Fusilli cozze e mandorle

0
240

Tempo di lettura: circa 1 min.


I fusilli cozze e mandorle, ideali per un pranzo estivo, sono facili da preparare. La ricetta è ispirata ad un piatto che ho potuto gustare un po’ di tempo fa in una trattoria di Trapani. In questa zona della Sicilia, aglio e mandorle, sono tra i prodotti locali di maggior pregio. Infatti sono ingredienti molto usati nei piatti tradizionali come il famoso pesto alla trapanese. Alla ricetta originale ho solamente aggiunto del peperoncino e sostituito la salsa di pomodoro con dei pomodorini.

Fusilli cozze e mandorle

In tutte le ricette che lo richiedono, uso esclusivamente “Aglio Rosso di Nubia” . Una varietà coltivata in provincia di Trapani dall’aroma particolarmente intenso e dall’alto contenuto di allicina. Questo è ingrediente essenziale nel pesto alla trapanese dove viene usato insieme al pregiato olio extravergine di oliva della provincia di Trapani, basilico, mandorle, pomodoro sale e pepe.

Fusilli cozze e mandorle

di Biagio Barraco
5 da 1 voto
Una ricetta facile da realizzare ispirata ad un piatto tipico del territorio trapanese.
Preparazione: 1 ora
Cottura: 25 minuti
Tempo totale: 1 ora 25 minuti

Primo piatto
media

Porzioni: 4

Ingredienti

Istruzioni

  • Lava per bene i mitili sotto l’acqua corrente e lasciali a spurgare in abbondante acqua salata per almeno un ora. Intanto puoi lavare e tagliare i pomodorini in piccoli pezzi e tritare il prezzemolo finemente.
  • Metti le mandorle in acqua calda per decorticarle agevolmente e poi tritale al coltello finemente.
    Risciacqua le cozze con acqua pulita e lasciale a sgocciolare. Versa l’acqua necessaria alla cottura della pasta nella pentola e accendi la fiamma.
  • In una larga padella metti l’olio d’oliva, l’aglio tritato finemente e il peperoncino. Scalda a fuoco moderato e aggiungi le cozze. Quando le cozze cominciano ad aprirsi spolvera di pepe bianco appena macinato.
  • Appena le cozze sono tutte aperte sfuma con del vino bianco e quando è evaporato aggiungi i pomodorini. Lascia cuocere a fuoco moderato per 10 minuti.
  • Aggiungi al condimento le mandorle e il prezzemolo tritati. Lasciate ancora qualche minuto a cuocere a fuoco basso. Intanto l’acqua per la pasta sarà già pronta per iniziare la cottura.
  • Scola la pasta alcuni minuti prima della sua cottura definiva. Passala in padella insieme al condimento e maneggiala fino al completamento della cottura. Se occorre aggiungi un po’ d’acqua di cottura.

Note

Calorie: 600kcal
fusilli cozze e mandorle
Italiana
Ti piace questa ricetta? Provala e condividi il risultatoMenziona @qdratatouille o tagga #quellidellaratatouille!

Riguardo le cozze.

Cozze è il nome comune dei mitili (Mytilus galloprovincialis), dei molluschi che assorbono contemporaneamente l’ossigeno e il nutrimento tramite le loro branchia a lamelle (lamellibranchi).

Si hanno testimonianze del consumo di cozze già nel Paleolitico e l’allevamento dei mitili ha origini antiche. Pare che il primo allevamento sia stato realizzato in Francia nell’VIII secolo.

Foto di joycemay da Pixabay

In Italia l'attività di miticoltura era inizialmente praticata in Puglia, ma oggi è diffusa praticamente in tutte le regioni che affacciano sul mare e regolamentata da precise regole igienico-sanitarie.

La tradizione popolare suggerisce di non consumare le cozze nei mesi nel cui nome è contenuta una “R”, quindi: marzo, aprile, settembre; ottobre, novembre, dicembre. In effetti si tratta dei mesi in cui la cozza, nel suo periodo fertile, è meno saporita.

Le femmine, che si distinguono per il mollusco di un arancione vivo, hanno un gusto migliore degli esemplari maschi che hanno invece colore giallo spento.

Le ricette a base di cozze.


Grazie per aver visitato il mio blog. Che ne pensi dare un voto alla ricetta che hai appena letto? 

Farlo è molto semplice basta cliccare sulle stelline che trovi nella scheda della ricetta, oppure dentro i commenti in fondo alla pagina. Usali pure per esprimere un giudizio su quello che hai letto, oppure per chiedere maggiori dettagli sulla ricetta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Vota questa ricetta!




Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.