Il cocktail di gamberi è un classico della cucina degli anni ottanta. Dopo i tortellini panna e prosciutto rivisitati, ti propongo un’altra ricetta intramontabile, riveduta in alcuni dettagli e che ho realizzato in due diverse versioni, ambedue semplici e veloci da preparare.

Tempo di lettura: circa 1 min.


cocktail di gamberi

Questa è una preparazione semplice e veloce da realizzare, ideale per affiancare i piatti più elaborati di una cena importante. Per questo motivo il cocktail di gamberi è perfetto per essere proposto come delicato antipasto per la cena della Vigilia di Natale o di Capodanno. La sua riuscita è di sicuro successo ed ha il vantaggio di poter essere preparato in anticipo e conservato in frigorifero fino al momento di servirlo.

Il procedimento semplice della ricetta, però non significa realizzare una portata scialba e superficiale. Per la riuscita di questo piatto fondamentale sarà la freschezza di uova, gamberi, ma anche della lattuga e della frutta che, come leggerai, accompagna la mia preparazione. È poi scontato che il segreto per un buon cocktail di gamberi è la salsa: una maionese con l’aggiunta di altri ingredienti che la trasformano in una deliziosa salsa cocktail il cui sapore deve arricchire il piatto senza coprire il sapore dei gamberetti.

cocktail di gamberi
Versione arancia e whisky
cocktail di gamberi
Versione mela e cognac

Io ti propongo due salse diverse per due tipi di cocktail diversi: una all’arancia e whisky e l’altra più classica con cognac. Scegli tu quale delle due versioni preparare, ma per fare un vero figurone non dimenticare di servire il cocktail di gamberi all’interno di ciotoline particolari, o nei classici bicchieri da Martini.

Cocktail di gamberi

Biagio Barraco
Un classico della cucina degli anni ottanta, una ricetta intramontabile, rivista in alcuni dettagli.
5 da 1 voto
Preparazione 30 min
Cottura 5 min
riposo 2 h
Tempo totale 2 h 32 min
Portata Antipasto
Cucina Italiana
Porzioni 4 persone
Calorie 320 kcal

Ingredienti
  

Ingredienti base

  • 400 g gambero bianco sgusciato
  • 4 gamberoni grandi o medi
  • ½ cespo lattuga romana
  • q.b. pepe nero macinato fresco

Ingredienti per la versione con mela e cognac

Ingredienti per la versione con arancia e whisky

Istruzioni
 

Cottura dei gamberi.

  • Lava i gamberetti già sgusciati e mettili nella vaporiera, quindi lasciali cuocere per 3 minuti.
  • Metti da parte i gamberi bianchi e lasciali raffreddare. Procedi per la cottura dei gamberoni allo stesso modo, ma ricorda di accorciare loro le antenne e di eliminare il budello.
  • Se fosse necessario aumenta il tempo di cottura di qualche minuto. Metti da parte anche i gamberoni e lasciali raffreddare.

Versione mela e cognac

  • Prepara la salsa riunendo in una terrina la maionese (ben fredda), la salsa ketchup, salsa Worcester, la senape e il cognac, quindi mescola bene e poi aggiungi la panna. Lascia riposare in frigorifero la salsa per un’ora.
  • Nel piatto di portata fai un letto di lattuga, quindi mescola i gamberetti con la salsa cocktail e adagiali sul letto di lattuga. Disponi i gamberi interi e le fette di mela tutt'intorno, quindi spolvera di prezzemolo e pepe macinato.

Versione arancia e whisky

  • Prepara la salsa riunendo in una terrina la maionese (ben fredda), la paprika affumicata, la salsa ketchup, la salsa Worcester, il succo di 1 arancia e il whisky, quindi mescola bene con una frusta. Lascia riposare per un’ora la salsa in frigorifero.
  • In una grande pirofila in vetro, che utilizzerai come piatto di portata, metti la lattuga tagliata finemente e i gamberi. Spruzza gli ingredienti con un po' di succo d'arancia, quindi mescola tutto insieme delicatamente.
  • Taglia a fette 1 arancia e dividile in due metà ciascuna, con queste contorna il piatto.
  • Versa la salsa sopra la lattuga mescolata ai gamberi e adagiavi sopra i gamberi interi. Quindi spolvera col pepe macinato fresco

Ulteriori informazioni.

Grazie per aver visitato il mio blog. Che ne pensi dare un voto alla ricetta che hai appena letto? 

Farlo è molto semplice basta cliccare sulle stelline che trovi nella scheda della ricetta, oppure dentro i commenti in fondo alla pagina. Usali pure per esprimere un giudizio su quello che hai letto, oppure per chiedere maggiori dettagli sulla ricetta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Vota questa ricetta!




Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.