Frittelle di baccalà e salmone

Le frittelle di baccalà e salmone sono un secondo di pesce squisitissimo. Una alternativa al classico baccalà pastellato, piatto della tradizione e immancabile nella cena della Vigilia di Natale.

Le frittelle di baccalà e salmone sono un secondo di pesce squisitissimo. Una alternativa al classico baccalà pastellato, piatto della tradizione e immancabile nella cena della Vigilia di Natale.

Questo post contiene link di affiliazione Amazon. Quando acquisti un prodotto utilizzando i link in qualità di Affiliato Amazon ricevo un guadagno dagli acquisti idonei. Ciò contribuisce al mantenimento di questo blog senza costare nulla in più per te. Grazie in anticipo!
frittelle di baccalà e salmone

Tra i miei ricordi di bambino, legati alle feste natalizie, ci sono le tante deliziose pietanze che mia mamma e mia nonna si affaccendavano a preparare. Tutto quel fermento, tutti quei preparativi, erano già festa ai miei occhi.

Tanta magia con acqua e farina.

Per le cene in famiglia nelle Vigilie della Madonna e di Natale, oltre all’immancabile sfincione, tradizione irrinunciabile per un palermitano, erano e lo sono ancora oggi, le fritture di verdure e di pesce pastellati.

Con la pastella, fatta con farina, acqua e lievito, si preparavano broccoli, carciofi, cardi e naturalmente il baccalà. Poi un po’ della pastella veniva impiegata per fare le cosiddette sfinci, piccole frittelle che poi venivano ricoperte di zucchero e cannella, una vera golosità per noi bambini!

Croccanti fuori e morbidissime dentro, così sono le mie frittelle di baccalà e salmone.

Dolci o salate che siano, le frittelle hanno un certo fascino su grandi e piccini, così ho pensato di fare delle frittelle a base di pesce in modo da rendere questo alimento prezioso più appetibile ai bambini. Ho realizzato una delicata pastella senza lievito, per avvolgere con la sua straordinaria morbidezza i bocconcini di pesce, di merluzzo e di salmone.

frittelle di baccalà e salmone

Il salmone in genere è quello più apprezzato dai bimbi, quindi ti consiglio di fare una varietà di frittelle con le due tipologie di pesce. I bambini si divertiranno a scoprire il contenuto della frittella e faranno a gara per contendersi le loro preferite. Questa è la cosa migliore!

Accompagnati con un insalata di verdure in pinzimonio e salsa maionese alla mostarda, le frittelle di baccalà e salmone sono un ottimo secondo piatto di pesce, ma questa ricetta è anche ideale per preparare uno sfizioso antipasto da portare in tavola la Vigilia di Natale.

Preparazione 20 minuti
Cottura 30 minuti
Tempo totale 50 minuti

Frittelle di baccalà e salmone.

di Biagio Barraco
Un secondo di pesce squisitissimo, un'alternativa al classico baccalà pastellato immancabile nella cena della Vigilia di Natale.
5 da 5 voti

Vota anche tu questa ricetta!

Commenta! Pin Ricetta Stampa ricetta
PortataSecondo piatto
DifficoltàBassa
Porzioni 4 persone
Calorie a porzione 247 kcal

I dati sono forniti al solo scopo informativo e non sostituiscono la consultazione di un medico o di un professionista qualificato. In particolare: il dato delle calorie non è da ritenersi un consiglio alimentare o nutrizionale, i valori indicati sono puramente indicativi; si prega di consultare le etichette degli alimenti per informazioni su allergeni e intolleranze.

Ingredienti

Istruzioni

  • Elimina, servendoti di un coltello con la lama ben affilata, la pelle dai filetti di pesce, ma non gettarla via, servirà per la guarnizione.
  • Separa i filetti di pesce in strisce longitudinali e poi tagliali a tocchetti i più regolari possibili. Mettili in una ciotola metallica e riponili in frigo fino a poco prima della loro frittura.
  • Monta a neve ferma i due albumi e mettili da parte.
  • Mescola a secco la farina 00, l'amido di mais e il bicarbonato, quindi aggiungi acqua un po' alla volta e comincia mescolare.
  • Continua a mescolare ed ad aggiungere acqua fin quando gli ingredienti saranno ben miscelati, dopodiché aggiungi i due albumi e mescola il composto delicatamente con un cucchiaio. Quando il composto sarà ben omogeneo lascialo riposare per 10 minuti in frigorifero.
  • Intanto lascia scaldare l'olio in padella e portalo a 170°C per una frittura profonda. Quando è pronto, infarina le pelli dei filetti di pesce con la farina rimacinata e lasciali dorare fin quando non diventeranno ben croccanti. Spolvera di sale solo dopo averli scolati e disposti su carta assorbente.
  • Adesso è il momento dei bocconcini di pesce. Abbassa la fiamma e porta la temperatura dell'olio a 160°C, i bocconcini devono cuocere e dorarsi per bene senza bruciarsi. Comincia col salmone infarinandolo con la farina rimacinata e passandolo poi nella pastella.
  • Friggi pochi bocconcini alla volta e senza farli bruciare, rigirali al momento giusto.
  • Prosegui poi col baccalà allo stesso modo in cui hai fritto i bocconcini di salmone.
  • Scola il fritto per bene e poi passalo qualche minuto su carta assorbente o carta da fritti, quindi spolveralo di sale.
  • Disponi la pelle croccante sul piatto di portata e inserisci i bocconcini misti al suo interno. Guarnisci con insalata di verdure al pinzimonio e accompagna con una maionese alla senape.

Avviso ai lettori.

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il nostro blog interessante, aiutaci a mantenerlo con una piccola donazione. La nostra unica forza sono i lettori come te. Il tuo sostegno è importante per noi, effettua qui una donazione con paypal!

2 commenti su “Frittelle di baccalà e salmone”

  1. Pingback: Frittelle di pesce con macco di fave - Quelli della Ratatouille

  2. Pingback: Baccalà a sfincione alla palermitana. - Quelli della Ratatouille

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vota questa ricetta!




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto