Carciofi alla villanella – ricetta in vasocottura

La ricetta light di un classico della cucina popolare palermitana. Una versione da preparare facilmente e in poco tempo con il metodo della vasocottura in microonde.

I carciofi alla villanella sono una pietanza tipica della cucina palermitana, un piatto semplice e gustoso tra i più graditi della cucina tradizionale siciliana. Molto facile da preparare con la vasocottura in microonde, un metodo che consente una preparazione più leggera rispetto a quella tradizionale e che permette di conservare i carciofi in frigorifero fino a dieci giorni, così da poterli consumare fragranti e perfetti quando vuoi.

Questo post contiene link di affiliazione Amazon. Quando acquisti un prodotto utilizzando i link in qualità di Affiliato Amazon ricevo un guadagno dagli acquisti idonei. Ciò contribuisce al mantenimento di questo blog senza costare nulla in più per te. Grazie in anticipo!

“I cacocciuli a viddaniedda”, come è chiamata questa pietanza in dialetto, si preparano tradizionalmente cuocendo i carciofi in umido con olio, prezzemolo, acciughe e qualche spicchio d’aglio. Qui abbiamo voluto sperimentare una reinterpretazione della ricetta tradizionale preparandola secondo il metodo della vasocottura col microonde.

Carciofi alla villanella - ricetta in vasocottura

Il risultato ottenuto, per sapore e fragranza, è molto vicino a quello della ricetta tradizionale dei carciofi alla villanella. Il vantaggio maggiore con questo metodo di cottura è quello di poter realizzare una pietanza più leggera perché si impiega meno olio e solo quando hai più tempo da dedicare alla pulizia dei carciofi che è la parte più lunga e noiosa della ricetta. La conservazione nei barattoli di vetro a tenuta ermetica permette di consumare la pietanza durante la settimana.

Vasocottura in microonde – Test della potenza

Il metodo della vasocottura in microonde è rapido e pratico e risulta ideale per coloro che necessitano di una soluzione culinaria veloce senza compromettere la qualità dei piatti. Il forno a microonde è lo strumento fondamentale per questa preparazione, ma prima di tutto dovrai stabilire quale potenza testata ha il tuo microonde. Ad esempio il nostro è 700 watt. Per provare questo metodo di cottura la prima cosa che devi assolutamente fare è testare l’effettiva potenza del tuo microonde. Prima di preparare questa ricetta ti consiglio di approfondire la conoscenza di questo metodo di cottura, cominciando a leggere il nostro articolo qui.

Consigliatissimo è l’approfondimento dell’argomento nei siti e nei libri specializzati come Vasocottura Facile di Rossella Errante, validissimo e fondamentale “punto d’inizio”.

La vasocottura rappresenta una piccola, grande rivoluzione in cucina. È possibile, infatti, preparare centinaia di piatti, dall’antipasto al dolce, cuocendoli in vasi di vetro ermetici tramite il microonde, impiegando pochi minuti e in tutta sicurezza. La maggior parte dei piatti, inoltre, si può conservare in frigorifero fino a 15 giorni. Il contenitore ermetico rende facilmente trasportabili le preparazioni, che diventano così l’ideale per pause pranzo, gite fuori porta o cene a casa di amici.

I carciofi nella cucina siciliana.

I carciofi sono ortaggi molto diffusi in Sicilia, furono introdotti dai Greci che li chiamavano cynara, dal nome della fanciulla di cui si era invaghito Zeus e che sua moglie Era, ingelosita decise di trasformarla in un ortaggio spinoso. Gli arabi nominarono “karasciuff” questi ortaggi che i palermitani chiamano “cacuocciuli”.

Le specie coltivate nei comuni di Cerda e di Sciara a Palermo sono tra le più apprezzate. Cerda, un piccolo centro nelle Madonie, noto per una mitica tappa della antica gara automobilistica della Targa Florio, ma soprattutto per la produzione di ottimi carciofi e per la sagra a essi dedicata che vi si svolge annualmente. Alcuni ristoranti della cittadina sono divenuti famosi per il loro menu a base di carciofi. Sono altrettanto apprezzate le varietà coltivate in altre zone dell’Isola, come quelle di Menfi, di Niscemi e di Ramacca.

La cucina palermitana presenta una grande varietà di ricette con questi ortaggi: dai carciofi fritti in pastella, alla caponata di carciofi, dai carciofi a sfincione, agli elaborati e gustosissimi “cacuocciuli ca tappa i l’uovu”, ecc…

Preparazione 15 minuti
Cottura 5 minuti
Riposo 30 minuti
Tempo totale 50 minuti

Carciofi alla villanella in vasocottura

di Biagio Barraco
La ricetta light di un classico della cucina popolare palermitana. Una versione da preparare facilmente e in poco tempo con il metodo della vasocottura in microonde.
5 da 1 voto

Vota anche tu questa ricetta!

Commenta! Pin Ricetta Stampa ricetta
PortataAntipasto / Contorni / Secondo piatto
DifficoltàBassa
Porzioni 3 persone
Calorie a porzione 200 kcal

I dati sono forniti al solo scopo informativo e non sostituiscono la consultazione di un medico o di un professionista qualificato. In particolare: il dato delle calorie non è da ritenersi un consiglio alimentare o nutrizionale, i valori indicati sono puramente indicativi; si prega di consultare le etichette degli alimenti per informazioni su allergeni e intolleranze.

Ingredienti

Istruzioni

  • Prepara i carciofi eliminandone le foglie esterne più dure, quindi taglia la sommità per eliminare la parte con le spine.
    Elimina il gambo ai carciofi in modo che possono stare in piedi, poggiati sulla loro base. Scava il cuore del carciofo con un coltellino per eliminare la "barba", quindi mettili in acqua acidulata con il succo del limone per non farli diventare neri.
    Scola i carciofi e sciacquali bene sotto acqua corrente, quindi asciugali per eliminare l’acqua in eccesso.
  • Apri delicatamente le foglie del carciofo per farcire il cuore con l'acciuga, le fettine d'aglio e una macinata di pepe.
    Disponi i carciofi farciti sul fondo dei vasetti, quindi aggiungi un cucchiaino di olio e un po' d'acqua.
    Cospargi di prezzemolo e chiudi i vasetti, avendo cura di pulire prima il bordo per lasciar aderire bene la guarnizione.
    Cuoci per 5 minuti alla potenza testata per il tuo microonde.
    Al termine della cottura in microonde, lascia riposare per 30 minuti per il completamento della cottura. Non aprire assolutamente il vasetto prima!

Note

 
 
5 from 1 vote (1 rating without comment)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vota questa ricetta!




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.