Carciofi alla contadina detti cacuocciuli a viddaniedda

I carciofi alla contadina, conosciuti nel Palermitano con il nome di “cacuocciuli a viddaniedda” sono semplicissimi da preparare. Si tratta di carciofi cotti in umido e conditi con olio, prezzemolo, acciughe e qualche spicchio d’aglio. Nonostante si tratti di un piatto frugale la sua bontà ne fa uno dei piatti più graditi della Cucina Tradizionale Siciliana.

carciofi alla contadina

I carciofi sono ortaggi ricchi di ferro e vitamine, con poche calorie. Molto diffusi in Sicilia, le specie coltivate nei comuni di Cerda e di Sciara nel Palermitano sono molto apprezzate. Anche quelle coltivate in altre zone dell’Isola sono altrettanto buone, come quelle coltivate nei territori di Menfi, di Niscemi e di Ramacca.

La ricetta dei carciofi alla contadina che vi presento qui è una versione più leggera di quella tradizionale. Una preparazione che mia mamma faceva senza l’ausilio del classico soffritto d’aglio. La cottura dei carciofi a “tuttu rintra”, cioè semplicemente stufati in acqua e olio, da comunque risultati ottimi. Un piatto tanto semplice quanto ghiotto!

carciofi alla contadina

Carciofi alla contadina – cacuocciuli a viddanedda.

Questa ricetta dei carciofi alla contadina, detti anche cacuocciuli a viddanedda, è una versione più leggera di quella tradizionale. Una ricetta che mia mamma e mia nonna preparavano senza l’ausilio del soffritto con una cottura detta a “tuttu rintra” cioè semplicemente stufati in acqua e olio. Il risultato è comunque quello di un piato tanto semplice quanto ghiotto.
5 da 4 voti
Preparazione: 15 minuti
Cottura: 20 minuti
Tempo totale: 35 minuti
Portata: Antipasto, Contorno, Secondo piatto
Cucina: Tradizionale Siciliana
Keyword: cacuocciuli a viddanedda, carciofi alla contadina
Difficoltà: facile
Porzioni: 4
Calorie: 153kcal

Ingredienti

Istruzioni

  • Prepara i carciofi eliminandone le foglie esterne più dure, quindi taglia la sommità per eliminare la parte con le spine.
  • Elimina il gambo ai carciofi in modo che possono stare in piedi, poggiati sulla loro base. Scava il cuore del carciofo con un coltellino per eliminare la “barba”, quindi mettili in acqua acidulata con il succo del limone per non farli diventare neri.
  • Pela le patate e dividile in quattro. Trita il prezzemolo e mettilo da parte. Taglia l’aglio a fettine grandi ed anche queste mettile da parte.
  • Scola i carciofi e sciacquali bene sotto acqua corrente, quindi asciugali per eliminare l’acqua in eccesso. Apri delicatamente le foglie del carciofo per poter riempire il cuore con l’acciuga, le fettine d’aglio e una macinata di pepe. quindi disponili in un tegame largo.
  • Tra un carciofo e l’altro metti un pezzetto di patata e i gambi dei carciofi (son buoni pure quelli) in modo da riempire l’intera superficie del tegame, quindi aggiungi un dito d’acqua o poco più.
  • Metti un pizzico di sale (solo sulle patate) e cospargi di prezzemolo le patate e i cuori dei carciofi. Condisci con un po’ d’olio.
  • Metti il tegame sul fornello a fuoco dolce e lascia cuocere coperto per 15 – 20 minuti. A cottura ultimata, servi i carciofi ancora caldi.

Note

Per avere una portata con una nota croccante, alla fine della cottura in tegame, si può disporre una miscela di pangrattato e pecorino grattugiato, su ogni carciofo e fare grigliare nella salamandra del forno per circa 8 minuti circa.
Commenta e vota questa ricetta
 

Consigli per i vegani.

Al punto 4 della ricetta va eliminata dalla preparazione l’acciuga. Il gusto del piatto non sarà troppo compromesso, se al posto dell’acciuga utilizzi dei capperi dissalati!

 

2 commenti su “Carciofi alla contadina detti cacuocciuli a viddaniedda”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.