Biscotti Quaresimali siciliani: una tradizione pasquale isolana.

Durante le feste si sfornano dolci e prelibatezze tradizionali, a Pasqua sono molte le regioni d’Italia dove si preparano i biscotti Quaresimali. Soprattutto a Sud della penisola questi dolcetti sono assai simili tra loro.

I biscotti quaresimali sono un dolce tipico della tradizione pasquale, diffusi in diverse regioni d’Italia con varianti locali. In Sicilia, questi biscotti semplici e gustosi vantano una storia antica e un legame con i conventi di clausura.

Questo post contiene link di affiliazione Amazon. Quando acquisti un prodotto utilizzando i link in qualità di Affiliato Amazon ricevo un guadagno dagli acquisti idonei. Ciò contribuisce al mantenimento di questo blog senza costare nulla in più per te. Grazie in anticipo!

Storia e diffusione della ricetta in Italia.

Le origini di questi biscotti risalgono al periodo della Quaresima, quando i monasteri producevano dolci con ingredienti “magri”, privi di grassi animali, per rispettare i dettami religiosi. Questi biscotti rappresentavano un modo per le monache di arrotondare le entrate durante questo periodo.

I biscotti quaresimali napoletani, quelli lucani e quelli siciliani sono molto simili ai cantucci toscani, Va precisato che i cantucci non sono i quaresimali toscani, che sono dei biscotti a forma di lettera dell’alfabeto. Pare che li avessero inventati, nel XIX secolo, le monache di un convento di Firenze per rispettare il periodo della quaresima e onorare le parole del Vangelo (per questo le lettere).

Di Matteo Bertini – Flickr, CC BY-SA 2.0,

Storia simile e ingredienti magri, ma forma diversa, hanno anche i quaresimali genovesi.

Le procedure per preparare i quaresimali variano da regione a regione, così come varia la presenza o meno di alcuni ingredienti. È certo che, almeno inizialmente, tali ricette non prevedevano l’uso di grassi e ingredienti di origine animale. Questo per fare dei biscotti che potessero essere consumati durante il periodo della Quaresima.

Questi biscotti, venivano prodotti dentro i conventi di clausura, un tempo le migliori pasticcerie delle città!

Una volta i biscotti quaresimali si preparavano esclusivamente il mercoledì delle Ceneri, il giorno prima dell’inizio della Quaresima, ed erano disponibili solo nel periodo pasquale. Oggi si trovano nei panifici e nelle pasticcerie tutto l’anno e gli ingredienti vietati un tempo sono oggi permessi. Questi sono liberamente presenti nelle ricette che si sono evolute fuori le mura degli ormai scomparsi conventi di clausura.

I biscotti quaresimali siciliani.

A prescindere della paternità di questa ricetta, preparazioni simili si diffusero nell’intera penisola italiana con le mandorle come ingrediente principale comune. Le mandorle in Sicilia sono sempre stato un prodotto agricolo fondamentale la cui qualità era ed è riconosciuta a livello nazionale e internazionale. Logicamente non poteva mancare una ricetta tradizionale dei biscotti quaresimali siciliani. Qui pubblichiamo quella appresa durante l’infanzia della nostra autrice Giovanna Bascio.

Biscotti Quaresimali Siciliani_ Una Tradizione Pasquale Isolana

Mio nonno diceva che ai suoi tempi non tutti si potevano permettere di fare questi biscotti, che le mandorle costavano e quindi noi eravamo fortunati, il mio viso si illuminava, pensando a quei biscotti tanto buoni. Ho ricordi bellissimi di quei che per me erano tanto difficili da realizzare, forse perché allora avevo 10 o 11 anni, ma verso i 12 anni convinsi mia nonna a insegnarmi.

Giovanna Bascio

Un’Esperienza Sensoriale.

L’aroma inebriante dei biscotti quaresimali invade le case durante la loro preparazione, creando un’atmosfera calda e accogliente. Il loro colore dorato e la loro consistenza croccante invitano a un assaggio, che regala un gusto pieno e avvolgente. Le mandorle tostate donano una nota croccante, mentre gli aromi speziati creano un equilibrio perfetto con la dolcezza del biscotto.

Biscotti Quaresimali Siciliani_ Una Tradizione Pasquale Isolana
Preparazione 20 minuti
Cottura 15 minuti
Tempo totale 35 minuti

Biscotti Quaresimali Siciliani

di Giovanna Bascio
Deliziosi biscotti che divengono splendidi se inzuppati in un Passito, una Malvasia, o altro vino liquoroso.
5 da 3 voti

Vota anche tu questa ricetta!

Commenta! Pin Ricetta Stampa ricetta
PortataPasticceria e Dessert
DifficoltàBassa
Porzioni 90 pezzi circa
Calorie a porzione 118 kcal

I dati sono forniti al solo scopo informativo e non sostituiscono la consultazione di un medico o di un professionista qualificato. In particolare: il dato delle calorie non è da ritenersi un consiglio alimentare o nutrizionale, i valori indicati sono puramente indicativi; si prega di consultare le etichette degli alimenti per informazioni su allergeni e intolleranze.

Attenzione agli allergeni presenti.

Ingredienti

Istruzioni

  • Metti in una ciotola capiente la farina e lo strutto, strofina bene e aggiungi lo zucchero, gli aromi e le mandorle, queste possibilmente tagliuzzate a mano. Aggiungi le uova e amalgama il tutto. Per ultimo aggiungi il lievito per dolci.
    Con dei pezzi di impasto forma dei filoni,
  • Disponi i filoni sopra una teglia con il fondo rivestito con carta forno e infornali a 180°C fino a doratura.
  • Taglia i filoni mentre sono ancora tiepidi. Rimetti i biscotti in forno girandoli dall'altro lato, fino a che li senti belli croccanti.

Conclusione.

I biscotti quaresimali siciliani sono un dolce semplice e genuino che rappresenta la tradizione pasquale della regione. Il loro sapore fragrante e la loro storia affascinante li rendono un regalo perfetto per le feste e un momento di gusto da condividere con la famiglia.

Buona Pasqua!

Avviso ai lettori.

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il nostro blog interessante, aiutaci a mantenerlo con una piccola donazione. La nostra unica forza sono i lettori come te. Il tuo sostegno è importante per noi, effettua qui una donazione con paypal!

1 commento su “Biscotti Quaresimali siciliani: una tradizione pasquale isolana.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vota questa ricetta!




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto