carciofi saporito

Dalla un piatto ... !

TAG>> ,

Il gratin di carciofi è un piatto invernale che è solitamente servito come contorno di secondi piatti di carne alla griglia o arrosto. Perfetto, ad esempio, per accompagnare la carne d’agnello.

gratin di carciofi

Tempo di lettura: circa 1 min.


I carciofi preparati come nella mia ricetta, oltre che come contorno stuzzicante, possono essere serviti come saporitissimo secondo piatto. In porzioni ridotte, possono fare da antipasto, e ancora, come delizioso stuzzichino nei buffet o aperitivi rinforzati.

La ricetta di questo gratin di carciofi saporito è molto semplice da realizzare, bastano solo pochi ingredienti per rendere i carciofi davvero speciali. Tra questi, il pecorino grattugiato e le acciughe che esaltano il sapore di questi vegetali spinosi in maniera deliziosa.

Per questa ricetta ho scelto dei carciofi romaneschi di grande dimensioni. Essendo questi un po’ più duri ho preferito sbollentarli prima, cosa che invece non è necessaria con le più tenere varietà siciliane.

Se ti piacciono i carciofi ti consiglio anche la ricetta dei carciofi a sfincione, una gustosissima preparazione tipica della cucina palermitana.

Gratin di carciofi

5 da 1 voto
Una ricetta facile e gustosissima per quello che potrebbe essere un contorno, o un antipasto, ma anche un ottimo secondo piatto di verdure.
Portata Contorno
Cucina Italiana
Keyword carciofi gratinati
Difficoltà facile
Preparazione 25 minuti
Cottura 20 minuti
Tempo totale 45 minuti
Porzioni 4 persone
Calorie 207kcal
Cost € 6,00

Ingredienti

  • 4 Carciofi
  • 1 mazzetto Prezzemolo
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 2 scalogni
  • 4 acciughe sott’olio
  • 1 cucchiaino di menta essiccata
  • 3 cucchiai mollica di pane fresco
  • 40 g pecorino grattugiato
  • 1 spicchio aglio
  • Sale e Pepe
  • 3 cucchiai Olio extravergine d’oliva

Istruzioni

  • Dopo aver pulito i carciofi eliminandone il gambo e le foglie esterne più dure, tagliali in due ed elimina con un coltellino, la barbetta interna, quindi affettali e mettili per 10 minuti in acqua acidulata con il succo di mezzo limone.
  • Intanto rosola in padella lo scalogno tritato e lo spicchio d’aglio insieme ad un cucchiaio d’olio. Non appena imbiondisce aggiungi le acciughe e lasciale sciogliere nell’olio caldo. Spegni il fuoco e aggiungi il prezzemolo, quindi mescola per bene. Unisci la mollica di pane e il pecorino e mescola fin quando non sarà assorbito tutto il fondo di cottura. Condisci il composto ottenuto con pepe e menta essiccata (sale non dovrebbe essere necessario), mettilo da parte.
  • Risciacqua i carciofi e sbollentarli per 3-4 minuti dal bollore. Devono essere appena ammorbiditi. Scolali e, in una pirofila unta con un po' d'olio, stendi un primo strato di fette, sovrapponendole leggermente una all'altra.
  • Ricopri i carciofi con il composto di mollica e continua alternando gli strati fino ad esaurimento degli ingredienti.
  • Termina con un ultimo strato di composto al quale aggiungerai un ulteriore spolverata di formaggio e un filo d’olio.
  • Metti la pirofila in forno pre-riscaldato a 160° per 15 minuti, poi prosegui con il solo grill a 250° per altri i 2 -3 minuti. Giusto il tempo che i carciofi divengono belli dorati.
Pin it! Commenta questa ricetta e non dimenticarti di votare!

Ricetta aggiornata il 2020-03-12 11:32:49

Beviamoci su …

Le verdure aromatiche, come carciofi, asparagi selvatici, radicchio ecc… hanno una decisa componente tannica che male si sposa con quella dei vini rossi. Meglio quindi un vino bianco come:

Post originale scritto il2020-03-12 11:32:45 da ….

Biagio Barraco

Arredatore e blogger con la passione per la cucina.

Siciliano, estroverso, creativo, ironico e curioso, amo la cucina tradizionale e casalinga, ma mi piace anche sperimentare la cucina di altre culture. Conosciamoci meglio!

Ho notato che hai visitato più volte questa pagina e voglio ringraziarti per l'interesse dimostrato. A proposito, che ne pensi dare un voto a questa ricetta? Farlo è molto semplice basta cliccare sulle stelline che trovi nella scheda della ricetta, oppure dentro i commenti in fondo alla pagina. Usali pure per esprimere un giudizio su quello che hai letto, oppure per chiedere maggiori dettagli sulla ricetta.

Licenza di utilizzo, diritti di proprietà dei contenuti di questo blog e divieti di utilizzo.

è espressamente fatto divieto di:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.