Tempo di lettura: circa 3 min.


La prima ricetta dell’anno nuovo sono degli augurali azuki con zucca e kombu. Un piatto tutta salute! Buon anno a tutti.

In Giappone gli azuki sono considerati un alimento porta fortuna, con il loro bel colore rosso, sono sempre presenti nella tavola delle Feste. Così quest’anno ho voluto cambiare piatto augurale di fine anno, visto che le lenticchie anno dopo anno funzionano sempre meno come alimento propiziatorio ;).

Ma non è tutto qui, Azuki con zucca e kombu, è un piatto della cucina macrobiotica che riunisce tre ingredienti molto salutari in un piatto semplice da preparare. Un contorno ideale per bilanciare qualche capriccio di gola in più durante le festività di Natale e Capodanno.

Gli azuki con zucca e kombu si possono impiegare per condire un cereale, ad esempio il riso integrale come consigliato dalla cucina macrobiotica, oppure come contorno di un secondo piatto.

Io ho utilizzato la pietanza per accompagnare il cotechino della cena di fine anno e l’accostamento l’ho gradito particolarmente. In ogni caso a prescindere dalle preferenze personali è consigliato consumarne un piccolo quantitativo. Sebbene sia un piatto salutare il consumo eccessivo è sconsigliato per la salute.

Azuki con zucca e kombu

Cucina macrobiotica, di che si tratta?

Mai avrei pensato che mi sarei occupato di cucina macrobiotica, eppure studiando alcune ricette giapponesi e i suoi ingredienti mi sono imbattuto in questa ricetta che utilizza due ingredienti fondamentali della cucina del sol levante: l’alga kombu e i fagioli azuki.

Niente di strano, in fondo la macrobiotica è una filosofia orientale antichissima basata sull’equilibrio dello yin e dello yang. L’alimentazione ne è un aspetto fondamentale, visto che secondo tale pensiero attraverso l’alimentazione l’uomo può trovare l’armonia con se stesso e con l’universo e quindi aspirare ad una vita lunga e piena.

Poiché il cibo influenza il corpo, è importante imparare a sceglierlo, utilizzarlo e abbinarlo. Ti consiglio di approfondire questo argomento in questo libro qui!

Aspetti benefici degli ingredienti della ricetta.

Della cucina macrobiotica apprezzo l’aspetto “curativo” dei suoi piatti. Preparazioni queste che consentono di riportare in equilibrio l’energia. È il caso della ricetta Azuki con zucca e kombu.

Voglio consigliarti, a proposito di cibi che possono curare il nostro organismo, il libro di Martin Halsey Cucina che cura, un punto di riferimento fondamentale per chi vuole fare una dieta con alimenti salutari, per chi vuole conoscere meglio le proprietà dei cibi.

Con l’arrivo del freddo il corpo necessita di alimenti che abbiano un potere riscaldante e curativo.

La ricetta di Azuki con zucca e kombu rafforza in più modi la milza e il sistema linfatico, oltre che i reni, organi che, soprattutto in inverno, risentono del clima rigido. Vediamo nel dettaglio i tre ingredienti della ricetta:

1Fagioli azuki rossi.

Gli azuki sono dei piccoli fagioli rossi dal sapore dolciastro molto utilizzati in Giappone (azuki significa in giapponese piccolo fagiolo). Tra i legumi sono quelli meno calorici e sono una buona fonte di ferro, potassio e proteine. Hanno un effetto particolarmente benefico su fegato, milza e sistema linfatico oltre ad essere utili anche a rafforzare i reni.

2Alga Kombu.

La kombu è un alga marina che si raccoglie lungo le coste giapponesi (Laminaria Japonica). Questa viene utilizzata nella cucina orientale per rendere il cibo più morbido e digeribile, ad esempio, per la cottura di legumi e cereali. Può essere impiegata anche per salare e insaporire brodi e minestre.

In Occidente, con il nome di alga Kelp, è conosciuta quella raccolta lungo le coste della Gran Bretagna (Laminaria digitata).

Come gli azuki, la kombu rafforza i reni, inoltre è attiva nella regolazione della pressione sanguigna e del controllo del peso. Aiuta a regolarizzare il colesterolo ed è un alimento alcalinizzante.

Possiede alcuni effetti tipici delle alghe marine: quello chelante sui metalli pesanti e quello decontaminante dalla radioattività. Ciò dipende dagli alginati presenti i quali hanno un forte potere legante non solo degli ioni radioattivi, ma anche delle tossine che si accumulano lungo le pareti del colon.

Poiché contiene acido glutammico è un insaporitore naturale che interagisce con i recettori del cosiddetto sapore umami.

Essendo ricca di iodio, non bisogna esagerare col suo consumo. In particolare come tutte le alghe è controindicata in caso di ipertiroidismo.

3Zucca Rossa.

La zucca è l’ortaggio di stagione che noi occidentali conosciamo bene. La zucca dà energia al pancreas stabilizzando il livello di zuccheri nel sangue, inoltre è depurativa e ricca di vitamine.

Azuki con zucca e kombu

Un piatto vegano che è una vera bomba salutare per l’organismo.
5 da 1 voto
Commenta e vota questa ricetta
di Biagio Barraco
Cucina: Macrobiotica
Portata: Contorno
Difficoltà: facile
Costo: € 8,00
Preparazione: 10 minuti
Cottura: 1 ora 30 minuti
ammollo: 12 ore
Tempo totale: 13 ore 40 minuti
Allergeni presenti
Soia e derivati

Ingredienti

Porzioni: 4 persone
calorie per porzione: 120kcal

Istruzioni
 

  • Come tutti i legumi, anche i fagioli azuki vanno messi in ammollo la sera prima. Mettili in una bella ciotola di acqua fresca e pulita con immersa anche dell'alga kombu. Cambia l’acqua di ammollo almeno un paio di volte.
  • Sciacqua sotto l’acqua corrente i fagioli e l’alga, quindi disponi quest’ultima sul fondo di una pentola dal fondo spesso. Aggiungi gli azuki ben scolati e metà della zucca tagliata a tocchetti. Copri il tutto con acqua fresca.
    Porta a bollore e cuoci con tegame coperto e fiamma bassa, aggiungendo acqua calda se necessario. Essendo molto piccoli i fagioli azuki cuociono velocemente ma possono volerci anche 90 minuti a seconda se tu li desideri più o meno al dente.
  • In padella fai arrostire delle "palline" di zucca ricavate da quella rimasta. Quando saranno cotte sfuma con 1 cucchiaio di salsa di soia e mettile da parte
  • Quando i fagioli saranno cotti, aggiungi la salsa di soia e lascia cuocere per altri 5 minuti fino alla completa evaporazione dell’acqua. Spegni e lascia riposare qualche minuto, poi aggiungi le palline di zucca e mescola il tutto.

Note

L’alga kombu va eliminata a fine cottura, ma può essere recuperata. Basta sciacquarla sotto l’acqua e poi lasciarla seccare.
Keywords : azuki | kombu | zucca

4Altre ricette con la zucca.


Grazie per aver visitato il mio blog. Che ne pensi dare un voto alla ricetta che hai appena letto? 

Farlo è molto semplice basta cliccare sulle stelline che trovi nella scheda della ricetta, oppure dentro i commenti in fondo alla pagina. Usali pure per esprimere un giudizio su quello che hai letto, oppure per chiedere maggiori dettagli sulla ricetta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Vota questa ricetta!




Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.