Burger Buns a casa tua come a New York

I famosi panini senza i quali non potrebbe esistere il vero burger, cioè il simbolo indiscusso della cultura gastronomica americana.

I Burger Buns è il classico panino per hamburger. Una piccola sfera di pane dolce e morbido quanto basta, gloria della migliore forneria americana.

Questo post contiene link di affiliazione Amazon. Quando acquisti un prodotto utilizzando i link in qualità di Affiliato Amazon ricevo un guadagno dagli acquisti idonei. Ciò contribuisce al mantenimento di questo blog senza costare nulla in più per te. Grazie in anticipo!

Il termine bun viene anche usato nei paesi anglosassoni per identificare una torta dolce e di piccole dimensioni, ma che nulla ha a che vedere con i famosi panini senza i quali non potrebbe esistere il vero burger, cioè il simbolo indiscusso della cultura gastronomica americana.

Burger Buns

Storia del Burger Bun.

Inizialmente negli Stati Uniti la carne di manzo farciva un pane tostato di segale, il cosiddetto Patty Melt, poi venne sostituito dal Burger Bun. La sua nascita è ancora incerta, ma si narra che nel 1891, in Oklahoma, un certo Oscar Weber Bilby abbia servito per la prima volta questo panino dolce preparato da sua moglie. Da allora è diventato un must per la preparazione di burger in tutto il mondo. Altri sostengono altre ipotesi per i natali del bun, ma qualunque siano le sue origini è chiaro che dal XIX secolo il Burger Bun è diventato una insostituibile componente nella preparazione di una delle pietanze più diffuse al mondo.

Come dovrebbe essere un vero Burger Bun.

I Burger Buns non sono dei normali panini, niente che richiede forza per masticarli. Sono a tutti gli effetti delle brioches, molto morbide e con la giusta dose di grassi e zuccheri. Hanno un sapore tutto loro che rende il burger un’equilibrata esplosione di gusto.

Si tratta di un guscio di pasta lievitata che si integra perfettamente con la carne, che abbraccia le salse e mantiene tutti i condimenti con la sua mollica soffice, ma ben solida e compatta capace di mantenere bene il ripieno senza sbriciolarsi.

Burger Buns

Ricordati, una volta tagliato in due il panino va piastrato, sia per l’ulteriore profumo e sapore che sviluppa, che per rendere il suo interno croccante in maniera che non si ammolli con i sughi e le salse.

Burger Buns

Burger Buns, perché farli a casa.

Chissà quante volte li hai visto al supermercato, magari l’hai pure comprati qualche volta! Bene, dimentica quell’esperienza con quel panino gommoso e asciutto e impara a fare in casa dei superlativi Burger Buns. Prova questa ricetta newyorchese e non te ne pentirai!

Preparazione 25 minuti
Cottura 20 minuti
Riposo e lievitazione 14 ore
Tempo totale 14 ore 45 minuti

Burger Buns alla maniera di New York

di Biagio Barraco
Non c'è hamburgher senza il suo panino!
5 da 2 voti

Vota anche tu questa ricetta!

Commenta! Pin Ricetta Stampa ricetta
PortataImpasti e lievitati
DifficoltàMedia
Porzioni 15 panini
Calorie a porzione 349 kcal

I dati sono forniti al solo scopo informativo e non sostituiscono la consultazione di un medico o di un professionista qualificato. In particolare: il dato delle calorie non è da ritenersi un consiglio alimentare o nutrizionale, i valori indicati sono puramente indicativi; si prega di consultare le etichette degli alimenti per informazioni su allergeni e intolleranze.

Attenzione agli allergeni presenti.

Ingredienti

Per l'impasto.
Per la finitura.
  • q,b, latte
  • 2 tuorlo d’uovo
  • q.b. miscela di semi - sesamo, zucca, lino, girasole, papavero, avena,

Istruzioni

  • Prepara prima tutti gli ingredienti pesandoli, quindi versa nella ciotola della planetaria munita di gancio le farine setacciate, un poco di latte, il malto, lo zucchero, e il lievito, Fai girare lentamente e incorpora le uova a temperatura ambiente, una alla volta.
  • Lascia lavorare la macchina per almeno 25 minuti a velocità 3 aggiungendo a filo il latte. Una volta formato l’impasto aggiungi il burro un pezzetto alla volta. Fai incordare per bene e infine aggiungi il sale.
  • Riponi l’impasto in una ciotola coperta per 12 ore a una temperatura non superiore ai 28 °C. Trascorse le 12 h della fase di lievitazione l'impasto sarà triplicato. Stendilo su un piano di lavoro e lascialo riposare alcuni minuti.
    Preriscalda il forno a 50 °C e una volta raggiunta la temperatura spegnilo.
  • Strappa delle parti di pasta dal peso di 90 – 95 g circa quindi dai a queste una forma a palla il più regolare possibile. Disponi i panetti su di una teglia rivestita di carta forno distanziandoli 3 – 4 cm tra loro.
  • Lascia lievitare i panetti nel forno tiepido per due ore circa, cioè fino a quando il loro volume non sarà triplicato. Alla fine della lievitazione spennella abbondantemente la superficie dei panini con una miscela di latte e tuorli.
  • Cospargi la superficie dei panini spennellata con la miscela di semi, quindi cuoci in forno statico (sopra e sotto) preriscaldato a 200 °C per 20 minuti fino a completa doratura.
  • Sforna i panini e lasciali raffreddare su una gratella coperti con un canovaccio pulito.

Avviso ai lettori.

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il nostro blog interessante, aiutaci a mantenerlo con una piccola donazione. La nostra unica forza sono i lettori come te. Il tuo sostegno è importante per noi, effettua qui una donazione con paypal!

1 commento su “Burger Buns a casa tua come a New York”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vota questa ricetta!




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto