Cavolfiore al gratin

Il piatto è abbastanza semplice da preparare: il cavolfiore cotto al vapore viene poi ripassato in forno condito con pancetta, besciamella e parmigiano.

Il cavolfiore al gratin è un delizioso contorno, ma visto che si tratta di un piatto particolarmente nutriente e goloso è perfetto anche come secondo piatto per una cena informale familiare.

Questo post contiene link di affiliazione Amazon. Quando acquisti un prodotto utilizzando i link in qualità di Affiliato Amazon ricevo un guadagno dagli acquisti idonei. Ciò contribuisce al mantenimento di questo blog senza costare nulla in più per te. Grazie in anticipo!
cavolfiore al gratin

Il piatto è abbastanza semplice da preparare: il cavolfiore cotto al vapore viene poi ripassato in forno condito con pancetta, besciamella e parmigiano.

Le verdure tutte, dalle zucchine ai finocchi cotti al gratin diventano più appetitose soprattutto per chi non ama questi prodotti della terra cucinati in modo semplice e naturale. Quella del cavolfiore al gratin, è una golosa ricetta invernale generalmente apprezzata anche dai più riottosi!

Si tratta di una ricetta che può definirsi svuota frigo. Dopo una brevissima cottura a vapore, i cavolfiori possono essere gratinati in forno. A questi si possono aggiungere prosciutto, scamorza o altro che hai in frigo.

Il cavolfiore è un ortaggio molto nutriente, ricco di ferro e vitamina C. La cottura al vapore permette di non disperdere i nutrienti nell’acqua di cottura e di ottenere un gusto migliore della pietanza.

gratin ‹ġratẽ′› s. m., fr. [in origine, la «crosta» che si forma nell’interno di un tegame durante la cottura; der. di gratter, ant. grater «grattare»]. – In gastronomia, per lo più nella locuz. avv. o agg. al gratin, particolare modo di cottura delle vivande, le quali vengono cosparse, secondo i casi, di besciamella, formaggio parmigiano grattugiato, pangrattato (talvolta anche aglio e prezzemolo), e poi cotte nel forno molto caldo in modo che sulla superficie si formi una sottile crosta dorata e croccante: cuocere al g.; maccheroni, finocchi, pomodori al g.; sogliola, cozze al gratin.

Vocabolario Treccani Online.
Preparazione 10 minuti
Cottura 18 minuti
Tempo totale 28 minuti

Cavolfiore al gratin

di Biagio Barraco
Le verdure più golose sono cucinate al gratin!
4.75 da 4 voti

Vota anche tu questa ricetta!

Commenta! Pin Ricetta Stampa ricetta
PortataContorni / Secondo piatto
DifficoltàBassa
Porzioni 4 persone
Calorie a porzione 420 kcal

I dati sono forniti al solo scopo informativo e non sostituiscono la consultazione di un medico o di un professionista qualificato. In particolare: il dato delle calorie non è da ritenersi un consiglio alimentare o nutrizionale, i valori indicati sono puramente indicativi; si prega di consultare le etichette degli alimenti per informazioni su allergeni e intolleranze.

Ingredienti

Istruzioni

  • Lava e pulisci il cavolfiore dividendolo in piccole cime. Quindi cuocile a vapore per 10 minuti o poco più a secondo di quanto sia più o meno tenero. Non deve disfarsi!
  • Intanto puoi preparare la besciamella secondo le istruzioni riportate in questa ricetta.
  • In una teglia da forno metti 2 mestoli di besciamella, le cimette di cavolfiore e la pancetta tagliata a striscioline.
  • Copri con la restante besciamella e spolvera col parmigiano grattugiato.
  • Riponi la teglia nella parte alta del forno e cuoci col grill per 6 minuti circa., fino a quando non si forma una crosticina dorata.
  • Sfornate e servi le porzioni individuali di cavolfiore gratinato ancora fumante insieme alla sua guarnizione cremosa!

Avviso ai lettori.

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il nostro blog interessante, aiutaci a mantenerlo con una piccola donazione. La nostra unica forza sono i lettori come te. Il tuo sostegno è importante per noi, effettua qui una donazione con paypal!

2 commenti su “Cavolfiore al gratin”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vota questa ricetta!




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto