Carbonara d’aMare

Dalla un piatto ... !

TAG>> ,

La carbonara di mare, che io ho chiamato affettuosamente carbonara d’amare, è una versione “marina” della famosa pasta alla carbonara. In piatti di questo tipo si sono cimentati tantissimi Chef. I casi più conosciuti sono certamente quelli della carbonara di mare di Cannavacciuolo e della carbonara di mare di Uliassi. Tante sono le “versioni marine” più o meno ispirate all’originale, ma come la carbonara vegetariana, quella di mare, anche se in versione gourmet, ovviamente non può definirsi una vera e propria carbonara. La carbonara è una sola!

Tempo di lettura: circa 1 min.


Chiarito questo concetto, penso sia normale, per chi spende il proprio tempo e la propria creatività in cucina, misurarsi con prove di questo tipo anche a rischio di esporsi a critiche velenose.

Less is more.

Sostituire il guanciale con il pesce? Sembra facile, quindi mi sono documentato riguardo a questa benedetta carbonara di mare. Ho consultato molte ricette, da quelle più famose a quelle meno note e tutte, non vorrei apparire presuntuoso, mi sembravano prive di un elemento fondamentale per una rivisitazione “corretta” della carbonara romana. Almeno tutte quelle che avevo visto, a mio parere erano sovraccariche d’ingredienti, una moltitudine di pesci, i più svariati: salmone, scampi, cozze, vongole, tonno, pesce spada, e così via. Troppi per un piatto che vuole ricordare la carbonara!

La carbonara, quella vera, nasce da “pochi ingredienti”, messi assieme con una semplicità talmente disarmante da essere un piatto di “difficile esecuzione”.

Carbonara di mare, la mia ricetta.

Partendo dal presupposto della semplicità e mosso dalla ferma volontà di non cucinare delle linguine allo scoglio con dentro le uova 🙂 (chiedo scusa per la banalizzazione, ma è solo per rendere l’idea), ho cominciato ad eliminare molti degli ingredienti candidati per questo esperimento. Per comodità e per disponibilità di pesce fresco, mi sono orientato verso dei gamberoni di taglia media, dalle carni belle sode e compatte.

Uova per la cremosità della salsa non potevano mancare, prezzemolo per dare freschezza, pepe nero appena macinato per la vivacità, uno spicchio d’aglio per conferire un po’ di sapidità ai gamberi ed infine, un bel limone appena raccolto in giardino, profumatissimo.

Non avevo ben chiaro come stavo per procedere ed ero assolutamente incerto del risultato che avrei raggiunto. Alla fine il piatto che è venuto fuori mi ha sorpreso davvero, non solo perché le mie aspettative non erano altissime 😉

carbonara di mare

Carbonara di mare

4.94 da 29 voti
Uova per la cremosità della salsa non potevano mancare, prezzemolo per dare freschezza, pepe nero appena macinato per la vivacità, uno spicchio d’aglio per conferire un po’ di sapidità ai gamberi ed infine, un bel limone appena raccolto in giardino, profumatissimo.
Portata Primo piatto
Cucina Italiana
Keyword carbonara di mare
Difficoltà facile
Preparazione 15 minuti
Cottura 25 minuti
Tempo totale 40 minuti
Porzioni 4
Calorie 430kcal

Ingredienti

  • 270 g linguine
  • 1 cucchiaio olio extravergine d’oliva
  • 1 spicchio aglio
  • 500 g gamberoni (media grandezza)
  • 2 uova
  • poche foglie prezzemolo
  • 1 limone (bio)
  • q.b. sale e pepe (macinato al momento)

