Il gattuccio fritto è un piatto tipico della cucina casalinga marsalese. Si tratta di piccoli squaletti, in dialetto chiamati “saragnoli”, che una volta spellati, vengono infarinati e fritti.

Tempo di lettura: circa 1 min.


Il gattuccio (Scyliorhinus canicula) è uno squaletto la cui lunghezza non supera i 70 cm. Questo è un pesce di mare molto comune in tutto il Mediterraneo. Ha abitudini notturne e vive in prossimità di fondali fangosi o sabbiosi a profondità che vanno da 20 a 400 metri dove va a caccia di molluschi e crostacei. Viene pescato prevalentemente con la pesca a strascico.

gattuccio fritto, burrida, gattuccio in agrodolce

Una delle qualità del gattuccio è quella di essere senza spine, tranne la lisca centrale. Ciò lo rende adatto ad essere servito con tranquillità a bambini ed anziani. Le calorie sono circa 96 per 100 grammi di parte edibile.

Gattuccio fritto, ma non solo.

Il gattuccio è anche l’ingrediente principale di un famoso antipasto sardo: la burrida, ma non è l’unico modo per preparare questo piccolo squalo. Infatti si presta anche per fare delle ottime zuppe e vari preparazioni in umido, così come diverse preparazioni in agrodolce come quella mia del tombarello in agrodolce. Gli esemplari più piccoli sono ottimi fritti. È il caso della ricetta del gattuccio fritto in salsa verde.

Prima d’esser cucinato il gattuccio è necessario, oltre che eviscerarlo, privarlo dalla pelle dura, operazione questa che è meglio lasciar fare al proprio pescivendolo.

Il gattuccio fritto non è difficile da preparare basta osservare poche attenzioni durante la frittura. Io l’ho accompagnato con una salsa verde a base di basilico, menta e prezzemolo. Una salsa deliziosa anche per condire altre fritture di pesci, in particolare quelle di triglie e di boghe.

L’olio tradizionalmente impiegato per la frittura del pesce è l’olio d’oliva, perfetto in quanto ha un punto di fumo elevato, tuttavia io preferisco utilizzare quello di arachidi dal sapore più neutro e con un punto di fumo altrettanto alto.

Interessante è anche il gattuccio fritto all’algherese dove il pesce fritto viene condito con una salsa calda, l’agliata, a base di aglio, prezzemolo e pomodoro. La proverò la prossima volta che mi capita di acquistare questo curioso e saporitissimo pesce.

Gattucci fritti in salsa verde

Biagio Barraco
Il pesce fritto è ancora più buono accompagnato con deliziosa salsa verde.
5 da 1 voto
Preparazione 12 min
Cottura 18 min
Tempo totale 30 min
Portata Secondo piatto
Cucina Italiana
Porzioni 4
Calorie 350 kcal

Ingredienti
  

Istruzioni
 

  • Lava gli aromi per bene e passali al mixer insieme all'olio e al succo del limone. Infine aggiungi un pizzico di sale.
  • Infarina per bene il pesce quindi friggilo in padella in olio caldo a 180°C. Ti raccomando di non salare il pesce prima della frittura, di asciugarlo prima di infarinarlo e di uscirlo dal frigo anzi tempo in modo che raggiunga la temperatura ambiente. Quest'ultimo accorgimento è necessario per non abbassare la temperatura dell’olio, cosa che favorisce un indesiderato assorbimento d’olio. Per lo stesso motivo è bene friggere pochi pezzi alla volta.
    Sala il fritto prima di servirlo insieme alla salsa.

Ulteriori informazioni.

  • Questa ricetta prevede la frittura degli alimenti, se vuoi provarla ricordati di non buttare l’olio nel lavello o nello scarico del WC perché è molto dannoso per la salute dell’uomo e per l’ambiente. Per smaltire l’olio di frittura, procurati un recipiente dove versare l’olio esausto quando si sarà raffreddato. Il contenitore va portato in una delle isole ecologiche che trovi in città o nei distributori di benzina e supermercati che provvedono al ritiro gratuito dell’olio esausto. La natura ci restituisce quello che gli diamo! Per saperne di più visita questa pagina.

Grazie per aver visitato il mio blog. Che ne pensi dare un voto alla ricetta che hai appena letto? 

Farlo è molto semplice basta cliccare sulle stelline che trovi nella scheda della ricetta, oppure dentro i commenti in fondo alla pagina. Usali pure per esprimere un giudizio su quello che hai letto, oppure per chiedere maggiori dettagli sulla ricetta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Vota questa ricetta!




Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.