Calamari ripieni dell’isola di Salina

Dalla un piatto ... !

TAG>>

Calamari ripieni dell’isola di Salina, alla fine ho deciso di chiamarli così i calamari ripieni che preparava la Signora Maria nella stupenda isola dell’Eolie. La Signora, che ci aveva affittato la casa per le vacanze, cucinava ogni giorno piatti semplici, ma straordinari. Eccellenti e genuini erano gli ingredienti che utilizzava e le sue mani ossute compivano gesti di sapienza millenaria, nel preparare quei deliziosi manicaretti.

Calamari ripieni dell'isola di Salina


Ormai sono passati tanti anni da quella vacanza, ma chi scorderà mai la magica bellezza dell’Isola e i profumi unici dei piatti della Signora Maria.

Nelle isole Eolie il calamaro o il totano ripieno è una preparazione molto diffusa. In essa sono sfruttate le risorse del territorio: i prodotti del mare e della terra. Il pescato viene elaborato con prodotti agricoli unici nel loro genere: capperi, pomodori secchi e un tocco magico di Malvasia. Ma queste specialità da dove vengono? Proprio dall’isola di Salina, la più fertile e la più tranquilla isola dell’arcipelago eoliano.

Curiosità sull’isola di Salina.

I Greci chiamavano l’isola di Salina Didyme (gemelli). Questo per la sua particolare forma dovuta a due rilievi vulcanici separati da una sella. Il suo nome attuale invece deriva da un laghetto salmastro costiero nella frazione di Lingua, un tempo utilizzato come salina.
La bellezza magica dell’isola ha affascinato il compianto Massimo Troisi, che vi ha girato il suo ultimo film “Il Postino”.

La ricetta dei calamari ripieni dell’isola di Salina.

Ora io non so se la ricetta dei calamari all’eolana sia esattamente quella che riporto, o se questa è solo la versione che approntava la Signora, ma posso dirti che il risultato è veramente qualcosa di unico. Una ricetta che sa di mondo antico, di mitologia. Un piatto i cui sapori e profumi rimandano alla natura isolana.

La Malvasia dell’Isola, così come i capperi, sono inconfondibili sapori, non proprio opzionali. Nonostante però questi caratterizzano fortemente il piatto, ottimi risultati si ottengono anche impiegando i prodotti simili di altre isole come i capperi e il passito di Pantelleria, eccellenze eno-gastronomiche anche queste.

Col tempo alla ricetta ho apportato piccolissime modifiche come la cottura in forno (eseguita per comodità)e l’aggiunta della paprica affumicata. La salsa di guarnizione è opera mia, in realtà la signora la presentava con il fondo di cottura dove erano saltati dei pomodorini.

Calamari ripieni dell’isola di Salina

Una ricetta che sa di mondo antico, di mitologia. Un piatto i cui sapori e profumi rimandano alla natura isolana.
5 da 13 voti
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 50 minuti
Tempo totale: 1 ora 20 minuti
Portata: Secondo piatto
Cucina: Tradizionale Siciliana
Keyword: Calamari ripieni dell’isola di Salina
Difficoltà: media
Porzioni: 4 persone
Calorie: 489kcal
Costo approssimativo: € 20,00

Ingredienti

Istruzioni

  • Se non l'ha fatto il tuo pescivendolo pulisci i calamari eliminando le interiora, la bocca e la pelle, quindi lavali per bene facendo attenzione a rimuovere ogni residuo dai tentacoli.
    Taglia i tentacoli a pezzi piccoli e metti il tutto a scolare per bene. Ti consiglio di tenere i calamari in frigo fino al momento di prepararli.
  • Metti a rosolare in 2 cucchiai d'olio la cipolla sminuzzata e lo spicchio d'aglio intero, quando saranno imbionditi appena, elimina l'aglio e aggiungi i filetti di acciughe, 15 g di capperi (dissalati prima in abbondante acqua) e 20 g di pomodori secchi sminuzzati. Amalgama gli ingredienti a fuoco dolce per due minuti.
  • Aggiungi al soffritto i tentacoli dei calamari tagliati piccoli, quindi lascia cuocere a fuoco moderato per cinque minuti.
  • Sfuma con la Malvasia e lascia evaporare l'alcol a fiamma alta. Quindi spegni il fuoco e mentre il condimento è ancora caldo, aggiungi il pangrattato.
  • Mescola bene fin quando il pangrattato non avrà assorbito il fondo di cottura, quindi aggiungi la paprica affumicata e mescola ancora.
  • Per ultimo incorpora il pecorino al composto mescolando per bene.
  • Asciuga con un canovaccio i calamari dentro e fuori, quindi riempili con il composto lasciando tre centimetri circa di spazio vuoto sull'orlo.
  • Chiudi in cima i calamari con uno stecchino e mettili in una pirofila con un po' d'olio e una spruzzatina di vino bianco.
  • Inforna per 20 minuti in forno ventilato preriscaldato a 180°. Intanto prepara la salsa passando al mixer la salsa di pomodoro, il peperoncino, 15 g di capperi dissalati, 20 g, 1 cucchiaio d'olio e l'aglio disidratato.
  • Lascia intiepidire per 15 minuti e poi taglia a pezzi grandi i calamari. Impiattali guarnendo i pezzi con la salsa.
Commenta e vota questa ricetta

Ricetta aggiornata il 2019-10-13 07:09:31

Beviamoci su…

Per accompagnare le portate a base di pesci saporiti, o conditi in modo saporito, sono consigliati vini come questi:

Valuta anche …

Dai un occhiata alla mia cantina!


Post originale scritto il2019-07-19 23:33:20 da Biagio Barraco.


Ciao, ho notato che hai visitato più volte questa pagina e voglio ringraziarti per l'interesse dimostrato. A proposito, che ne pensi dare un voto a questa ricetta? Farlo è molto semplice basta cliccare sulle stelline che trovi nella scheda della ricetta, oppure dentro i commenti in fondo alla pagina. Usali pure per esprimere un giudizio su quello che hai letto, oppure per chiedere maggiori dettagli sulla ricetta.


Licenza di utilizzo, diritti di proprietà dei contenuti di questo blog e divieti di utilizzo.

è vietato:

  • copiare e incollare integralmente i post di questo blog;
  • fare hardlinking ;
  • usare le foto senza chiedere l’autorizzazione all'autore;
  • è permesso il solo utilizzo di foto ridimensionate ovvero miniature (massimo 200px lato grande), senza richiesta di autorizzazione, ma indicando sempre la fonte .

8 commenti su “Calamari ripieni dell’isola di Salina”

  1. molto interessante, da provare, mi piacciono tutti gli ingredienti usati e la farò solo per me…..ai miei non piacciono i capperi e le acciughe, infatti i miei calamari ripieni sono fatti in modo diverso. Complimenti alla signora Maria e a te Biagio!5 stars

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.