Istruzioni

  • Sguscia i gamberi eliminando testa e carapace, quindi con uno stuzzicadenti elimina il budello. Sciacqua per bene in acqua corrente e taglia alcuni gamberi a pezzetti. Lascia interi gli altri e metti tutto da parte.
  • Metti in una tazza solo i tuorli delle uova, trita assai finemente il prezzemolo, e pela mezzo limone. Taglia la scorza a fili sottili e spremi mezzo limone, metti il succo in una tazzina.
  • Aggiungi ai tuorli sale e pepe, un cucchiaio d’acqua fredda, il prezzemolo e un po’ della scorza di limone. Quindi sbatti con una forchetta.
  • In una larga padella metti un cucchiaio d’olio insieme ad uno spicchio d’aglio in camicia, appena schiacciato, e un po’ di pepe. Lascia scaldare a fiamma bassa.
    Quando l’aglio comincia sfrigolare metti gamberi a cui avrai aggiunto un pizzico di sale.
  • Dora da entrambi le parti per alcuni minuti e intanto accendi il fuoco alla pentola con l’acqua per la pasta.
  • Appena sono ben rosolati i gamberi, alza la fiamma e sfuma con il vino bianco, attendi l’evaporazione e spegni la fiamma.
    Intanto la pasta è messa a bollire nell’acqua. Ricordati che dovrai scolarla a 2/3 della sua cottura effettiva.
  • Scolata la pasta mettila in padella con i gamberi e accendi la fiamma al minimo, maneggiala un po’ per completare la sua cottura in padella, non dovrebbe occorrere altra acqua, ma se fosse troppo asciutto il fondo di cottura puoi aggiungere un mestolo dell’acqua di cottura della pasta.
  • Spegni la fiamma e aggiungi i tuorli d’uovo alla pasta, quindi mescola molto rapidamente in modo che il fondo di cottura diventi cremoso. Un ‘operazione un po’ più difficile della normale carbonara perché qui non ci si può aiutare con il formaggio ed il rapporto dei liquidi deve essere esatto.
  • Impiatta e quando hai finito aggiungi al fondo di condimento rimasto in padella il succo di limone. Distribuisci il condimento sulle singole porzioni, quindi guarnisci con pepe macinato e i filettini di scorza di limone (che io nella foga ho dimenticato 🙂 )
Pin it! Commenta questa ricetta e non dimenticarti di votare!

Ti ho convinto? Non ti resta altro che provarla e scrivere le tue impressioni nei commenti.

Ricetta aggiornata il 2019-10-21 19:53:01

Pasta senza glutine.

La ricetta può essere modificata facilmente sostituendo la normale pasta di grano duro con quella specifica senza glutine. Se hai voglia e tempo puoi preparare da te la pasta fresca che desideri, anche senza uova. Basta seguire i consigli che puoi leggere in questa ricetta.

Dai un occhiata alla mia cantina!


Post originale scritto il2019-05-03 17:07:39 da Biagio Barraco.

Su di me ...

Arredatore e blogger con la passione per la cucina. Siciliano, estroverso, creativo, ironico e curioso, amo la cucina tradizionale e casalinga, ma mi piace anche sperimentare la cucina di altre culture.

Conosciamoci meglio …

Ho notato che hai visitato più volte questa pagina e voglio ringraziarti per l'interesse dimostrato. A proposito, che ne pensi dare un voto a questa ricetta? Farlo è molto semplice basta cliccare sulle stelline che trovi nella scheda della ricetta, oppure dentro i commenti in fondo alla pagina. Usali pure per esprimere un giudizio su quello che hai letto, oppure per chiedere maggiori dettagli sulla ricetta.

Licenza di utilizzo, diritti di proprietà dei contenuti di questo blog e divieti di utilizzo.

è espressamente fatto divieto di:

20 commenti su “Carbonara d’aMare”

  1. Buonissima ‼️‼️
    Anch’io concordo in pieno sul fatto di non mescolare troppi ingredienti.
    La scelta del Mezzo gamberO è perfetta per mantenere Il gusto principale, arriccHito alla fine con della scorza fresca di limone, è il massimo !
    🔝👨‍🍳5 stars

    Rispondi
  2. La proverò perché a differenza di quelle che ho letto, visto e assaggiate questa è quella Che ha più personalità, più carattere. Bravo Biagio, complimenti come sempre!!5 stars

    Rispondi
  3. ciao Biagio ho fatto oggi la Carbonara d’ aMare ottima, forse ho dosato male la scorza mi è sembrata troppo, per il resto che devo dire….sei un grande cuoco , a mio marito è piaciuta tanto, ho usato gli spaghetti perchè a lui non piacciono le linguine mentre io le adoro, la rifarò senza ombra di dubbio5 stars

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.