Crostata Amalfitana

Dalla !

TAG>> , ,

La Crostata Amalfitana è un dolce tipico della cucina campana, precisamente della costiera Amalfitana. Si tratta di un dolce di pasta frolla friabilissima e profumata con lo straordinario limone di Amalfi. Il suo ripieno di crema pasticciera al limone e amarene completa quello che è un dolce semplice, delicato e raffinato.

Crostata Amalfitana

Tempo di lettura: circa 1 min.


  
  

Un dolce semplice, ma di eccellente qualità.

Questa crostata che sa di dolci della nonna, non è difficile da preparare. Il risultato è affidato unicamente alla qualità degli ingredienti.

Pur non avendo a disposizione i limoni amalfitani, per ottenere il tipico sapore intenso e delicato di questo dolce, abbiamo utilizzato i limoni del mio giardino. Assolutamente Bio e fragrantissimi. I limoni siciliani non hanno proprio nulla da invidiare ai limoni campani!

La ricetta della Crostata Amalfitana prevede l’uso di amarene sciroppate o di marmellata di amarene, nel nostro caso abbiamo utilizzato della marmellata di amarene selvatiche preparata in casa da mia moglie (è lei l’esperta in dolcezze 🙂 ). L’effetto forse è meno scenografico della frutta sciroppata, ma ti posso garantire che gli ingredienti di primissima qualità utilizzati hanno contribuito non poco al risultato finale. Persino le uova di gallina allevata a terra erano disposizione!

Crostata Amalfitana, suggerimenti.

La crostata, con un po’ di fantasia può essere guarnita meglio di come non abbiamo fatto. Quella della foto in effetti è davvero molto semplice. Se vuoi preparare la crostata amalfitana per una festa basta ritagliare un po’ di pasta frolla con dei stampini per biscotti e con questi ricoprire la crostata accostandoli molto vicino l’uno agli altri in modo da coprire tutta la superficie.

  
  

Crostata amalfitana

5 da 1 voto
Un dolce tipico della cucina campana dalla pasta frolla friabilissima, profumata con lo straordinario limone di Amalfi, ripiena di golosa crema con gocce di amarena.
Portata Dessert
Cucina Italiana
Keyword crostata
Difficoltà media
Preparazione 20 minuti
Cottura 40 minuti
riposo della pasta frolla 8 ore
Tempo totale 9 ore
Porzioni 6 porzioni
Calorie 525kcal
Cost € 5,00

Utensili consigliati

  
Stampo crostata
  
Planetaria

Ingredienti

Per la pasta frolla (Iginio Massari)

  • 200 g burro (morbido a temperatura ambiente)
  • 40 g miele di acacia (o confettura di albicocche)
  • 1 baccello di vaniglia
  • 75 g zucchero a velo
  • 1 tuorlo
  • 2 g sale fino
  • 300 g farina 00
  • mezzo limone non trattato

Per la farcitura.

  • 4 tuorli
  • 40 g farina
  • 100 g zucchero
  • 400 ml latte intero
  • mezzo limone non trattato
  • 100 g marmellata di amarene (o amarene sciroppate)

Istruzioni

Preparazione della pasta frolla.

  • Per preparare la pasta frolla il burro dovrà essere morbido. Tagliato a piccoli pezzi e versalo nella planetaria attrezzata con la “foglia”. Aggiungi lo zucchero a velo e il miele.
  • Aziona la planetaria alla velocità più bassa in modo che il burro possa assorbire bene il miele e lo zucchero senza “montare”.
  • Arresta la planetaria e aggiungi il tuorlo. Sciogli per bene il sale in un cucchiaio d’acqua (circa un cucchiaino) e aggiungi anche quello nella planetaria, quindi azionala nuovamente a bassa velocità.
  • Incidi la bacca di vaniglia nella lunghezza e preleva i semini quindi versali nella planetaria.
  • Grattugia la scorza di un limone non trattato con una grattugia e versane la metà nell’impasto.
  • Setaccia la farina e versala tutta in una volta in planetaria, quindi aziona nuovamente la planetaria sempre a bassa velocità solo fino a quando il burro avrà incorporato tutta la farina. Puoi fare una prova maneggiando un pezzetto d’impasto: se le mani restano pulite l’impasto è pronto!
  • Rovescia l’impasto su un piano di lavoro e modellalo per dargli una forma cilindrica, schiaccialo e sigillalo bene con la pellicola, quindi riponilo in frigo per almeno un paio d’ore. Meglio se per tutta la notte.

Preparazione della crema al limone.

  • In una casseruola, scalda il latte dove avrai messo l’latra metà della buccia di limone o la vaniglia in infusione.
  • Sbatti i tuorli insieme allo zucchero e alla farina. Aggiungere al composto di tuorli sbattuti il latte precedentemente riscaldato facendolo scendere lentamente a filo e avendo cura di mescolare sempre.
  • Metti la miscela nuovamente sul fuoco e continua a mescolare energicamente, per evitare che si formino grumi, fino a quando la crema non risulterà densa e corposa.
  • Una volta cotta la crema va lasciata raffreddare.

Confezionamento della crostata.

  • Una volta tirato fuori l’impasto dal frigo e togli la pellicola e spolverizza con un po’ di farina il piano di lavoro e la superficie del panetto, quindi stendi con un mattarello la frolla fino ad ottenere uno spessore di circa 4 mm.
  • Stendi due terzi della pasta frolla su uno stampo da crostata imburrato per bene, avendo cura di ricoprire ugualmente il fondo e i lati.
  • Riempi l’interno della crostata con la crema e metti qualche cucchiaio di marmellata di amarena al suo interno.
  • Ricopri la crostata con la restante pasta frolla con i motivi che più ti piacciono.
  • Cuocere in forno statico a 180° per 22-25 minuti, tenendo sempre sott’occhio la parte superiore della crostata per controllare che non bruci. Consigliato con forni casalinghi posizionare una pallina di carta stagnola tra la bocca della camera del forno e lo sportello, per lasciare uno sfiato e simulare la “cottura a valvola aperta”.
  • Una volta terminata la cottura della crostata, lasciala intiepidire e, poco prima di servirla, spolvera la sua superficie con zucchero a velo.

Note

Conservazione della pasta frolla.

La pasta frolla si conserva in freezer per massimo 3 settimane: per usarla, dopo averla scongelata in frigo, va tenuta a temperatura ambiente prima di lavorarla.
Pin it! Commenta questa ricetta e non dimenticarti di votare!

Ricetta aggiornata il 2019-10-23 17:20:58

  
  

Dai un occhiata alla mia cantina!


Post originale scritto il2019-10-01 18:17:13 da Biagio Barraco.

Su di me ...

Arredatore e blogger con la passione per la cucina. Siciliano, estroverso, creativo, ironico e curioso, amo la cucina tradizionale e casalinga, ma mi piace anche sperimentare la cucina di altre culture.

Conosciamoci meglio …

Ho notato che hai visitato più volte questa pagina e voglio ringraziarti per l'interesse dimostrato. A proposito, che ne pensi dare un voto a questa ricetta? Farlo è molto semplice basta cliccare sulle stelline che trovi nella scheda della ricetta, oppure dentro i commenti in fondo alla pagina. Usali pure per esprimere un giudizio su quello che hai letto, oppure per chiedere maggiori dettagli sulla ricetta.

Licenza di utilizzo, diritti di proprietà dei contenuti di questo blog e divieti di utilizzo.

è espressamente fatto divieto di:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.