A tavola il 25 aprile

Il 25 aprile ricorre l'anniversario della Liberazione d'Italia, una giornata di festa nazionale in cui si commemora la liberazione dal nazifascismo. Era la primavera del 1945 quella che segnò la fine dell'occupazione nazista e la definitiva caduta del regime fascista nel nostro Paese. Il 25 aprile fu il giorno della liberazione di Milano, quella data venne scelta come anniversario della Liberazione dell'Italia.

Il 25 aprile ricorre l’anniversario della Liberazione d’Italia, una giornata di festa nazionale in cui si commemora la liberazione dal nazifascismo. Era la primavera del 1945 quella che segnò la fine dell’occupazione nazista e la definitiva caduta del regime fascista nel nostro Paese. Il 25 aprile fu il giorno della liberazione di Milano, quella data venne scelta come anniversario della Liberazione dell’Italia.

Questo post contiene link di affiliazione Amazon. Quando acquisti un prodotto utilizzando i link in qualità di Affiliato Amazon ricevo un guadagno dagli acquisti idonei. Ciò contribuisce al mantenimento di questo blog senza costare nulla in più per te. Grazie in anticipo!

Immagine di testa di Roberto D’Amico da Pixabay

É una giornata fondamentale per la storia d’Italia, una giornata simbolo della Resistenza dei partigiani, una giornata in cui le famiglie italiane si riuniscono a tavola per pranzare con i piatti della tradizione italiana. È anche l’occasione per il primo barbecue dell’anno, di picnic e scampagnate all’aperto, complice un clima primaverile mite di cui si giova la nostra amata penisola.

Cosa si mangia il 25 aprile?

La ricorrenza del 25 aprile si festeggia solitamente all’aperto con un pranzo a base di carne e verdure grigliate accompagnate da un buon vino rosso, ma non possono certo mancare i taglieri di formaggi e salumi della tradizione italiana e alcune pietanze iconiche della nostra cultura, come le lasagne o i timballi di pasta al forno.

La primavera però può sorprenderci con giornate piovose, ma questo non ostacola di certo chi ha voglia di godersi una giornata all’insegna della buona compagnia e della tradizione gastronomica italiana. Bastano pochi amici e gli affetti più cari per trascorrere una bellissima giornata. Poco importa se non è possibile fare la tradizionale gita fuori porta, si può sempre festeggiare con un menu adatto a un picnic in terrazza o in giardino.

Dentro o fuori casa che sia, per il pranzo del 25 aprile è bene prediligere i piatti più semplici della tradizione. Nell’immediato dopoguerra la scarsità di materie prima e dei mezzi per poterle cucinare erano una realtà a cui si sopperiva con la voglia di stare insieme per festeggiare la riconquista della libertà. Questo dovrebbe essere il senso del pranzo del 25 aprile!

Antipasti

Per gli antipasti, oltre ai taglieri di formaggi e salumi, magari accompagnati dallo gnocco fritto emiliano, non possono mancare: il pane casereccio bruscato alla toscana, cioè condito con solo olio di oliva e aglio, e i carciofi, fritti, o alla brace.

Ottime anche le frittate a forma di torta, o arrotolate come la girella di scarola e prosciutto, perfetta anche per il picnic.

Per la griglia ti consiglio di provare la ricetta del caciocavallo in foglia di limone, semplice e deliziosa.

Primi piatti

Per quanto riguarda i primi ti suggerisco, oltre alla lasagna classica anche il timballo di anelletti alla palermitana. Sono delle preparazioni ideali per il picnic fuori porta perché si possono preparare il giorno prima e trasportare agevolmente.

Se rimani a casa non posso che consigliarti una buona carbonara, a mio parere il vero piatto emblematico della festa. Infatti pare che la ricetta sia nata proprio in occasione della Liberazione d’Italia. Quindi quale primo piatto è più adatto di questo per festeggiare?

In alternativa alla carbonara puoi optare per dei primi piatti semplici e gustosi come la pasta con fave pecorino e guanciale, o quella con uova e sugo di carciofi.

In alternativa alla carbonara puoi optare per dei primi piatti semplici e gustosi come la pasta con fave pecorino e guanciale, o quella con uova e sugo di carciofi.

Dal barbecue

Per il barbecue, oltre a salsicce e bistecche, ti consiglio le costolette di agnello alla brace con salsa verde e le mitiche bombette pugliesi.

Foto di Min An

Se non vuoi rinunciare a una bella grigliata di pesce dovrai orientarti sul pesce azzurro. Sono ideali per la brace le sarde, le boghe, gli zerri, facilmente reperibili in questo periodo, ma sono deliziose anche delle aguglie da arrostire allo spiedo.

Dolci

L’emblema dell’italianità è senza dubbio il tiramisù, un dolce che puoi preparare in anticipo e portare facilmente anche in una scampagnata.

In alternativa un buon semifreddo con limoni freschi che in questo periodo sono particolarmente aromatici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto